Regione Toscana
Norma

 
MINISTERO DELL'INTERNO DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE PER I SERVIZI DEMOGRAFICI AREA III STATO CIVILE  
CIRCOLARE 6 aprile 2010, n. 10
  Oggetto: Legalizzazione documenti. Problematiche sorte in relazione ad atti già legalizzati dall'Ambasciata e/o Consolati italiani in Cina.  
 


 
  urn:nir:ministero.interno;dipartimento.affari.interni.territoriali;direzione.centrale.servizi.demografici:circolare:2010-04-06;10

Ai Sigg. Prefetti della Repubblica - Loro Sedi

Al Sig. Commissario del Governo per la Provincia di Trento

Al Sig. Commissario del Governo per la Provincia di Bolzano

Al Sig. Presidente della Regione Autonoma Valle d'Aosta - Servizio Affari di Prefettura piazza della Repubblica, 15 - Aosta

e, per conoscenza: Al Commissario dello Stato per la Regione siciliana - Palermo

Al rappresentante del Governo per la Regione Sardegna - Cagliari

Al Ministero degli Affari Esteri - Direzione Generale Italiani all'Estero e Politiche Migratorie Uff. III/Uff. IV - Roma

Al Ministero della Giustizia - Ufficio Legislativo - Roma

All'Ufficio di Gabinetto dell'On. Sig. Ministro - Sede

All'Ispettorato Generale di Amministrazione via Cavour, 6 - Roma

All'Istituto Nazionale di Statistica - Roma

All'Ufficio I - Gabinetto del Capo Dipartimento Affari Interni e Territoriali - Sede

All'A.N.C.I. via dei Prefetti, 46 - Roma

All'A.N.U.S.C.A. via dei Mille, 35e/f - Castel S.Pietro Terme (Bo)

Alla DeA - Demografici Associati c/o Amministrazione Comunale V.le Comaschi n. 1160 - Cascina (Pi)


 

Sono giunte a questa Direzione Centrale alcune lamentele da parte dell'Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese circa il mancato riconoscimento, da parte di alcuni comuni italiani, di documenti già legalizzati dall'Ambasciata e/o dai Consolati Italiani in Cina, rappresentando che in alcuni casi gli ufficiali dello stato civile, in aggiunta alla legalizzazione apposta da dette autorità, richiedono la legalizzazione anche da parte dell'autorità diplomatica cinese in Italia.

A tal proposito si ricorda, come peraltro già menzionato nel Massimario per l'Ufficiale dello stato civile (ora disponibile, com'è noto, sul sito istituzionale di questa Direzione Centrale www.servizidemografici.interno.it pag. 27 e segg.), che tutti gli atti formati all'estero vanno legalizzati dalle rappresentanze diplomatiche e consolari italiane all'estero e che, in presenza di tale legalizzazione, non deve essere richiesta alcuna ulteriore legalizzazione da parte dell'Autorità Diplomatica straniera in Italia, indipendentemente dalla nazionalità dei soggetti interessati all'atto.

Tale principio trova fondamento nelle norme italiane in materia di legalizzazione e di funzioni consolari, ed è applicabile sia per la trascrizione degli atti di stato civile sia per eventuali richieste o variazioni anagrafiche da effettuare.

Restano salve le norme di maggior favore eventualmente previste da Convenzioni internazionali in materia.

Si pregano, pertanto, le SS.LL. di voler comunicare quanto sopra esposto ai Sigg. Sindaci perchè ne prendano atto e ne diano sollecita informazione agli ufficiali dello stato civile.


 

Il Direttore Centrale Giovanna Menghini