Regione Toscana
Norma

 
MINISTERO DELL'INTERNO DIPARTIMENTO LIBERTA' CIVILI E IMMIGRAZIONE DIREZIONE CENTRALE PER LE POLITICHE DELL'IMMIGRAZIONE E DELL'ASILO  
 
CIRCOLARE 4 maggio 2007, n. 2128
  Oggetto: Sportello Unico per l'Immigrazione. Accelerazione procedure.  
 


 
  urn:nir:ministero.interno;dipartimento.liberta.civili.immigrazione;direzione.centrale.politiche.immigrazione.asilo:circolare:2007-05-04;2128

Ai Sigg. Prefetti - Loro Sedi

Al Sig. Commissario del Governo per la Provincia Autonoma di Trento

Al Sig. Commissario del Governo per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Sig. Presidente della Regione Valle d'Aosta - Aosta

Al Dipartimento della P.S. - Roma

e, p.c.: Al Ministero della Solidarietà Sociale - Direzione Generale dell'Immigrazione, via Fornovo, 8 - Roma

Al Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale - Roma

Al Ministero degli Affari Esteri - Roma

Al Gabinetto del Sig. Ministro - Sede


 

Di seguito alle circolari n. 1982 del 20/04/2007, n. 1679 del 06/04/2007, n. 1169 del 15/03/2007, al fine di migliorare e rendere ancora più celeri le trasmissioni tra gli Uffici interessati all'iter procedurale per il rilascio dei nulla osta al lavoro, si comunicano le seguenti modifiche apportate al sistema informatico dello Sportello Unico, così riassumibili:

1. In fase di valutazione della pratica, la Direzione provinciale del lavoro può esprimere un parere positivo, un parere negativo, oppure può richiedere documentazione integrativa al richiedente;

2. Il sistema SUI controlla il tempo di attesa per l'ottenimento del parere dalla Direzione provinciale del lavoro. Le pratiche che non ricevono il parere dalla Direzione provinciale del lavoro entro 40 giorni solari dal loro inoltro alle DPL stesse sono evidenziate dal sistema alla Direzione provinciale competente mediante un apposito report giornaliero. Il sistema mette a disposizione il report, per conoscenza, anche al responsabile dello Sportello Unico competente. Un apposito report riepilogativo giornaliero è messo a disposizione, a livello nazionale, del Dipartimento per le Libertà Civili e l'Immigrazione;

3. Nel caso in cui la Direzione provinciale del lavoroabbia la necessità di richiedere documentazione integrativa al richiedente, il sistema SUI mette a disposizione un'apposita funzione utente che permette l'apertura di un canale di comunicazione fra la DPL e lo Sportello Unico per permettere alla Direzione provinciale del lavoro di formulare la richiesta e di inoltrarla allo Sportello unico che gestisce il rapporto diretto con il datore di lavoro. Tale registrazione interrompe il termine dei 40 giorni solari di cui al punto precedente.

4. Lo Sportello Unico, ricevendo dalla Direzione provinciale del lavoro la richiesta per il richiedente di informazioni integrative, predispone e invia al richiedente la lettera di richiesta. Nella lettera di richiesta, prodotta con l'ausilio del sistema SUI, è specificato l'elenco delle informazioni integrative richieste, il fac simile di risposta, l'indirizzo dell'ufficio cui far pervenire la risposta (lo Sportello Unico), nonchè il fatto che, decorso il termimne di 10 giorni dalla ricezione della richiesta senza che sia pervenuta risposta da parte del richiedente, la pratica si intenderà da chiudere in quanto carente, nella sua proposizione originaria, rispetto ai requisiti di legge;

5. Se il richiedente fornisce le informazioni richieste, lo Sprtello Unico carica tali informazioni nel sistema e mette la pratica di nuovo a Disposizione della Direzione provinciale del lavoro perchè sia da questa verificata (ritorno al passo 1). Il sistema registra le informazioni caricate in questa fase distinguendole da quelle originariamente presenti in domanda;

6. Se non perviene risposta dal richiedente nel termine dei 10 giorni, il sistema inizialmente produce un report giornaliero che viene messo a disposizione dello Sportello Unico e della Direzione provinciale del lavoro. Trascorsi ulteriori cinque giorni senza che sia pervenuta risposta dal richiedente, il sistema porta la pratica in uno stato che permette allo Sportello Unico di chiuderla per carenza di requisiti di legge;

7. A seguito di parere positivo o di parere negativo motivato da parte della Direzione provinciale del lavoro, lo Sportello Unico agisce secondo le modalità consuete.

Ulteriori statistiche aggiunte nel sistema SUI

Il monitoraggio dell'interazione tra il SUI e le Autorità consolari

Le pratiche per le quali trascorrono 180 giorni, dal momento della trasmissione del nulla osta al Ministero degli Affari Esteri, senza che sia comunicato al SUI il rilascio o il diniego del visto d'ingresso, entrano in una lista di attenzione. La lista di attenzione è monitorata mediante apposito report prodotto giornalmente e messo a disposizione, dal sistema SUI, degli Sportelli Unici e, a livello centrale, del Dipartimento per le Libertà Civili e l'Immigrazione.

Il monitoraggio dell'interazione tra SUI e le Questure

Le pratiche per le quali trascorrono 40 giorni, dal momento della trasmissione della pratica al CEN di Napoli, senza che sia comunicato al SUI l'esito delle verifiche da parte delle Questure, entrano in una lista di attenzione. Ogni giorno il sistema produce un report, suddiviso per provincia che elenca le pratiche in attesa di parere dalle Questure. Il report è messo a disposizione, dal sistema SUI, degli Sportelli unici e, a livello centrale, del Dipartimento per le Libertà Civili e Immigrazione.

 

Il Direttore Centrale: Ciclosi