MINISTERO DELL'INTERNO  
CIRCOLARE 16 giugno 2017, n. 2236
  Oggetto: Sportello Unico per l'Immigrazione - agenda elettronica.  
 


 
  urn:nir:ministero.interno:circolare:2017-06-16;2236

Ai Sigg. Prefetti titolari degli Uffici Territoriali di Governo - LORO SEDI

Al Sig. Commissario del Governo per la Provincia Autonoma di TRENTO

Al Sig. Commissario del Governo per la Provincia Autonoma di BOLZANO

Al Sig.Presidente della Regione VALLE D'AOSTA - AOSTA

e pc. Al Gabinetto del Sig. Ministro - SEDE

Al Dipartimento della P.S. Direzione Centrale dell'Immigrazione e della Polizia delle Frontiere - SEDE

All'Ufficio VI Sistema Informatico del Dipartimento - SEDE

Al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione Generale dell'lmmigrazione e delle Politiche di Integrazione - ROMA

All'lspettorato Nazionale del Lavoro - ROMA


 

Come noto, lo Sportello Unico per l'Immigrazione, ai fini dello svolgimento dei procedimenti amministrativi relativi al rilascio del nulla osta al lavoro subordinato dei cittadini stranieri e del nulla osta al ricongiungimento familiare, di cui all'art. 29, comma 7 del citato Decreto, provvede alla convocazione, previo appuntamento, di un notevole numero di utenti sia per l'acquisizione della documentazione necessaria al rilascio dei provvedimenti, sia per la consegna dei nulla osta al lavoro ed al ricongiungimento familiare.

Ciò premesso, anche al fine di dare attuazione al decreto Legislativo n. 150/2009  , recante norme in materia di ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni, nonché di riduzione del costo dei servizi, molti Sportelli Unici per l'immigrazione per la gestione delle convocazioni degli interessati, hanno realizzato sistemi telematici di autoconvocazione, che consentono agli utenti di prenotare gli appuntamenti necessari alla consegna dei documenti ed al ritiro dei nulla osta, eliminando così l'invio delle raccomandate con le quali vengono comunicati agli utenti le date dell'appuntamento.

Questo consente un notevole risparmio sia in termini di risorse umane dedicate , sia in termini di risorse finanziarie legate alla spedizione delle raccomandate.

Allo scopo di uniformare le procedure ed estendere detto applicativo su tutto il territorio nazionale, questa Direzione Centrale ha realizzato un'agenda elettronica che integrerà il sistema informatico già in esercizio che già consente la presentazione di tutte le domande di nulla osta allo Sportello Unico in via telematica e il collegamento con gli altri uffici coinvolti nel procedimento.

Tale agenda elettronica, dopo il periodo di sperimentazione attivato nei prossimi giorni per i soli Sportelli Unici per l'Immigrazione di Roma e Latina, verrà resa fruibile da parte di tutti gli Sportelli Unici, sul sistema telematico di gestione delle domande di nulla osta al lavoro ed al ricongiungimento familiare (sistema SPI), modificando la funzione di gestione degli appuntamenti già esistente e permetterà all'utenza esterna di autoconvocarsi.

Attraverso l'agenda di Sportello sarà possibile gestire il ricevimento dell'utenza, attivando le diverse tipologie di appuntamento predefinite sul sistema secondo il calendario predisposto da ogni singolo Sportello Unico.

La sperimentazione di questa nuova applicazione, come detto limitata a Roma e Latina, e proseguirà per i prossimi quattro mesi, durante i quali sarà possibile migliorare o modificare le nuove funzionalità e valutarne i benefici.

Gli operatori degli Sportelli Unici per l'Immigrazione delle altre Prefetture avranno comunque la visibilità dei nuovi menù relativi alla gestione dell'agenda e potranno utilizzarli per familiarizzare con il loro funzionamento. Si precisa al riguardo, che solo dopo la fine della sperimentazione, sarà possibile attivare la funzionalità dell'agenda elettronica verso l'utenza esterna.

Per quel che riguarda le funzioni di attivazione e configurazione dell'agenda, e per il suo utilizzo si rimanda alle istruzioni contenute nell'allegato manuale, nel quale viene illustrato il funzionamento del servizio.

Le SS.LL vorranno informare di quanto sopra le associazioni e i rappresentanti delle comunità straniere presenti sul territorio, anche tramite il Consiglio Territoriale per l'Immigrazione.

Si ringrazia e si resta a disposizione per ogni eventuale chiarimento.


 

IL VICE CAPO DIPARTIMENTO DIRETTORE CENTRALE Scotto Lavina