Regione Toscana
Norma

 
ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE  
CIRCOLARE 10 gennaio 2008, n. 846
  Oggetto: comunicazioni obbligatorie dei datori di lavoro relative assunzioni, trasformazioni, proroghe e cessazioni dei rapporti di lavoro.  
 


 
  urn:nir:istituto.nazionale.previdenza.sociale:circolare:2008-01-10;846

Alle Direzioni centrali

Alle Direzioni regionali

A tutte le strutture provinciali e subprovinciali

A tutte le strutture sul territorio


 

Con decreto interministeriale del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale del Ministero per le Riforme e le innovazioni tecnologiche per la pubblica amministrazione del 30 ottobre 2007  , pubblicato sulla G.U.R.I. del 27 dicembre 2007, che entrerà in vigore il giorno 11 gennaio 2008, sono state definite le modalità delle comunicazioni obbligatorie dei datori di lavoro relative alle assunzioni, trasformazioni, proroghe e cessazioni dei rapporti di lavoro.

Le predette comunicazioni obbligatorie avvengono conn le seguenti modalità:

- dall'11 gennaio 2008 per le comunicazioni potranno essere utilizzati esclusivamente i moduli adottati nel Decreto citato che sostituiscono ogni altro modello utilizzato in precedenza;

- dal 1 marzo 2008 i moduli dovranno essere trasmessi ai Centri per l'impiego esclusivamente in via telematica. Fino a tale data, la c.d. pluriefficacia della comunicazione anche nei confronti degli Enti Previdenziali, si applica solo a quelle trasmesse in via telematica. Nel caso di invio cartaceo ai Centri per l'impiego permane, ove previsto, l'ulteriore obbligo di comunicazione nei confronti degli Enti Previdenziali;

- per i datori di lavoro domestico il decreto prevede una deroga all'obbligo generale di invio telematico. In questo caso, la pluriefficacia della comunicazione a decorrere dall'11 gennaio 2008, è assicurata dai servizi informatici regionali del Ministero del Lavoro, attraverso l'inserimento del modulo nei sistemi applicativi dei servizi competenti ed è resa disponibile a Enti Previdenziali attraverso il sistema di cooperazione applicativa telematica.


 

Crecco