Inoltro telematico delle domande

Il Servizio di inoltro telematico delle domande del Ministero dell'Interno permette di inviare telematicamente

al datore di lavoro domande di:

  • nullaosta al lavoro subordinato, subordinato domestico e stagionale (*)
  • nullaosta al lavoro in casi particolari (art. 27 D.Lgs. n. 286/98)
  • nullaosta al lavoro subordinato riguardante docenti di scuole e università straniere operanti in Italia (legge n.103/2002)
  • nullaosta all' ingresso e soggiorno per ricerca scientifica (art. 27 ter D.Lgs. n. 286/98)
  • nullaosta al lavoro per lavoratori stranieri altamente qualificati (per rilascio Carta Blu UE)  (art. 27-quater D.Lgs. n. 286/98)
  • nullaosta al lavoro subordinato o autonomo per soggiornanti di lungo periodo in altro Stato dell' Unione Europea (*)

 (*) solo nei termini e con le modalità indicate dal decreto flussi emanato per l’anno in corso

al cittadino di Paesi terzi domande di:

  • nullaosta al ricongiungimento familiare
  • conversione del permesso di soggiorno da studio a lavoro subordinato o autonomo per studenti stranieri che abbiano raggiunto la maggiore età o conseguito in Italia la laurea o titoli di studio post-laurea
  • partecipazione al test di conoscenza della lingua italiana ai fini del rilascio del Permesso di Soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo
  • prenotazione al test di lingua italiana A2 e al test di cultura civica
  • comunicazione dei dati del proprio nucleo familiare al fine della sottoscrizione dell'Accordo di Integrazione
  • cittadinanza

Istruzioni

Per poter accedere al servizio di inoltro telematico delle domande per la prima volta e' necessario registrarsi sul sito del Ministero dell'Interno, attraverso la compilazione di un modulo web. Sono richieste le seguenti informazioni personali:  

  • cognome
  • nome
  • indirizzo e-mail
  • data di nascita
  • password

Held desk

Per segnalare eventuali problemi riscontrati in fase di registrazione è disponibile il servizio di help desk

Per la compilazione e l'inoltro delle domande è possibile farsi assistere dai Servizi immigrazione dei Comuni o di Patronati e Associazioni.