Regione Toscana
Norma

 
MINISTERO DELL'INTERNO  
CIRCOLARE 22 novembre 2013, n. 7006
  Oggetto: Consigli Territoriali per l'Immigrazione - Attività di monitoraggio 2012. Avvio nuova procedura.  
 


 
  urn:nir:ministero.interno:circolare:2013-11-22;7006

ALLE PREFETTURE - LORO SEDI

AL COMMISSARIATO DEL GOVERNO PER LA PROVINCE AUTONOMA DI TRENTO

AL COMMISSARIATO DEL GOVERNO PER LA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO

ALLA PRESIDENZA DELLA REGIONE VALLE D'AOSTA - AOSTA

e, p.c. AL GABINETTO DEL MINISTRO - SEDE

AL DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI - SEDE

AL DIPARTIMENTO DELLA P.S - SEDE


 

Si fa seguito alla circolare n. 0003760 del 30/05/2012  relativa all'attivazione della procedura informatica di monitoraggio finalizzata alla rilevazione del fenomeno migratorio, per informare che a fronte del miglioramento in atto del sistema di raccolta dati, in collaborazione con l'Ufficio Centrale di Statistica del Dipartimento per le Politiche del personale e l'Ufficio VI di questo Dipartimento, si sta espletando la procedura aperta ex art. 3 comma 37  , 54  e 55  del D.Lgs 136/2006 , per l'affidamento di un servizio di sostegno ai Consigli Territoriali per l'Immigrazione nell'attività di monitoraggio delle politiche migratorie e dei processi di integrazione a livello territoriale.

Il servizio si inquadra nell'ambito di diversi interventi e progettualità finanziati dal FEI 2007 - 2013, con i quali il Ministero dell'Interno ha contribuito a rafforzare l'azione complessiva di monitoraggio dei CC.TT.I. attraverso l'allargamento della partecipazione e della funzione di ogni singolo attore al suo interno.

Il prodotto di questo sforzo di ottimizzazione sarà la realizzazione di un Rapporto annuale che possa al contempo essere strumento di comunicazione verso l'esterno, con la conseguente valorizzazione dell'operato dei CC.TT.I. nonchè di conoscenza trasversale tra differenti territori e processi operativi. La finalità di un Rapporto con tali caratteristiche è quella di qualificare l'azione del centro e delle periferie quali produttori di una conoscenza realistica del fenomeno migratorio e dei percorsi praticabili per un armonico sviluppo delle politiche di integrazione.

Si sottolinea che con questo servizio verranno assicurati anche il tutoraggio diretto per la gestione dello Strumento e della metodologia di rilevazione, nonchè la possibilità di elaborazione ed analisi dei dati raccolti secondo le specifiche necessità conoscitive e operative e l'attività di reporting.

In considerazione del ruolo cruciale svolto dai Consigli Territoriali per l'Immigrazione (CC.TT.I) per l'attuazione di positive politiche dell'immigrazione sul territorio e di un fondamentale utilizzo di un sistema informativo per la compiuta conoscenza del fenomeno, è stato utilizzato un questionario che ha richiesto ai CC.TT.I di interpellare una molteplicità di soggetti (Comuni, Province, Regioni, lnps, lnail, Agenzia per le entrate, Questure, Sportelli unici per l'Immigrazione).

L'esperienza maturata ha consentito di procedere nella direzione di ovviare ai problemi inerenti la disomogeneità dei dati, il caricamento di quelli già disponibili a livello centrale e i disagi operativi nella fase di acquisizione. Nelle more dell'espletamento delle necessarie procedure affinché strumenti e servizi siano disponibili e fruibili nel biennio 2014 - 2015, si comunica che, già per la rilevazione attinente il 2012, alcuni campi del questionario, diversamente dal passato, verranno caricati a livello centrale e non dai CC.TT.I.

Si allega, quindi, alla presente la nota con le specifiche dei dati che saranno caricati a livello centrale già da questa rilevazione, pregando di porre la massima attenzione in questa fase di avvio del progetto di semplificazione, procedendo come segue:

1. aprire il questionario 2012, selezionando l'anno e successivamente l'inserimento;

2. compilare tutti i dati della sezione "Inserimento" e cliccare sul tasto lnserisci;

3. procedere alla compilazione delle altre sezioni, inserendo il valore "CENTRALE" nel campo "Motivazione dati mancanti", per completare la sezione e poter proseguire. I dati indicati nella nota allegata, verranno caricati successivamente a livello centrale. ll sistema è già attivo ed operante.

La possibilità di fornire un dato attendibile, verificabile e interpretabile è sicuramente un obiettivo condiviso che va nella direzione di qualificare il contributo dei CC.TT.I alle politiche di integrazione.

Si prega, pertanto, di voler provvedere alla compilazione del questionario per la rilevazione 2012 entro il 15 dicembre 2013.

La lettura qualitativa del fenomeno, derivante da una corretta raccolta quantitativa di cui i Consigli Territoriali possono disporre, rimarca il delicato ruolo che essi ricoprono quali sedi ideali sul versante della promozione di incisive azioni a livello dell'accoglienza come dell'integrazione nonché della coesione sociale e dell'armonizzazione delle differenze culturali dei migranti con la cultura del Paese di arrivo.

Non sfugge, di conseguenza, la necessità che i dati elaborati secondo criteri di omogeneità, attendibilità e valutabilità, siano resi accessibili in maniera razionale ed uniforme da tutti gli UU.TT.GG. attraverso i siti delle Prefetture.

Appare, quindi, utile che i dati prodotti siano reperibili nella sezione Immigrazione Consigli Territoriali per l'Immigrazione, che può essere facilmente indicato come link anche da altri Uffici della Prefettura che abbiano avuto ruolo nella raccolta.

Si ritiene che il lavoro svolto dai Consigli Territoriali per l'Immigrazione in questi anni, al quale questa Direzione ha guardato con la massima attenzione ed ogni possibile sostegno, possa, nelle circostanze attuali, esprimersi pienamente attraverso un compiuto esercizio di ruolo a favore dell'Amministrazione e delle comunità locali.

 

Il Direttore Centrale: Malandrino