Regione Toscana
Norma

 
MINISTERO DELL'INTERNO DIPARTIMENTO PER LE LIBERTA' CIVILI E L'IMMIGRAZIONE DIREZIONE CENTRALE PER LE POLITICHE DELL'IMMIGRAZIONE E DELL'ASILO  
CIRCOLARE 13 maggio 2011, n. 3666
  Oggetto: Comunicazioni obbligatorie dei datori di lavoro.  
 


 
  urn:nir:ministero.interno;dipartimento.liberta.civili.immigrazione;direzione.centrale.politiche.immigrazione.asilo:circolare:2011-05-13;3666

Ai Sig. Prefetti titolari degli Uffici Territoriali di Governo - Loro Sedi

Al Sig. Commissario del Governo per la Provincia autonoma di Trento

Al Sig. Commissario del Governo per la Provincia autonoma di Bolzano

Al Sig. Presidente della Regione Valle d'Aosta - Aosta

Al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione Generale dell'Immigrazione - Roma

Al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione Generale per l'Innovazione - Roma

All'INPS - Roma

All'Agenzia dell Entrate - Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti - Roma

Al Gabinetto del Sig. Ministro - Sede

Al Dipartimento della P. S. - Direzione Centrale dell'Immigrazione e della Polizia delle Frontiere - Sede


 

Com'è noto, già da alcuni anni il sistema delle comunicazioni obbligatorie ha introdotto nell'ordinamento italiano il principio generale della comunicazione unificata in caso di instaurazione, variazione e cessazione di un rapporto di lavoro e, come tale, si applica anche ai rapporti di lavoro con cittadini non comunitari.

In particolare, l'obbligo previsto dall' art. 22 comma 7 del TU n. 286/1998  , concernente la necessità di comunicare ogni variazione sopravvenuta nel rapporto di lavoro con lo straniero, è assolto con la medesima comunicazione, secondo le modalità stabilite dal D.M. 30 ottobre 2007  , mentre, nel caso in cui venga instaurato un nuovo rapporto di lavoro con un cittadino straniero regolarmente soggiornante in italia, il datore di lavoro è tenuto a trasmettere il contratto di soggiorno (mod. Q), indicando anche la sistemazione alloggiativa del lavoratore straniero e assumendo l'impegno al pagamento delle spese di ritorno dello stesso nel Paese di provenienza.

Tanto premesso, si informa che, recentemente, gli standard del sistema adottati con il citato decreto interministeriale sono stati implementati, comprendendo anche i dati finora riportati nel modello Q.

Peraltro, tale semplificazione, resa possibile grazie alla costante collaborazione interistituzionale fra questo ministero, il Dicastero del lavoro e delle Politiche Sociali e l'INPS, sarà applicata, in questa prima fase, a titolo sperimentale; pertanto, la comunicazione obbligatoria non sostituirà il modello Q, che dovrà ancora essere trasmesso dal datore di lavoro in caso di nuova assunzione.

Si soggiunge che sono in corso i necessari adeguamenti del sistema finalizzati alla definitiva sostituzione del modello Q con le comunicazioni obbligatorie in argomento.

Inoltre, si rappresenta che questo Dipartimento ha recentemente realizzato uno specifico sistema denominato "comunicazioni obbligatorie" che consente di acquisire le comunicazioni predette dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Peraltro, tale sistema rende possibile soltanto la consultazione delle informazioni presenti nelle comunicazioni obbligatorie acquisite, senza poter effettuare alcuna modifica ai dati provenienti dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Le tipologie di comunicazioni obbligatorie gestite dal sistema di questo Dipartimento saranno le seguenti:

MODULO DESCRIZIONE
Unificato LavE' il modulo mediante il quale tutti i datori di lavoro pubblici e privati, di qualsiasi settore (ad eccezione delle Agenzie per il lavoro relativamente ai rapporti di somministrazione) adempiono all'obbligo di comunicazione dell'assunzione dei lavoratori, della proroga, trasformazione e cessazione dei relativi rapporti di lavoro, direttamente o tramite i soggetti abilitati.
Unificato SommE' il modulo mediante il quale le agenzie per il lavoro adempiono all'obbligo di comunicazione relativo a tutte le tipologie di rapporti di somministrazione.
Unificato VARDatoriIl modulo viene utilizzato per le seguenti comunicazioni: - trasferimento d'azienda per fusione - cessione di ramo d'azienda - cessione di contratto - Variazione della ragione sociale del datore di lavoro - trasferimento d'azienda per cessione.

Il sistema permetterà di ricercare le comunicazioni obbligatorie utilizzando alcuni parametri, quali la tipologia di modello, i dati anagrafici, la provincia in cui si svolge il rapporto di lavoro.

L'applicazione in questione è raggiungibile all'indirizzo http://10.254.32.98/ComunicazioniObbligatorie/index1.jsp .

Le utenze di accesso saranno successivamente inviate a codeste Sedi, attraverso la consueta posta elettronica, a cura dell'Ufficio VI - Sistema Informatico di questo Dipartimento, mentre il manuale d'uso è sin d'ora disponibile sulla "home page" dell'applicazione.

Infine, si sottolinea che questa importante innovazione consentirà a codeste Sedi di avere a disposizione in maniera rapida una serie di informazioni utili ad agevolare il disbrigo delle delicate incombenze attribuite in materia, con particolare riguardo al monitoraggio in ambito provinciale della sussistenza di regolari rapporti di lavoro per i cittadini stranieri.

Si resta a disposizione per ogni ulteriore chiarimento ritenuto necessario.

 

Il Direttore Centrale Malandrino