Regione Toscana
Norma

 
MINISTERO DELL'INTERNO  
DECRETO 19 dicembre 2013
  Individuazione dei Comuni con popolazione superiore a 5.000 abitanti ovvero con popolazione compresa tra 1.001 e 5.000 abitanti coinvolti da eventi di afflusso di stranieri per l'anno 2013, ai fini dell'applicazione, per lo stesso anno 2013, di una percentuale di riduzione minore, nella misura dello 0,81%, da applicare alla media della spesa corrente registrata negli anni 2007-2009 cosi' come desunta dai certificati di conto consuntivo, per la determinazione dello specifico obiettivo di saldo finanziario.  
  Pubblicato in GU, n. 302 del 27/12/2013
  Vigente al 18/09/2019 


 
  urn:nir:ministero.interno:decreto:2013-12-19;nir-1

IL MINISTRO DELL'INTERNO

Visto l' art. 31, comma 1, della legge 12 novembre 2011 n. 183  (legge di stabilita' 2012) che individua, a decorrere dall'anno 2013, anche i comuni con popolazione compresa tra 1.001 e 5.000 abitanti tra gli enti del singolo livello di governo che, ai fini della tutela dell'unita' economica della Repubblica, sono tenuti a concorrere alla realizzazione degli obiettivi di finanza pubblica fissati in termini sia di fabbisogno che di indebitamento netto;

Visto l' art. 31, comma 2, della legge n. 183/2011  , cosi' come modificato dall' art. 1, comma 432 della legge n. 228/2012  , che dispone, ai fini della determinazione dello specifico obiettivo di saldo finanziario per l'anno 2013, che i comuni con popolazione superiore a 5.000 abitanti ovvero con popolazione compresa tra 1.001 e 5.000 abitanti, applicano rispettivamente alla media della spesa corrente registrata negli anni 2007-2009, cosi' come desunta dai certificati di conto consuntivo, le percentuali di cui alle lettere b) e c) dello stesso comma, pari al 14,8 ed al 12 per cento;

Visto l' articolo 2, comma 5, lettera a) del decreto legge 15 ottobre 2013, n. 120  , introdotto in sede di conversione dalla legge 13 dicembre 2013, n. 137  , che ha inserito i comma 2-bis e 2-ter al suindicato articolo 31 della legge n. 131/2011  , prevedendo che tali percentuali, per l'anno 2013, in deroga alla predetta disposizione, sono elevate al 15,61 per cento per i comuni con popolazione superiore a 5.000 abitanti, ed al 12,81 per cento per i comuni con popolazione compresa tra 1.001 e 5.000 abitanti;

Considerato che, per l'anno 2013, le piu' elevate percentuali, nella misura incrementale pari allo 0,81%, da applicare alla media della spesa corrente registrata negli anni 2007-2009, cosi' come desunta dai certificati di conto consuntivo non si applicano limitatamente ai comuni coinvolti dagli eventi di afflusso di stranieri nel corso dello stesso anno;

Considerato che il comma 2-ter dell'articolo 31 della legge n. 183/2011  opera nei limiti di 5 milioni di euro;

Considerato che, ai sensi del predetto articolo 31, comma 2-ter della legge n. 181/2011  , con decreto del Ministro dell'interno, previa intesa in sede di Conferenza Stato-citta' ed autonomie locali, di cui all' articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281  , si devono individuare i comuni che nel corso dell'anno 2013 sono stati coinvolti da eventi di afflusso di stranieri;

Acquisiti dal Dipartimento per le liberta' civili e l'immigrazione i dati relativi ai comuni che nel corso dell'anno 2013 risultano essere stati maggiormente interessati da afflussi di stranieri, elaborati sulla base delle indicazioni fornite dal Dipartimento della pubblica sicurezza e dal Dipartimento per gli affari interni e territoriali e concernenti il luogo, il numero degli sbarchi e delle persone sbarcate compreso il numero dei minori, la popolazione dei comuni interessati, nonche' la presenza di centri governativi per immigrati;

Vista l'intesa sancita in Conferenza Stato-citta ed autonomie locali nella seduta del 19 dicembre 2013;

Decreta:


   
  Art. 1. 

Individuazione dei comuni

 
  1.  Ai fini della determinazione dello specifico obiettivo di saldo finanziario per l'anno 2013, i comuni con popolazione superiore a 5.000 abitanti ovvero con popolazione compresa tra 1.001 e 5.000 abitanti coinvolti da eventi di afflusso di stranieri nell'anno 2013, a favore dei quali non trova applicazione l'incremento, nella misura dello 0,81% della percentuale da applicare alla media della spesa corrente registrata negli anni 2007-2009 cosi' come desunta dai certificati di conto consuntivo, sono quelli indicati nell'allegato elenco A, che costituisce parte integrante del presente decreto.
 
  2.  Per i comuni ricompresi nell'elenco con popolazione superiore a 5.000 abitanti la percentuale resta pertanto pari al 14,8 per cento.
 
  3.  Per i comuni ricompresi nell'elenco con popolazione compresa tra 1.001 e 5.000 abitanti la percentuale resta pertanto pari al 12 per cento.
 

Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
 

Roma, 19 dicembre 2013

Il Ministro: Alfano



ALLEGATI:  
- Allegato   -