Regione Toscana

Archivio Notizie

15/07/2014 - Fondo U.N.R.R.A. 2014
Avviso pubblico per la presentazione di progetti. Scadenza: 7 agosto 2014. La direttiva del Ministro del 14 maggio 2014 ha disposto che per l’anno in corso i proventi derivanti dalla gestione del patrimonio della Riserva ed ogni altra somma della Riserva stessa per € 1.000.000,00 siano destinati a programmi socio assistenziali aventi come destinatari soggetti che si trovano in condizione di marginalità sociale ed in stato di bisogno, diretti a fornire:

  1. servizi di accoglienza abitativa, di assistenza ai senza fissa dimora, di distribuzione di alimenti (Azione 1)
  2. interventi per il recupero di soggetti che versano in situazione di dipendenza da sostanze alcoliche e/o stupefacenti (Azione 2).

14/07/2014 - Decreto flussi 25 novembre 2013
Proroga dei termini per le domande di ingresso per lavoratori che abbiano completato programmi di istruzione e formazione nei Paesi d'origine e di conversione di permessi di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo rilasciati ai Paesi terzi da altro Stato dell'Unione europea in permessi di soggiorno per lavoro subordinato e in permessi di soggiorno per lavoro autonomo.

Tutte le informazioni sono contenute nella Circolare congiunta Ministero Interno - Ministero Lavoro e Politiche Sociali del 10/07/2014


01/07/2014 - Programma Italia Startup Visa
Procedure semplificate per l'ingresso in Italia di cittadini di Paesi terzi che intendono avviare una startup innovativa in Italia. Leggi tutta la notizia Tutta la procedura è gestita in modalità telematica attraverso il sito italiastartupvisa.mise.gov.it


26/06/2014 - Rimpatrio Volontario e Assistito (RVA)
Linee guida per la realizzazione dei programmi. Ulteriori chiarimenti nella circolare del Ministero dell'Interno del 19/06/2014. Circolare Ministero Interno 19/06/2014


26/06/2014 - Convocazione Consiglio Territoriale per l'Immigrazione di Firenze
La seduta plenaria del CTI di Firenze è convocata per il giorno 27 giugno alle ore 10.00 presso la Prefettura di Firenze, via Giacomini 8. Ordine del giorno 


28/03/2014 - Ricongiungimento familiare
Chiarimenti del Ministero dell'Interno sul ritiro del nullaosta o della comunicazione di avvenuto rilascio del nullaosta da parte di soggetto diverso dal richiedente. Alle Prefetture U.T.G./Sportelli Unici per l’Immigrazione Oggetto: Ricongiungimento familiare. Ritiro del nulla osta/della comunicazione di nulla osta da parte di soggetto diverso dal richiedente - Indicazioni operative.   "E’ pervenuta a questa Direzione Centrale una richiesta di chiarimento in merito alla possibilità di ritiro della comunicazione di avvenuto rilascio del nulla osta al ricongiungimento familiare o del nulla osta stesso da parte di un soggetto diverso dal richiedente, qualora quest’ultimo sia impossibilitato a presentarsi in Prefettura, ed in particolare, in ordine alle modalità richieste per il ritiro stesso, anche in ragione delle differenti prassi in uso presso gli Sportelli Unici.   Al riguardo, va precisato che per i procedimenti, più recenti, per i quali il sistema informatico in uso agli Sportelli Unici preveda la consegna di una comunicazione attestante l’avvenuto rilascio del nulla osta per ricongiungimento familiare, ove il richiedente non possa presentarsi nella data di convocazione richiesta, tale comunicazione potrà essere consegnata a soggetto munito di delega semplice, accompagnata da copia del documento di identità del delegante.   Con riferimento ai procedimenti, più datati, per i quali il sistema informatico in uso preveda ancora il rilascio del nulla osta al richiedente, ove quest’ultimo non possa ritirarlo personalmente, il nulla osta potrà essere consegnato a persona munita di delega notarile, salvo che si tratti del coniuge o di altri parenti in linea retta o collaterale fino al 2° grado, per i quali sarà sufficiente la delega semplice". 27 marzo 2014


