Regione Toscana
Norma

 
PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE  
CIRCOLARE 16 maggio 2011, n. 980
  O.P.C.M. 3933/2011  . Attivazione del processo di rimborso delle spese effettivamente sostenute per il superamento dell'emergenza umanitaria nel territorio nazionale in relazione all'eccezionale afflusso di cittadini appartenenti ai popoli del Nord Africa.  
 


 
  urn:nir:presidenza.consiglio.ministri;dipartimento.protezione.civile:circolare:2011-05-16;980


 

In relazione a quanto previsto dall' ordinanza del presidente del Consiglio dei Ministri del 13 aprile 2011, n. 3933  , e facendo seguito alle disposizioni impartite con le note del 29 aprile 2011 prot. MiG/DIP/260 e del 7 maggio 2011, prot. n. MIGR/EME/640  , si ritiene utile fornire alle SS.LL. ulteriori indicazioni di dettaglio in merito alla procedura di rimborso degli oneri relativi agli interventi posti in essere per il superamento del contesto emergenziale in oggetto.

Il rimborso delle spese sostenute a decorrere dal 23 aprile u.s., per l'assistenza prestata ai migranti e ai profughi dislocati sul territorio nazionale in attuazione del Piano di cui al decreto n. di rep. 2094 del 3 maggio 2011 - ovvero di quelle sostenute dal sistema regionale di accoglienza dal 13 aprile 2011 non imputate alla gestione dei Soggetti attuatori di cui all' O.P.C.M. n. 3924  - avverrà sulla base della modulistica qui allegata e disponibile, unitamente al manuale tecnico per la compilazione, sul sito internet www.protezionecivile.it .

La citata documentazione è articolata in 3 sezioni (Sez. A riepilogativa dei dati del Soggetto Attuatore, Sez. B recante informazioni di sintesi degli oneri complessivamente sostenuti e Sez. C dedicata alle singole tipologie di spesa). E' prevista, inoltre, la compilazione di schede distinte in ragione dello status dei soggetti beneficiari dell'assistenza (migranti con permessi di soggiorno ex art. 20 D.lgs. n. 286/98  o richiedenti asilo/rifugiati).

La suddetta modulistica, debitamente compilata per le voci omogenee di spesa, dovrà essere anticipata all'indirizzo di posta elettronica " rimborsi.nordafrica@protezionecivile.it " entro la prima decade del mese successivo a quello in cui le spese sono state effettuate/sostenute e contestualmente trasmessa in formato cartaceo, a firma del Soggetto Attuatore, allo scrivente Commissario Delegato presso il Dipartimento della protezione Civile, via Vitorchiano, n. 4 - 00189 - Roma.

All'esito delle necessarie verifiche amministrativo-contabili, lo scrivente accertata l'inerenza delle spese al contesto emergenziale in atto, provvederà a rendere disponibili le somme dovute sulle contabilità speciali appositamente istituite allo scopo, ovvero ad avviare le necessarie interlocuzioni volte ad acquisire gli ulteriori elementi del caso.

Al riguardo si precisa che, in relazione all'effettiva assistenza prestata ai cittadini migranti beneficiari di permessi di soggiorno per motivi umanitari di cui all' art. 20 del decreto legislativo n. 286/98  , sarà riconosciuto - come peraltro già comunicato in più occasioni - un contributo massimo giornaliero di 40 euro al giorno, fatta salva la possibilità di rendicontare oneri maggiori purchè gli stessi siano adeguatamente documentati e giustificati e siano contenuti nel limite massimo giornaliero di euro 46 al giorno.

Per quanto attiene invece l'assistenza prestata ai richiedenti asilo, ferma restando l'indicazione di garantire - a regime - un trattamento analogo a quello riservato dal Ministro dell'Interno ai soggetti ospitati nei Centri di Accoglienza Richiedenti Asilo (C.A.R.A.), le SS.LL., ove abbiano adottato soluzioni temporanee di assistenza presso hotel o altre strutture analoghe, sono autorizzate a stipulare contratti per il solo vitto e alloggio per un periodo di 15 giorni, rinnovabili per altri 15, nelle more dell'individuazione di strutture di accoglienza definitive e della stipula delle relative convenzioni.

In relazione all'allestimento di strutture ex novo, si rammenta che in sede di richiesta della occorrente copertura finanziaria dovrà essere allegata "una breve scheda descrittiva della struttura ed informazioni sulla proprietà della stessa, del tipo di disponibilità e degli interventi da realizzare, nonchè una stima dei relativi costi", come già espressamente indicato nella circolare del 7 maggio u.s., prot. n. 640  . In merito alle modalità di rimborso, si rappresenta che non potranno essere prese in considerazione comunicazioni redatte in modo difforme o mancanti della documentazione sopra citata.

Si rammenta inoltre, che l'anticipazione prevista dall'art. 3, comma 2, del Decreto del Commissario delegato del 2 maggio u.s. (Rep. n. 2090), verrà portata in detrazione dagli ultimi rimborsi dovuti prima del termine di chiusura della gestione emergenziale.

Infine, per quanto attiene alla rendicontazione di cui all' art. 5, comma 5-bis della legge 19 febbraio 1992, n. 225  e ss.mm. e ii., si rappresenta che la stessa andrà direttamente inviata, a cura di ciscun Soggetto attuatore, alla Ragioneria territoriale dello Stato competente per il territorio, corredata dalla documentazione giustificativa delle spese in originale. Una copia inoltre dovrà essere trasmessa allo scrivente.

Al fine di agevolare le procedure di rimborso e veicolare correttamente lo scambio di informazioni, si invitano le SS.LL. a voler individuare uno o più referenti per le attività amministrativo-contabili, avendo cura di darne tempestiva comunicazione allo scrivente all'indirizzo di posta elettronica " rimborsi.nordafrica@protezionecivile.it ".

Si ringrazia della collaborazione.


 

Franco Gabrielli



ALLEGATI:  
- Allegato   -