Regione Toscana
Norma

 
MINISTERO DELL'INTERNO DIPARTIMENTO PER LE LIBERTA' CIVILI E L'IMMIGRAZIONE DIREZIONE CENTRALE PER LE POLITICHE DELL'IMMIGRAZIONE E DELL'ASILO  
DECRETO 19 luglio 2011
  Approvazione progetti  
 
  Vigente al 18/09/2019 


 
  urn:nir:ministero.interno:decreto:2011-07-19;nir-nnn

L'AUTORITA' RESPONSABILE

Vista la Decisione del Consiglio dell'Unione Europea del 25 giugno 2007 (2007/435/CE) che istituisce il Fondo europeo per l'integrazione di cittadini di paesi terzi per il periodo 2007-2013 nell'ambito del programma generale "Solidarietà e gestione dei flussi migratori";

Vista la Decisione della Commissione del 5 marzo 2008 (2008/457/CE) , recante le modalità di applicazione della Decisione del Consiglio 2007/435/CE che istituisce il Fondo, relativamente ai sistemi di gestione e controllo degli stati membri, alle norme di gestione amministrativa e finanziaria e all'ammissibilità delle spese per i progetti cofinanziati;

Vista la Decisione della Commissione del 21 agosto 2007 (2007/3926), recante applicazione della Decisione del Consiglio 2007/435/CE , relativa agli orientamenti strategici del Fondo;

Visto il Decreto in data 24 aprile 2008 con il quale il Capo del Dipartimento per le Libertà Civili e l'Immigrazione ha designato, quale Autorità Responsabile del Fondo il Direttore Centrale per le Politiche dell'Immigrazione e dell'Asilo;

Vista la Decisione della Commissione C(2008) 7639 del 4 dicembre 2008 di approvazione del Programma Pluriennale 2007-2013, la Decisione della Commissione C(2010) 5291del 27 luglio 2010 di approvazione del programma annuale 2010 e la successiva Decisione della Commissione C(2011) 3425 del 13 maggio 2011 di approvazione della revisione del programma annuale 2010, che prevedono azioni da realizzarsi sia attraverso "progetti nazionali", sia attraverso progetti "a valenza territoriale";

Considerati gli obiettivi specifici al cui conseguimento il Fondo contribuisce e che, per il Paese, una particolare rilevanza riveste, da un lato l'obiettivo di pervenire su tutto il territorio nazionale al progressivo ed omogeneo sviluppo di idonee politiche di integrazione e dall'altro di realizzare, attraverso l'individuazione di modelli standardizzabili, tipologie di intervento coordinate e integrate, e che tramite i progetti nazionali, dovrà essere assicurata la costruzione, su tutto il territorio, delle basi necessarie per il perseguimento di tali obiettivi;

Ritenuto, pertanto, che sulla base delle specifiche competenze nelle materie oggetto degli interventi, alcuni "progetti nazionali" saranno proposti ed attuati da Amministrazioni centrali dello Stato, in virtù delle esclusive e consolidate esperienze maturate, sulla base delle tematiche di specifica competenza;

Vista la nota n. 4492 del 13 giugno 2011  con la quale l'Autorità Responsabile ha invitato le Amministrazioni centrali interessate a presentare le proposte progettuali;

Visto il Decreto di nomina della Commissione di valutazione prot. N. 1548 del 24 febbraio 2011;

Considerato che sono stati proposti progetti del Ministero della Giustizia, dell'Unione Province Italiane e di INAIL;

Ritenuto di dover procedere all'aggiudicazione definitiva dei progetti di cui trattasi;

DECRETA


 

Sono approvati i progetti come di seguito descritto:

Ministero della Giustizia - Dipartimento Giustizia Minorile:

- "Centri Giovani polivalenti in Veneto e Lombardia"

Euro 130.000,00 Azione 2

- "Seconda Chance"

Euro 110.000,00 Azione 5

Unione Province d'Italia - UPI:

- "Idee Contro la Discriminazione"

Euro 500.000,00 Azione 2

INAIL:

- "Etica, sicurezza e responsabilità sociale - Programma Nazionale 2010"

Euro 500.000,00 (FEI) Azione 5

Euro 500.000,00 (cofinanziamento Inail)

Ai sensi della normativa citata in premessa, l'aggiudicazione definitiva diventa efficace dopo la verifica del possesso dei requisiti prescritti.


Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

  Roma, 19 luglio 2011

L'Autorità responsabile: Malandrino