26/03/2014 - Partecipazione
Presentato sabato 22 marzo il rapporto di ricerca "Indagine sul Consiglio degli Stranieri nel Comune di Calenzano" realizzato nell'ambito del Progetto "Mi impegno per il mio futuro". Obiettivi dell'indagine:

  • analizzare i processi di funzionamento del Consiglio degli stranieri del Comune di Calenzano, evidenziando le eventuali aree di miglioramento in relazione all'impatto sui processi del Consiglio Comunale di Calenzano e sulla vita degli stranieri sul territorio di Calenzano;
  • rilevare la percezione dei cittadini stranieri rispetto al ruolo e all'impatto del Consiglio degli stranieri.

Rapporto di ricerca "Indagine sul Consiglio degli Stranieri nel Comune di Calenzano"

 


24/03/2014 - Accordo di integrazione
Nuove importanti comunicazioni dello Sportello Unico per l'Immigrazione di Firenze. Facsimile lettera relativa alla verifica dell'Accordo e informazioni. Lo Sportello Unico per l’Immigrazione pubblica il facsimile di lettera di “comunicazione preventiva di avvio della verifica dell’Accordo di integrazione”, che in questi giorni sarà inviata a coloro che hanno sottoscritto l’Accordo di integrazione a partire dal 12 marzo 2012, per invitarli a trasmettere allo Sportello Unico per l’Immigrazione la documentazione necessaria ad ottenere il riconoscimento dei crediti secondo quanto indicato nell'allegato B del Regolamento, insieme ai testi degli accordi in 19 lingue. La verifica dell' accordo di integrazione sarà effettuata per i titolari dei seguenti permessi: permesso di sogggiorno per lavoro, permesso di soggiorno per studio, permesso di soggiorno per motivi religiosi, permesso di soggiorno per residenza elettiva. Facsimile lettera di “comunicazione preventiva di avvio della verifica dell’Accordo di integrazione” Tabella crediti riconoscibili (allegato B del Regolamento)

 


19/03/2014 - “Il lavoro delle donne. Regole e opportunità”
Presentata ieri durante la seduta del Consiglio Territoriale dell'immigrazione la pubblicazione rivolta alle imprenditrici italiane e straniere, curata da Prefettura e Camera di Commercio di Firenze. "Con la nuova pubblicazione “Il lavoro delle donne Regole e opportunità” si intende offrire un sintetico panorama sulle principali norme nazionali ed europee focalizzando l’attenzione su alcuni specifici settori dove le donne risultano maggiormente presenti. Il comparto artigiano rappresenta infatti per il territorio fiorentino un settore di grande interesse economico considerato che al terzo trimestre 2013, in provincia di Firenze, si contano n. 30.615 imprese artigiane registrate. Una piccola sezione è dedicata alla descrizione delle attività svolte dal Comitato Imprenditoria femminile della Camera di Commercio di Firenze arricchito con la testimonianza di tre imprenditrici del Comitato stesso che hanno parlato della loro esperienza lavorativa ricca di gratificazione ma anche di sacrifici. Una cospicua parte della Guida è dedicata alla sicurezza nei luoghi di lavoro per informare sui principali rischi lavorativi in ottica di genere, anche allo scopo di veicolare un messaggio di prevenzione, nell’intento di migliorare i luoghi di lavoro per renderli sempre più sicuri sotto ogni profilo, anche attraverso la collaborazione tra titolari delle aziende e lavoratori e lavoratrici. Lo studio è completato da un’appendice che raccoglie i riferimenti per acquisire dettagliate informazioni sulla formazione professionale e sull’accesso al credito per le imprese femminili. Infine, i dati statistici presentati contribuiscono a completare il quadro." Fonte: www.fi.camcom.it

 


19/03/2014 - Convegno
"Integrazione e Consiglio degli Stranieri: l’esperienza del Comune di Calenzano". Sabato 22 marzo 2014 ore 9.30, Nuovo Palazzo Comunale, Piazza Gramsci 11 - Calenzano (FI).

