Regione Toscana
Norma

 
MINISTERO DELL'INTERNO  
CIRCOLARE 3 aprile 2017, n. 3913
  Oggetto: Sistema di accoglienza dei richiedenti asilo e rifugiati. Procedure di ammissione al finanziamento con decorrenza 1 luglio 2017.  
 


 
  urn:nir:ministero.interno:circolare:2017-04-03;3913

Ai Sigg.ri Prefetti delle Prefetture UTG

Ai Commissari del Governo delle province di Trento e Bolzano

Al Presidente della Giunta Reg. della Valle d'Aosta

E, p.c. Al Gabinetto del Ministro Ufficio VII, Asilo e Immigrazione

All'ANCI, Associazione nazionale comuni italiani


 

In coerenza con il piano di accoglienza diffusa sul territorio concordato con ANCI, il DM 10 agosto 2016  ha riformato il sistema di accesso al finanziamento da parte degli enti locali interessati ad avviare progetti di accoglienza nell'ambito della rete SPRAR, semplificando l'ingresso da parte di nuovi enti locali.

Infatti, nel consentire la presentazione della domanda in qualunque momento dell'anno, gli enti locali hanno la possibilità di accedere al contributo statale a decorrere da due finestre annuali fissate al 1 gennaio e al 1 luglio. A tal fine, le Linee guida allegate al citato D.M. prevedono che la Commissione di valutazione - nominata ai sensi dell' art. 2, comma 2, del decreto  - esamini le domande pervenute entro il 30 settembre ai fini del finanziamento con decorrenza 1 gennaio, e quelle pervenute entro il 31 marzo per il finanziamento con decorrenza 1 luglio.

Si tratta di termini non perentori, fissati allo scopo di concedere alla Commissione il tempo dl valutare le domande pervenute al fine della predisposizione della graduatoria degli enti locali da ammettere al finanziamento nel rispetto delle predette finestre temporali.

Alla luce dell'interesse strategico che questa Amministrazione riveste rispetto al raggiungimento dell'obiettivo di ampliare la rete di accoglienza in ambito SPRAR e delle iniziative messe in campo anche da parte di ANCI nell'illustrare i contenuti del piano di accoglienza diffusa, e atteso che molti enti che hanno manifestato la volontà di aderire alla rete SPRAR non hanno avuto il tempo di ultimare la predisposizione della documentazione necessaria per la presentazione della domanda di contributo entro il termine del 31 marzo, la Commissione valuterà, ai fini del finanziamento con decorrenza 1 luglio 2017, anche le istanze che perverranno dopo il 31 marzo ed entro il 5 maggio p.v.

Con l'occasione, si segnala che numerosi Comuni già titolari di finanziamento hanno manifestato l'intento di aumentare il numero dei posti SPRAR già attivi, ipotesi prevista dall'art. 22 delle Linee guida, per la quale occorre attribuire nuove risorse finanziarie all'ente interessato e in tal senso si provvederà a seguito della necessaria istruttoria.

Si confida nella collaborazione delle SS. LL. affinché venga assicurata la massima diffusione dei contenuti della presente circolare ai Comuni delle rispettive province.


 

Il Capo Dipartimento: Gerarda Pantalone