Regione Toscana
Norma

 
MINISTERO DELL'INTERNO DIPARTIMENTO PER LE LIBERTA' CIVILI E L'IMMIGRAZIONE DIREZIONE CENTRALE PER LE POLITICHE DELL'IMMIGRAZIONE E DELL'ASILO  
CIRCOLARE 2 ottobre 2009, n. 5727
  Oggetto: Emersione di lavoro irregolare nell'attività di assistenza e di sostegno alle famiglie ex L. 102/09  .  
 


 
  urn:nir:ministero.interno;dipartimento.liberta.civili.immigrazione;direzione.centrale.politiche.immigrazione.asilo:circolare:2009-10-02;5727

Ai Sigg. Prefetti titolari degli Uffici Territoriali di Governo - Loro Sedi

Al Sig. Commissario di Governo per la Provincia Autonoma di Trento

Al Sig. Commissario di Governo per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Sig. Presidente della Giunta Regionale Valle d'Aosta - Aosta

e, p.c. Al Ministero degli Affari Esteri, DGPIEM - Ufficio VI Centro Visti - Roma

Al Ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali - Direzione Generale dell'Immigrazione - via Fornovo, 8 - Roma

All'I.N.P.S. Istituto Nazionale Previdenza Sociale - via Ciro il Grande, n. 21 - Roma

All'Agenzia delle Entrate - Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti - via del Giorgione, 159 - Roma

Al Gabinetto del Sig. Ministro - Sede

Al Dipartimento della P.S. - Direzione Centrale dell'Immigrazione e della Polizia delle Frontiere - Sede

Al Dipartimento per le Politiche del Personale dell'Amm.ne Civile e per le Risorse Strumentali e Finanziarie - Direzione Centrale per le Risorse Strumentali e Finanziarie - Ufficio IV - Servizi Informatici del Personale - Sede


 

Di seguito alla circolare n. 10/2009 del 7 agosto 2009  , concernente l'oggetto, si comunica che è stata avviata la procedura di acquisizione dal sistema di alimentazione ALI al sistema di gestione dello Sportello Unico per l'Immigrazione (SPI) delle domande di emersione dal lavoro irregolare e, contestualmente, è stata inoltrata la richiesta di parere alle Questure competenti.

La procedura terminerà, presumibilmente, entro 15 giorni, rendendo gradualmente disponibile la visualizzazione delle domande pervenute, acquisite conservando l'ordine cronologico di ricezione delle istanze stesse.

Si conferma che un operatore dell'INPS sarà presente in ogni sede dello Sportello Unico per consentire ai datori di lavoro di effettuare la comunicazione obbligatoria prevista dal D.L. n. 185/2008  convertito nella Legge n. 2/2009  e per procedere alle verifiche di competenza relative all'avvenuto versamento del contributo forfettario.

Nelle sedi ove perverrà il maggior numero di domande, potranno essere presenti più operatori I.N.P.S. presso lo Sportello Unico.

Al riguardo, si invitano le SS.LL. a prendere gli opportuni contatti con i responsabili delle sedi locali dell'I.N.P.S. per individuare i nominativi degli operatori dell'Istituto, concordare l'organizzazione delle attività degli stessi presso gli Sportelli Unici e segnalare altre eventuali particolari esigenze.

Si rammenta che la postazione aggiuntiva di cui ogni Prefettura - U.T.G. è già stata dotata dovrà essere riservata agli operatori I.N.P.S. per i quali, inoltre, codeste Sedi dovranno richiedere l'organizzazione all'accesso a internet al competente Dipartimento per le Politiche del Personale dell'Amministrazione Civile e per le Risorse Strumentali e Finanziarie - Direzione Centrale per le Risorse Strumentali e Finanziarie - Ufficio IV - Servizi Informatici del Personale.

Si ribadisce che nelle province ove perverrà il numero di domande più elevato saranno allestite presso le sedi I.N.P.S. altre postazioni dello Sportello Unico, sulla base delle intese che verranno raggiunte a livello centrale in merito alla ubicazione delle sedi stesse, di cui si fa riserva di dare comunicazione alle Prefetture - U.T.G. interessate.

Si precisa, inoltre, che gli eventuali errori materiali contenuti nelle istanze, che dovessero essere riscontrati, potranno essere sanati al momento della convocazione delle parti allo Sportello Unico per la firma del contratto di soggiorno.

Infine, si rappresenta che è stato inviato a codeste Prefetture - U.T.G. per via telematica il manuale operativo SPI per le dichiarazioni di emersione di lavoro irregolare.

Si invitano le SS.LL. ad informare i rispettivi dirigenti degli Sportelli Unici in merito alle indicazioni sopra riportate, incaricando gli stessi a procedere immediatamente alla convocazione delle parti nei casi in cui sia già stato espresso il parere delle Questure (step "convocazione emersione", visibile nella funzione "raggruppamento attività").

Infine, si comunica che l'elenco definitivo delle istanze presentate in ogni ambito provinciale, relative alla procedura in oggetto, è pubblicato sul sito internet www.interno.it .

Si ringrazia per la consueta collaborazione e, nel rimanere a disposizione per ogni ulteriore chiarimento anche attraverso il servizio Help Desk, si resta in attesa di un cortese cenno di assicurazione.

 

Roma, 2 ottobre 2009

Il Direttore Centrale Malandrino