Regione Toscana
Norma

 
PREFETTURA DI FIRENZE - COMUNE DI BORGO SAN LORENZO  
 
ACCORDO 6 dicembre 2016
  Progetto "adotta borgo"  
 


 
  urn:nir:prefettura.firenze:accordo:2016-12-06;nir-1

PREFETTURA DI FIRENZE

COMUNE DI BORGO SAN LORENZO

GESTORI DEI CENTRI DI ACCOGLIENZA STRAORDINARIA PER RICHIEDENTI ASILO: COOPERATIVA IL CENACOLO CO&SO

ASSOCIAZIONE PROGETTO ACCOGLIENZA COOPERATIVA ALBATROS 1973

ASSOCIAZIONE INSIEME

L'anno duemilasedici, il giorno sei del mese di dicembre presso la Prefettura di Firenze, tra la PREFETTURA DI FIRENZE, rappresentata dal Prefetto dr. Alessio Giuffrida, il COMUNE DI BORGO SAN LORENZO, rappresentato dal Sindaco Paolo Omoboni, dall'Assessore al sociale Ilaria Bonanni e dall'Assessore ai lavori pubblici Giacomo Pieri e i seguenti soggetti:

- ASSOCIAZIONE INSIEME con sede a Vicchio, per conto della RTI Caritas

- Associazione Insieme Associazione Il Mulino

- ASSOCIAZIONE PROGETTO ACCOGLIENZA VICCHIO, con sede a Borgo San Lorenzo, per conto della RTI Caritas

- Associazione Insieme

- Associazione Il Mulino

- COOPERATIVA IL CENACOLO, con sede a Firenze, per conto del CO&SO

- COOPERATIVA ALBATROS, con sede a San Cataldo (CL), in proprio.

PRESO ATTO

che i soggetti di cui sopra sono gestori di Centri di accoglienza straordinaria dei migranti sulla scorta di apposite convenzioni sottoscritte con la Prefettura di Firenze

RITENUTO che gli impegni assunti dai gestori nel quadro dei servizi tesi a favorire l'integrazione dei migranti si conciliano con l'iniziativa comunale di cui al presente atto

RICHIAMATA

la Deliberazione della Giunta Comunale n. 96 del 31/05/2015 con la quale si è provveduto ad approvare il Protocollo d?intesa fra il Comune di Borgo San Lorenzo e le Associazioni del Territorio per progetti di volontariato rivolti ai migranti presenti sul territorio.

ALLA LUCE

degli incontri effettuati presso il Comune di Borgo San Lorenzo con la Prefettura di Firenze nonché con le Associazioni che sul territorio si occupano di accoglienza

RITENUTO OPPORTUNO

di condividere un progetto operativo per creare le condizioni di un inserimento nel tessuto sociale dei profughi inseriti presso le strutture di accoglienza citate, al fine di evitare la sedimentazione di situazioni di esclusione di coinvolgere con il massimo impegno tutti i soggetti gestori operanti sul territorio del Comune per la concretizzazione del suddetto protocollo l?evoluzione dei fenomeni migratori connessa anche ai mutamenti nello scenario internazionale, richiede il continuo adeguamento delle strategie di accoglienza da sviluppare nei territori;

PRESO ATTO CHE

attualmente i richiedenti asilo sono ospitati nei seguenti centri di accoglienza straordinaria nel Comune di Borgo San Lorenzo:

ASSOCIAZIONE INSIEME, via Leonardo da Vinci

ASSOCIAZIONE PROGETTO ACCOGLIENZA, Loc. Mucciano

COOPERATIVA IL CENACOLO CO&SO, Loc. Faltona, Loc. F igliano e Polcanto;

COOPERATIVA ALBATROS, via P. Nelli da Rabatta

SI CONVIENE QUANTO SEGUE:


   
  Art. 1 

Oggetto

 
  1.  La Prefettura di Firenze, il Comune di Borgo San Lorenzo e i soggetti firmatari dell'accordo stabiliscono di collaborare per il raggiungimento delle finalità individuate nel presente progetto "Adotta Borgo", attraverso le linee di intervento indicate nel successivo art. 3 e con gli impegni reciproci indicati nell'art. 4, al fine di attivare e realizzare progetti di inserimento sociale rivolti agli ospiti delle strutture di accoglienza per lo svolgimento di attività di volontariato in ambiti di utilità sociale (quali a titolo esplicativo: pulizia del verde, piccole manutenzioni, ecc."), nell'intento di arricchire la conoscenza del territorio e migliorare l'integrazione dei migranti nella comunità.
 