 


12/03/2014 - Convocazione Consiglio Territoriale per l'Immigrazione di Firenze
La seduta plenaria del CTI di Firenze è convocata per il giorno 18 marzo 2014 alle ore 10 presso la Prefettura di Firenze, via Giacomini 8.

Ordine del giorno

1. Presentazione della Guida "Il lavoro delle donne: regole e opportunità"   2. D.Lgs. 109/2012 - Comunicazioni relative all'emersione di rapporti di lavoro irregolari   3. D.P.R. 179/2011 - Comunicazioni relative alla verifica dell'Accordo di integrazione   4. D.M. 4/06/2010 - Comunicazioni relative al Test di lingua italiana per coloro che chiedono il permesso di soggiorno UE per lungo soggiornanti   5. D.Lgs. 13/02/2014 - Attuazione della Direttiva 2011/51/UE che modifica la Direttiva 2003/109/CE del Consiglio per estenderne l'ambito di applicazione ai beneficiari di protezione internazionale   6. Varie ed eventuali   Dati statistici: Dati Accordo di integrazione 2013 Dati Test lingua italiana 2013 Dati Sportello Unico Immigrazione 2013


10/03/2014 - Salute - Comune di Scandicci
Volantino multilingue per prevenire i tumori femminili con informazioni per la prenotazione delle visite. "Un volantino tradotto nelle lingue delle principali comunità straniere e veicolato in queste comunità con le informazioni per prenotare visite ginecologiche, pap-test, ecografie offerti gratuitamente e solo su prenotazione dal 12 al 25 marzo al Distretto sanitario di Scandicci in via Vivaldi dalla Fondazione ANT.   Il volantino è stato messo a punto dal Servizio di mediazione culturale dell’Azienda sanitaria di Firenze, in collaborazione con l’Ufficio immigrati del Comune di Scandicci, e viene presentato domani, 8 marzo 2014 in occasione della Giornata internazionale della donna. L’iniziativa nasce appunto dalla collaborazione fra ANT, Asl 10, Società della Salute Area Fiorentina Nord Ovest e Comune di Scandicci, con il contributo di CSO Italia, Farma.net, Oleificio Salvadori.   Le visite riservate alle donne residenti nel Comune di Scandicci si possono prenotare al 349-0693571 dalle 9 alle 13 ed il primo appuntamento è fissato per venerdì 21 marzo dalle 14 alle 18. A partire dal 15 marzo e per tutti i sabato dalle 9,30 alle 12,30 - sarà aperto uno sportello di ascolto ed aiuto per il malato oncologico. Una volontaria ANT presenterà alle famiglie che ne hanno bisogno i servizi sanitari e sociali che la Fondazione offre a domicilio (malati adulti e in età pediatrica)".   Fonte: Comunicato stampa Azienda Sanitaria di Firenze n. 27 di venerdì 7 marzo 2014


03/03/2014 - Rifugiati
L'Unione europea finanzia due progetti di accoglienza nel Comune di Firenze. "Si rafforza la filiera dell'accoglienza dei rifugiati. Grazie ai fondi dell'Unione Europea, i servizi sul territorio fiorentino dedicati ai rifugiati raddoppiano. All'ormai consolidati Paci e Sprar, si aggiungeranno a breve i progetti Skill Bill e Passepartout. L'Amministrazione comunale si è infatti aggiudicata 800.000 euro di finanziamenti comunitari nell'ambito del nuovi progetti presentati del Fondo Europeo Rifugiati (FER). “Si tratta di un grande risultato - commenta il vicesindaco Dario Nardella - che vede su dodici progetti italiani finanziati ben due targati Firenze e che consolida la politica portata avanti negli ultimi anni dal vicesindaco Saccardi".   Anche questi due progetti, infatti, come il Paci e lo Sprar, puntano ad un’accoglienza mirata al recupero dell’autonomia delle persone con interventi finalizzati all’inserimento nel mondo del lavoro e nella comunità locale. In dettaglio il progetto Passepartout prevede la presa in carico di 60 rifugiati; Skill Bill invece è rivolto ai cosiddetti rifugiati vulnerabili, ovvero persone con problematiche di disagio psicologico e mamme con figli minori, per un totale di 50 persone."   Fonte: www.comune.fi.it    


