Regione Toscana
Norma

 
MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI  
DECRETO 3 ottobre 2013
  Indizione di una procedura in economia per l'affidamento mediante cottimo fiduciario, del servizio di traduzione in inglese ed in altre nove lingue straniere dei contenuti informativi del Portale dell'Integrazione dei migranti  
 
  Vigente al 18/09/2019 


 
  urn:nir:ministero.lavoro.politiche.sociali:decreto:2013-10-03;nir-nnn

Il Direttore Generale della Direzione Generale dell'immigrazione e delle politiche d'integrazione

VISTO il Decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165  , recante "Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche", e successive modificazioni e integrazioni;

VISTO il Decreto legge 16 maggio 2008, n. 85  , convertito con modificazioni dalla legge 14 luglio 2008, n. 121  , recante "Disposizioni urgenti per l'adeguamento delle strutture di Governo in applicazione dell' articolo 1, commi 376  e 377  , della Legge 24 dicembre 2007, n. 244 ";

VISTA la Legge 13 novembre 2009, n. 172  , recante "Istituzione del Ministero della Salute e incremento del numero complessivo dei Sottosegretari di Stato";

VISTO il D.P.R. 7 aprile 2011, n. 144  , recante il "Regolamento di riorganizzazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali";

VISTO il Piano per l'integrazione nella sicurezza "Identità e incontro", approvato dal Consiglio dei Ministri in data 10.6.2010, nel quale sono individuate le principali linee di azione e gli strumenti da adottare al fine di promuovere un efficace percorso di integrazione delle persone immigrate, ed è al contempo indicato, tra gli strumenti dell'integrazione, il Portale dell'Integrazione, luogo di raccolta e scambio delle buone pratiche promosse a livello territoriale, nonché di accesso ai servizi offerti sul territorio;

VISTO il D.M. del 31 maggio 2013, registrato dalla Corte dei Conti il 9 luglio 2013, registro 10, foglio 271, con il quale è stato adottato il Piano della Performance 2013-2015 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, contenente la direttiva generale per l'azione amministrativa e la gestione per l'anno 2013 emanata dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali in data 19.3.2013, la quale prevede l'implementazione del Portale dell'integrazione, che consenta lo sviluppo di una rete di comunicazione tra gli operatori sociali e le pubbliche amministrazioni, al fine di agevolare l'accesso ai servizi da parte della popolazione immigrata e di permettere il monitoraggio degli interventi istituzionali, come pure delle buone pratiche;

VISTA la Decisione 2007/435/CE del Consiglio dell'Unione Europea del 25.6.2007, che istituisce il Fondo europeo per l'integrazione dei cittadini di Paesi terzi per il periodo 2007-2013 nell'ambito del programma generale "Solidarietà e gestione dei flussi migratori";

VISTA la Decisione della Commissione C(2012) 6455 del 15.5.2012 con la quale è stato approvato il Programma Annuale 2012 del Fondo citato, che indica gli interventi progettuali di rilevanza nazionale attuati in modalità di Organo Esecutivo in partenariato dal Ministero dell'Interno-Autorità Responsabile con altre Amministrazioni Centrali dello Stato e con Enti Pubblici nazionali;

VISTO il decreto prot. 2688 del 23.4.2013 dell'Autorità Responsabile con il quale è stato approvato ed ammesso al finanziamento il progetto presentato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - Direzione Generale dell'immigrazione e delle politiche di integrazione, denominato "Portale Integrazione Migranti: vivere e lavorare in Italia";

VISTA la Dichiarazione di impegno sottoscritta il 4.6.2013 con il Ministero dell'Interno avente ad oggetto la realizzazione del progetto "Portale Integrazione Migranti: vivere e lavorare in Italia" finanziato a valere sull'Azione 4 del Programma Annuale 2012 per un importo complessivo di € 900.000,00, di cui € 675.000,00 a valere sul Fondo Europeo per l'Integrazione di cittadini di Paesi terzi ed € 225.000,00 a valere sul Fondo di rotazione per l'attuazione delle politiche comunitarie;

CONSIDERATO che il progetto sopra menzionato prevede, fra le sue linee di attività, l'aggiornamento e la traduzione della homepage del Portale e delle sue sezioni più rilevanti in lingua inglese, nonché la traduzione in ulteriori nove lingue di sintesi ragionate dei contenuti ivi disponibili;

VISTO il D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163  e successive modifiche ed integrazioni, recante "Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture" in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE ed, in particolare, l'articolo 125;

VISTO il D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207  , recante il regolamento di esecuzione ed attuazione del D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163  e, segnatamente, gli articoli 329 e seguenti;

VISTO il D.M. 14 gennaio 2002 concernente il regolamento di semplificazione di procedimenti di spesa in economia, con il quale sono state individuate le voci di spesa per le quali è consentito il ricorso al sistema di effettuazione delle spese per l'acquisizione in economia di beni e servizi;

VISTO l' art. 11 comma 2 del sopra citato D.Lgs. n. 163/2006  ;

DECRETA


 

Per le ragioni in premessa indicate, è indetta una procedura in economia per l'affidamento mediante cottimo fiduciario, secondo il criterio del prezzo più basso, del servizio di traduzione in inglese ed in altre nove lingue straniere dei contenuti informativi del Portale dell'Integrazione dei migranti, previo esperimento di un'apposita indagine di mercato.

Ai fini dell'espletamento della procedura è adottato l'avviso n. 3/2013, che costituisce parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, nel quale sono indicati i requisiti tecnico-economici richiesti agli operatori interessati alla partecipazione alla procedura e gli elementi essenziali dello stipulando contratto con il soggetto aggiudicatario del servizio.

La procedura di cui al capoverso precedente sarà esperita dalla Divisione I della Direzione Generale dell'immigrazione e delle politiche di integrazione. Il presente decreto sarà pubblicato sul sito istituzionale www.lavoro.gov.it , unitamente all'avviso ed alla relativa modulistica.

Avverso il presente decreto è ammesso ricorso in sede giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio entro sessanta giorni dalla data di pubblicazione o ricorso straordinario al Capo dello Stato entro centoventi giorni dalla stessa data.


Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

 

Roma, 3 ottobre 2013

Natale Forlani



ALLEGATI:  
- Allegato 1   -

 
- Allegato 2   -