 
  Art. 2 

Strumenti e procedure di attuazione

 
  1.  Il Comune di Borgo San Lorenzo opererà con le associazioni firmatarie, anche con la collaborazione di altri soggetti del Terzo settore, per realizzare percorsi di inserimento ed integrazione sociale dei soggetti preventivamente individuati, su base volontaria, tra quelli presenti presso le strutture di accoglienza. Si prevede pertanto un periodo di prova di sei mesi durante il quale gli operai del Cantiere Comunale accompagneranno, nelle prime fasi del progetto, i soggetti nel percorso di inserimento.
 
 
  Art. 3 

Linee di intervento

 
  1.  Le finalità del presente protocollo verranno perseguite attraverso le seguenti linee di intervento:
   a) Predisposizione di un programma delle attività di decoro urbano concordato con il Cantiere Comunale Allegato A alla presente;
   b) Individuazione tra tutti i soggetti presenti presso le strutture di accoglienza di quelle persone disponibili a svolgere tali attività di volontariato;
   c) Incontri periodici tra il Comune e i soggetti disponibili, se ritenuto necessario dal soggetto gestore.
 
 
  Art. 4 

Impegni reciproci

 
  1.  Il Comune di Borgo San Lorenzo:
   si attiva con tutti i soggetti coinvolti nel progetto promuovendo la reciproca collaborazione;
   promuoverà modalità di raccordo durante i sei mesi con le Associazioni e i soggetti del terzo settore presenti sul territorio e verificherà l'attuazione di tale protocollo;
   assicura il monitoraggio complessivo della realizzazione di quanto previsto dal presente protocollo, d'intesa con la Prefettura di Firenze, allo scopo di incentivare forme di collaborazione in materia di protezione e di inclusione sociale dei richiedenti asilo dando così anche risposta alle specifiche istanze del territorio chiamato all'accoglienza;
   promuove percorsi di accoglienza e attiva rapporti di collaborazione presso le associazioni nell'ambito dei precedenti e specifici accordi.
 
  2.  I soggetti gestori:
   promuovono il percorso concordato con l'Amministrazione Comunale informando i soggetti richiedenti asilo fin dalle prima presa in carico degli stessi;
   registrano le disponibilità da parte degli ospiti anche in virtù delle proprie attitudini;
   si avvalgono della collaborazione del Cantiere Comunale nelle prime fasi di espertizzazione;
   svolgono attività di monitoraggio costante del percorso intrapreso e predispongono report periodici sui risultati delle azioni previste dai punti precedenti sulla base dei monitoraggi e delle verifiche effettuate.
 
 
  Art. 5 

Impegni Finanziari

 
  1.  Per la realizzazione delle finalità e degli interventi previsti dal presente protocollo non sono previste risorse specifiche. Le prestazioni di volontariato svolte dagli ospiti della struttura di accoglienza sono rese a titolo gratuito e quindi senza alcun compenso retributivo. E' a carico dei soggetti gestori la copertura assicurativa di coloro che partecipano al progetto.
 
 
  Art. 6 

Durata

 
  1.  Il presente accordo di collaborazione avrà la durata di due anni a far data dalla sottoscrizione dello stesso, compatibilmente con le condizioni convenzionali tra la Prefettura ed i soggetti gestori.
 
 
  Art. 7 

Aggiornamenti e modifiche

 
  1.  Il presente accordo di collaborazione verrà sottoposto a verifica allo scadere del periodo di prova dei sei mesi e in prossimità della sua scadenza per valutarne l'attuazione ed apportare eventuali modifiche e/o integrazioni, propedeutiche ad un eventuale rinnovo.