27/02/2014 - "Migranti - Le Cifre 2013"
Report statistico a cura dello Sportello Immigrazione del Comune di Firenze. Prefazione "Questo Report è ormai divenuto un appuntamento costante e così, anche quest’anno eccomi a presentare alla città i dati salienti di un’area, quella dell’immigrazione, così dibattuta e nello stesso tempo, così sconosciuta nei dettagli. Quello che presento quest’anno, oltre ai dati che non possono mai mancare e cioè le statistiche sui residenti stranieri a Firenze, i dati sui servizi dell’Amministrazione Comunale, quelli della Questura di Firenze, i dati sulle presenze nei servizi sanitari e scolastici, è un report che sviluppa anche alcuni focus specifici come i dati nazionali, le acquisizioni della cittadinanza italiana, gli indici di integrazione e le presenze irregolari.   Entrando nel merito dei dati, rilevo che nonostante la crisi complessiva che il nostro Paese sta attraversando, anche quest’anno la presenza straniera a Firenze e nella provincia nel suo insieme, aumenta, seppure in maniera molto più rallentata, rispetto agli anni precedenti. A chiarimento di ciò voglio ricordare che nel 2012, in tutta Italia, sono stati rilasciati 263.968 nuovi permessi di soggiorno, il 27% in meno rispetto a quelli rilasciati nel 2011 ed il 58% in meno rispetto al 2010. Una contrazione da attribuire in massima parte alla forte riduzione dei permessi rilasciati per motivi di lavoro. Se a questo dato si sommano coloro, il 17,9%, che sono rientrati nel loro paese o che si sono trasferiti i n un altro stato, il quadro denota, anche in questo settore, una situazione che certamente non può che allarmare complessivamente il nostro Paese.   In questo quadro emergono però anche molti lati positivi, e tra questi la stabilizzazione di migliaia di stranieri che, da più anni in Italia, possiedono, e sono oltre il 54% del totale, il permesso di soggiorno lungo soggiornante CE. Mentre 56.148 sono i nuovi cittadini che sono divenuti italiani nel corso del 2011 e del 2012. Tra questi, ed è un argomento molto presente nella discussione mediatica e politica di questi mesi, i minori che sono nati in Italia e che hanno eletto la cittadinanza italiana al compimento del loro diciottesimo anno; nel 2012, circa 8.000 di questi ragazzi sono diventati italiani, un dato di buon auspicio per tutta la collettività."    Il Vicesindaco Assessore al Welfare Cooperazione Internazionale Sport e Casa Stefania Saccardi  "Migranti. Le cifre 2013" - Comune di Firenze  


26/02/2014 - "Migranti. Il Vademecum" - edizione 2014
Realizzato dallo Sportello Immigrazione del Comune di Firenze il vademecum fornisce utili informazioni sui principali temi dell'immigrazione attraverso voci alfabetiche. "Il Vademecum, giunto alla sua XIV edizione, raccoglie 81 voci in ordine alfabetico, che vertono sulle principali tematiche di settore. Sono informazioni aggiornate al 2014, dedicate soprattutto agli operatori di area. Le informazioni sono, comunque, di grande interesse anche per i cittadini degli Stati di Paesi Terzi o per coloro che con essi abbiano relazione. Quest’anno il testo si presenta in veste rinnovata, sotto forma di ipertesto, uno strumento più veloce, più facile da consultare e più completo. Per di più aggiornabile in tempo reale a differenza dei precedenti testi a stampa". Fonte: Sportello Immigrazione Comune di Firenze "Migranti. Il Vademecum" - edizione 2014 La pubblicazione è disponibile anche sul sito del Comune di Firenze, nella sezione dello "Sportello Immigrazione".


