Regione Toscana
Norma

 
MINISTERO DELL'INTERNO  
CIRCOLARE 10 settembre 2004, n. 400
  Riattivazione del servizio di mediazione linguistico culturale in forma permanente.  
 


 
  urn:nir:ministero.interno:circolare:2004-09-10;400

AI SIGG. QUESTORI DELLA REPUBBLICA DI ROMA - MILANO - TORINO - BOLOGNA - FIRENZE - BRINDISI - LECCE - CROTONE - CATANZARO - TRAPANI - AGRIGENTO - CALTANISSETTA

AI SIGG. DIRIGENTI LE ZONE DI POLIZIA DI FRONTIERA - MILANO MALPENSA - ROMA FIUMICINO


 

Si porta a conoscenza delle SS.LL. che a decorrere dal 20 settembre p.v. riprenderanno con durata pari a 12 mesi, salvo diverse disposizioni, i progetti di mediazione linguistico culturale elaborati dal C.I.E.S. (Centro Informazione ed Educazione allo Sviluppo), che oltre a fornire di rettamente il servizio svolgerà anche il ruolo di coordinatore genera le nei confronti de i partners che opere ranno direttamente in Lombardia (Progetto Integrazione), Piemonte (Almaterra), Toscana (Ucodep Movimondo) e Sicilia (Acuarinto).

Verrà, pertanto, riattivato il servizio di mediazione linguistico - culturale in forma permanente presso le Questure e secondo le modalità di seguito specificate.

Sarà, inoltre, prevista la presenza di "tutor di servizio" che svolgeranno un'attività di raccordo tra le esigenze degli Uffici assegnatari e i diversi contingenti di Circolare 2004 MLC forma permanente mediatori, collegando, inoltre, questi ultimi con il C.I.E.S. e/o le Associazioni partners per gli aspetti gestionali.

Servizio di mediazione linguistico-culturale presso gli Uffici Immigrazione delle Questure di Roma, Milano, Torino, Bologna, Firenze e presso gli aeroporti di Roma - Fiumicino e Milano - Malpensa.

I mediatori verranno co sì distribuiti:

- Questura di Roma: nr. 10 mediatori linguistico - culturali

- Questura di Milano: nr. 6 " "

- Questura di Torino: nr. 3 " "

- Questura di Bologna: nr. 2 " "

- Questura di Firenze: nr. 3 " "

- Ufficio di Polizia di Frontiera presso lo scalo aereo di Roma-Fiumicino: nr. 4 mediatori linguistico - culturali

- Ufficio di Polizia di Frontiera presso lo scalo aereo di Milano-Malpensa: nr. 3 mediatori linguistico - culturali.

Presso i sopracitati Uffici saranno dislocate le sottonotate aliquote di tutor secondo le modalità di seguito indicate:

- Questura di Milano: nr. 1 tutor con il compito di seguire anche l'equipe di mediatori assegnati presso lo scalo aereo di Milano - Malpensa;

- Questura di Torino: nr. 1 tutor;

- Questura di Roma: nr. 2 tutor, incarica ti di seguire anche i mediatori dislocati presso lo scalo aereo di Roma - Fiumicino, nonché l'equipe di Bologna;

- Questura di Firenze: nr. 1 tutor.

Servizio di mediazione linguistico-culturale attivato presso le località maggiormente impegnate nella gestione dei centri di temporanea permanenza ed accoglienza e nelle province delle Regioni Puglia, Calabria e Sicilia, notoriamente interessate dagli sbarchi e dal transito di clandestini.

Per garantire il predetto servizio verrà istituito un contingente di 12 mediatori linguistico-culturali, così distribuito:

- n. 3 in Puglia di cui nr. 2 a Lecce e nr. 1 a Brindisi; coordinati da nr. 1 tutor;

- n. 4 in Calabria, di cui nr. 3 a Crotone, nr .1 a Catanzaro; coordinati da nr.1 tutor;

- n. 5 in Sicilia, di cui nr. 2 a Trapani, nr. 2 ad Agrigento e nr. 1 a Caltanissetta.

Si precisa, tuttavia, che, in base alle esigenze connesse agli sbarchi dei clandestini, le suddette aliquote di mediatori potranno subire delle variazioni e/o spostamenti di sedi.

Le SS.LL. sono invitate a trasmettere a questa Direzione Centrale - Ufficio Affari Generali e Giuridici - una relazione mensile sulle attività poste in essere dai mediatori linguistico-culturali, precisando se le stesse si siano svolte regolarmente, se abbiano rispettato i termini di avvio stabiliti, specificando, il numero dei mediatori effettivamente impiegati nel mese, con la segnalazione delle ore di attività rese da ciascuno di essi.

Si confida nella consueta collaborazione delle SS.LL.

 

IL DIRETTORE CENTRALE Pansa