Regione Toscana
Norma

 
MINISTERO DELL'INTERNO  
CIRCOLARE 6 aprile 2010, n. 11
  OGGETTO: Commissione per le Adozioni Internazionali. Problematiche in merito alle modalità di apposizione sui documenti delle "Apostille".  
 


 
  urn:nir:ministero.interno:circolare:2010-04-06; 11

AI SIGG, PREFETTI DELLA REPUBBLICA - LORO SEDI AL SIG. COMMISSARIO DEL GOVERNO PER LA PROVINCIA DI TRENTO

AL SIG. COMMISSARIO DEL GOVERNO PER LA PROVINCIA DI BOLZANO

AL SIG. PRESIDENTE DELLA REGIONE AUTONOMA VALLE D'AOSTA - Servizio Affari di Prefettura Piazza della Repubblica, 15 - AOSTA

E, per conoscenza: AL COMMISSARIO DELLO STATO PER LA REGIONE SICILIANA - PALERMO

AL RAPPRESENTANTE DEL GOVERNO PER LA REGIONE SARDEGNA - CAGLIARI


 

La Commissione per le Adozioni Internazionali ha recentemente segnalato a questa Amministrazione di essere stata ripetutamente sensibilizzata, da autorità straniere ed enti appositamente autorizzati dalla legge sulle adozioni internazionali, in merito ad errori nell'apposizione delle "Apostille" previste dalla Convenzione dell'Aja del 5 ottobre 1961 , da parte dei competenti uffici delle Prefetture.

In particolare viene lamentato che le "Apostille" non corrispondono alle caratteristiche disposte da detta Convenzione, con riguardo in particolare all'erronea compilazione del modello di postilla, alle dimensioni del relativo riquadro, all'assenza del timbro della prefettura emittente ed altro.

Nel richiamare in merito le disposizioni contenute nel DPR n. 444/2000  , la predetta Commissione per le Adozioni ha sottolineato che quanto sopra comporta ritardi nella conclusione dei procedimenti di adozione anche per il rinvio delle udienze da parte delle autorità giudiziarie straniere che non accettano gli atti e i documenti così inesattamente autenticati, con la necessità da parte delle coppie interessate all'adozione di doverli ripresentare, con conseguente aggravio di tempi e costi.

Vorranno, pertanto, le SS.LL. richiamare l'attenzione dei rispettivi Uffici preposti a tale compito affinchè nella compilazione del modello di postilla venga assicurato il rispetto delle formalità disposte dalla vigente normativa per la legalizzazione di atti e documenti richiesti all'estero per la conclusione dei procedimenti di adozione.


 

IL DIRETTORE CENTRALE: Menghini