21/02/2014 - Comune di Pontassieve
Incontro della nascente Consulta dei Cittadini Immigrati di Pontassieve. Domenica 23 febbraio alle ore 17 presso il Circolo I Maggio di Sieci. L'incontro sarà introdotto da Monica Marini, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Pontassieve. Seguiranno gli interventi:

  • Cittadini in movimento: Virginia Signorini, associazione Tessere Culture
  • Diritto all'unità familiare: Roberto Menichetti, ARCI Comitato Territoriale Firenze
  • Diritto di cittadinanza: Rete G2 Seconde Generazioni

Leggi tutta la notizia - Centro interculturale Comune di Pontassieve


17/02/2014 - Seminario
"La scuola che cambia, la scuola che è già cambiata ....Ricerche di educazione interculturale". Giovedì 20 febbraio 2013, ore 17 - 19 presso il Liceo Pascoli Viale Don Minzoni 58, Firenze. Programma 


05/02/2014 - Seminario
"Voci dal Mediterraneo: esperienze di auto-organizzazione giovanile e femminile". Giovedì 6 febbraio 2014 ore 17, Palazzo Medici Riccardi - Firenze. "All’indomani dall’approvazione della nuova Costituzione in Tunisia, del Referendum in Egitto e dei disordini ancora in atto, incontro con testimonianze in diretta da questi Paesi: i racconti, le spe­ranze e le aspettative di giovani e donne in Paesi a tre anni dalle Rivoluzioni.   Sarà anche l’occasione per raccontare le nuove esperienze nate dalla società civile nei Paesi della sponda sud del Mediter­raneo, Egitto, Marocco e Tunisia, dove COSPE lavora con diversi progetti sul lavoro, la libertà d’espressione e acces­so all’informazione, la partecipazione femminile e giovanile.   Interverranno: Fabio Laurenzi – presidente COSPE, Maria Donata Rinaldi – COSPE, Irene Miracca – Medina, Jason Nardi – Fondazione Culturale Responsabilità Etica, Alberto Tonini – Forum per i Problemi della Pace e della Guerra – Università di Firenze.   Collegamenti skype con testimonianze in diretta dalla Tunisia e dall’Egitto. Proiezione di video sul Marocco a cura di Medina e “Lontano da Tahrir” di Ernesto Pagano e Lorenzo Cioffi a cura di COSPE. Aperitivo mediterraneo a seguire.   L’incontro si terrà nella Sala Quadri in via Ginori 14 a Firenze. L’iniziativa rientra all’interno del Festival della Cooperazione, a Firenze,dal 15 gennaio all’8 marzo 2014: un momento di incontro, all’interno di Palazzo Medici Riccardi, tra la rete di enti locali, leorganizzazioni di volontariato e le ONG come COSPE sui temi della solidarietà internazionale e cooperazione." Fonte: www.cospe.org


04/02/2014 - "MGF, obiettivo tolleranza zero entro il 2015: azione locale e azione globale"
Incontro organizzato dall'Associazione interculturale "Nosotras" in occasione della Giornata Internazionale contro le mutilazioni genitali femminili all’interno del Festival della Cooperazione. 5 febbraio ore 16 presso Palazzo Medici Riccardi, Firenze "Dopo la risoluzione generale dell’Onu sulla messa la bando universale delle mutilazioni genitali femminili a che punto è la situazione a livello internazionale e quali le azioni intraprese in cooperazione con i paesi africani dove si praticano le MGF? A che punto è lo studio del fenomeno in regioni come la Toscana dove dal 2004 è attivo un coordinamento di associazioni impegnate sulla tematica? Come indirizzare le azioni sul territorio per aiutare l’emersione del fenomeno e sostenere chi decide di abbandonare le pratiche tradizionali come le MGF?   Di tutto questo discuteremo il 5 febbraio 2014, alle ore 16.00, in via dei Ginori presso la sede della Provincia in occasione del Festival della Cooperazione. Assieme a Nosotras i rappresentanti delle pari Opportuità della Provincia, del Centro Salute Globale e del Festival della Cooperazione. In questa occasione apriremo pubblicamente la campagna “ExEx” di adozione di progetti di microcredito per il sostegno alla riconversione delle ex exciseuses con cui Nosotras ha già lavorato in Niger e Guinea nei progetti di cooperazione internazionale portati avanti in questi anni."   Di questo discuteranno: Sonia Spacchini, assessore Pari Opportunità Provincia di Firenze Loretta Lazzeri, Pari Opportunità Provincia di Firenze Laila Abi Ahmed, presidente Nosotras Onlus Maria Josè Caldes, Centro Salute Globale Stefano Fusi, Coordinatore Festival della Cooperazione Isabella Mancini, Campagna ExEx di Nosotras In conclusione: Lettura di Daniela Morozzi" Fonte: www.nosotras.it


04/02/2014 - Test italiano per richiedenti permesso CE per soggiornanti di lungo periodo
Modifiche alla procedura di richiesta di partecipazione al test attive dall'11 febbraio. Con circolare n. 716 in data 3 febbraio 2014, il Ministero dell’Interno ha comunicato che sono state apportate modifiche alla procedura di richiesta di svolgimento del test attive dall’11 febbraio 2014.   In particolare, è stata resa obbligatoria la compilazione del campo “indirizzo mail” nel modulo di prenotazione on line. Al riguardo, è necessario prestare la massima attenzione nell’indicare l’indirizzo di posta elettronica, al fine di poter ricevere la convocazione per il test.   Inoltre, d’intesa con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, è stato ritenuto di fissare dei limiti alla possibilità di prenotazione del test:

  • nel caso di assenza ingiustificata alla sessione del test, l’interessato potrà inoltrare una nuova richiesta di prenotazione SOLO dopo 90 giorni, decorrenti dalla data in cui avrebbe dovuto svolgere il test; il sistema telematico impedisce l’invio della nuova prenotazione prima di 90 giorni;
  • unica giustificazione per l’assenza saranno i motivi di salute, certificati dal medico di base o da un medico della ASL. Il certificato dovrà essere prodotto alla Commissione presso il CTP il giorno fissato per il test, indicato nella lettera di convocazione;
  • prima della data fissata per lo svolgimento del test, l’interessato potrà chiedere alla Prefettura lo spostamento della sessione in caso di impedimento.

In caso di assenza ingiustificata o di test non superato, gli stranieri che hanno già presentato domanda per ottenere il permesso CE per soggiornanti di lungo periodo, riceveranno un provvedimento di diniego, per mancanza del requisito di conoscenza della lingua italiana.   Appare pertanto opportuno che la richiesta di permesso CE per lungo soggiornanti sia presentata solo dopo aver superato il test di lingua italiana.


04/02/2014 - Test italiano per permesso lungo soggiorno
Circolare Ministero Interno del 3/2/2014 "Decreto Ministeriale 4.6.2010 recante modalità di svolgimento del test di conoscenza della lingua italiana da parte dei richiedenti il permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo. Novità procedurali e monitoraggio anno 2013." Circolare Ministero Interno 02 01 2014


14/01/2014 - Ricercatori
Nuove disposizioni facilitano l’ingresso per ricerca scientifica e il ricongiungimento dei familiari di titolari di permesso per ricerca. Il decreto-legge 23 dicembre 2013, n. 145, recante interventi urgenti di avvio del piano «Destinazione Italia» (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 300 del 23 dicembre 2013), include all’articolo 5 comma 8 delle disposizioni volte ad agevolare l’ingresso in Italia di ricercatori.   E’ stato modificato l’art 27-ter dove, dopo il comma 3 è stato aggiunta una nuova disposizione (comma 3 bis) relativa alla sussistenza delle risorse mensili necessarie per realizzare il progetto di ricerca. Queste ultime possono essere messe a disposizione del ricercatore non solo dall’ istituto di ricerca ma possono essere accertate e dichiarate nella convenzione di accoglienza anche nel caso in cui la partecipazione del ricercatore al progetto di ricerca benefici del sostegno finanziario dell'Unione Europea, di un'organizzazione internazionale, di altro istituto di ricerca o di un soggetto estero ad esso assimilabile.   Inoltre, al medesimo art. 27-ter al comma 8 è stata apportata una modifica che prevede l’eliminazione dell’obbligo di idoneità alloggiativa nel caso di ricongiungimento di familiari di ricercatori stranieri. Chi è in possesso di permesso per ricerca scientifica, quindi, con le nuove disposizioni, non è più tenuto a presentare il certificato di idoneità alloggiativa .

 


14/01/2014 - Lavoro autonomo
Ingresso per la costituzione di imprese "start-up innovative".  L’art. 5 comma 7 del Decreto legge 145/2013 “Misure per favorire l'internazionalizzazione delle imprese ed in materia di facilitazione dell'ingresso e del soggiorno in Italia per start-up innovative, ricerca e studio” ha previsto una disposizione relativa agli ingressi per lavoro autonomo degli stranieri per la costituzione di start-up innovative.   E’ previsto che, nel rispetto della normativa vigente nazionale ed europea, il Ministero degli Affari Esteri, il Ministero dell'Interno e il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali individuano forme di agevolazione nella trattazione delle domande di visto di ingresso e di permesso di soggiorno connesse con start-up innovative, con iniziative d'investimento, di formazione avanzata, di ricerca o di mecenatismo, da realizzare anche in partenariato con imprese, università, enti di ricerca ed altri soggetti pubblici o privati italiani.   Già con il Decreto flussi per lavoro non stagionale (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 25 novembre 2013, recante “Programmazione transitoria dei flussi d’ingresso dei lavoratori non comunitari per lavoro non stagionale nel territorio dello Stato per l’anno 2013”), si delineava la nuova tipologia di visto. Tra le categorie di lavoro autonomo è stata, infatti, prevista, all’art. 3, la possibilità di ingresso per cittadini stranieri per la costituzione di imprese "start-up innovative" ai sensi della legge 17 dicembre 2012 n. 221 , in presenza dei requisiti previsti dalla stessa legge e a favore dei quali sia riconducibile un rapporto di lavoro di natura autonoma con l'impresa.


14/01/2014 - Ricongiungimento familiare
Aggiornati all'anno 2014 gli importi di reddito necessario per il ricongiungimento di uno o più familiari. Per richiedere il ricongiungimento è necessario avere un reddito annuo lordo, già percepito o presunto, derivante da fonti lecite, non inferiore agli importi indicati (in riferimento all'importo dell'assegno sociale 201 4)   - € 8.728,395 per il ricongiungimento di 1 familiare a carico; - € 11.637,86 per il ricongiungimento di 2 familiari a carico; - € 14.547,325 per il ricongiungimento di 3 familiari a carico; - € 17.456,79 per il ricongiungimento di 4 familiari a carico.   - per il ricongiungimento di 2 o più figli di età inferiore agli anni 14 o o per il ricongiungimento di 2 o più familiari dei titolari dello status di protezione sussidiaria è richiesto un reddito minimo non inferiore al doppio dell'importo annuo dell'assegno sociale (€ 11.637,86) - per il ricongiungimento di 1 familiare e 2 o più figli di età inferiore ai 14 anni è richiesto un reddito di almeno € 14.547,325.  

 


14/01/2014 - Carta Blu UE
Nuove disposizioni per agevolare l’ingresso di lavoratori qualificati. L’art. 5 del Decreto legge 145/2013 “Misure per favorire l'internazionalizzazione delle imprese ed in materia di facilitazione dell'ingresso e del soggiorno in Italia per start-up innovative, ricerca e studio” ha apportato una modifica all’art. 27-quater (comma 1 lett. a) e comma 5 lett. b) ) del Testo Unico con la soppressione della parola “relativa”.   In pratica si procede all’eliminazione della necessità di coerenza tra titolo di studio posseduto e qualifica professionale per i lavoratori altamente qualificati, così come previsto dalla direttiva europea 2009/50. La misura supera un’incertezza interpretativa che, nella prassi, ha ostacolato l’applicazione in Italia della nuova normativa europea sulla “blue card”.  

     


14/01/2014 - Carta acquisti
Esteso il beneficio della carta a comunitari, familiari stranieri di comunitari o italiani e titolari di permesso CE lungo soggiorno. L'art. 1 co. 216 della L.147/2013 (Legge di stabilità 2014) ha modificato l'art. 81 co. 32 del decreto-legge 112/2008 (convertito in legge dalla Legge 133/2008), estendendo il beneficio della "carta acquisti" a: a) cittadini comunitari; b) familiari stranieri di cittadino italiano o comunitario che siano titolari di diritto di soggiorno; c) stranieri titolari di permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo.

 


07/01/2014 - Autocertificazione cittadini di Paesi terzi
Rinviata al 30 giugno 2014 la piena parificazione ai cittadini italiani sulle dichiarazioni sostitutive. "Con il Decreto Legge 150 del 30 dicembre 2013 è stata ulteriormente rinviata, al 30 giugno 2014, la completa parificazione fra cittadini italiani e cittadini stranieri rispetto alle autocertificazioni. Per ulteriori sei mesi non si potranno ancora usare le dichiarazioni sostitutive al posto dei certificati previsti espressamente dalle "disposizioni contenute nelle leggi e nei regolamenti concernenti la disciplina dell'immigrazione e la condizione dello straniero". A titolo di esempio la Questura potrà ancora chiedere il certificato del casellario giudiziale, quello per i carichi pendenti, l'iscrizione a un corso di studi o l'iscrizione al Centro per l'Impiego.   Tale eccezione era già contenuta nella Legge 183 del 2011, entrata in vigore il 1° gennaio 2012, che aveva reso obbligatorie le autocertificazioni in tutti i rapporti con le Pubbliche amministrazioni e i gestori di pubblici servizi.   Nel marzo del 2012 però, in fase di conversione in legge del decreto sulle semplificazioni del governo Monti, questa eccezione era stata soppressa. La nuova norma doveva entrare in vigore il 1 gennaio 2013, per dare il tempo ai Ministeri competenti di definire le modalità di acquisizione d’ufficio dei dati da parte delle Questure e Prefetture attraverso il collegamento con le diverse banche dati. A gennaio 2013 tali modalità non erano ancora state definite e così si è proceduto a un primo rinvio di sei mesi, prorogato di ulteriori sei mesi. Arrivati a gennaio 2014 la situazione non è ancora cambiata rendendosi così necessario un nuovo provvedimento di proroga."   Fonte: www.portaleintegrazionemigranti.gov.it


07/01/2014 - Comunicazioni obbligatorie telematiche (COT)
Aggiornato il vademecum "Modelli e Regole". "Il Ministro del Lavoro ha pubblicato, sul sito cliclavoro.gov.it il Decreto Direttoriale prot. n. 345 del 17 settembre 2013, con il quale viene aggiornato il vademecum "Modelli e Regole" per le comunicazioni obbligatorie telematiche (COT). Gli aggiornamenti entreranno in vigore dal 10 gennaio 2014, alle ore 19.00."

Fonte: www.dplmodena.it   Il Sistema Informatico per le Comunicazioni Obbligatorie costituisce il punto di accesso unico per l’invio on-line delle comunicazioni di instaurazione, proroga, trasformazione, cessazione di un rapporto di lavoro, secondo i modelli unificati definiti dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, da parte di tutti i soggetti obbligati e abilitati.