Regione Toscana
Norma

 
MINISTERO DELL'INTERNO  
DECRETO 20 settembre 2013
  Approvazione progetti  
 
  Vigente al 18/09/2019 


 
  urn:nir:ministero.interno:decreto:2013-09-20;nir-nnn

L'AUTORITA' RESPONSABILE

VISTA la Decisione del Consiglio dell'Unione europea 2007/435/CE del 25 giugno 2007 che istituisce il Fondo Europeo per l'integrazione di cittadini di Paesi terzi per il periodo 2007-2013, nell'ambito del programma generale "Solidarietà e gestione dei flussi migratori";

VISTA la Decisione della Commissione 2008/457/CE del 5 marzo 2008 e s.m.i., recante le modalità di applicazione della Decisione del Consiglio 2007/435/CE che istituisce il Fondo, relativamente ai sistemi di gestione e controllo degli Stati Membri, alle norme di gestione amministrativa e finanziaria e all'ammissibilità delle spese per i progetti cofinanziati;

VISTA la Decisione della Commissione C(2007)3926 del 21 agosto 2007, recante applicazione della Decisione del Consiglio 2007/435/CE per quanto riguarda gli orientamenti strategici del Fondo;

VISTO il decreto in data 24 aprile 2008 con il quale il Capo Dipartimento per le Libertà civili e l'Immigrazione ha designato, quale Autorità Responsabile del Fondo, il Direttore Centrale per le Politiche dell'Immigrazione e dell'Asilo;

VISTA la Decisione della Commissione 2008/457/CE , art. 7 , paragrafo 3, in cui è prevista la realizzazione di interventi progettuali attuati dall'Autorità Responsabile in modalità di Organo Esecutivo e l'art. 8 della Decisione medesima che regola le relative condizioni di attuazione;

VISTO il "Sistema di Gestione e Controllo del Fondo (Si.Ge.Co.) rev. 3, del 3 novembre 2011, aggiornata al 27 novembre 2012", paragrafo 3.4.3, che disciplina le modalità per la selezione e l'attuazione di proposte progettuali attuate da questa Autorità Responsabile in collaborazione con le Prefetture - UTG;

VISTO il Programma Annuale 2012 del Fondo, approvato con Decisione C(2012) 3117 del 15.05.2012 che prevede, nell'ambito dell'azione 7 "Capacity building", la selezione di proposte progettuali finalizzate ad attivare "Servizi di supporto agli Sportelli Unici per l'Immigrazione";

CONSIDERATO che uno degli obiettivi specifici che attraverso il Fondo si intende promuovere è la realizzazione di progetti di integrazione a rilevanza nazionale, per la costruzione su tutto il territorio di un contesto coerente e favorevole al soddisfacimento delle esigenze di inclusione sociale dei cittadini stranieri;

RITENUTO, pertanto, che specifici interventi di miglioramento della governance locale degli interventi di inclusione sociale dei cittadini stranieri possono essere attuati unicamente dalle Prefetture - UTG, in funzione delle specifiche competenze istituzionali di cui sono titolari;

VISTA la nota n. 4184 del 2 luglio 2013 con la quale l'Autorità Responsabile ha invitato le Prefetture - UTG a presentare idee progettuali a valere sulla succitata azione 7 del Programma Annuale 2012 e finalizzate a sostenere le attività di programmazione e promozione delle politiche e degli interventi a supporto dei processi di integrazione in ambito locale dei cittadini di Paesi terzi regolarmente soggiornanti;

VISTO il decreto del 19 settembre 2013 n° 5661, con cui sono state ripartite le dotazioni finanziarie residue del programma annuale FEI 2012;

VISTE le proposte progettuali delle Prefetture - UTG, pervenute secondo le modalità indicate dalla succitata nota n. 4184/2013;

ESAMINATO il contenuto delle progettualità pervenute;

RITENUTO di dover procedere all'approvazione dei progetti rispondenti agli obiettivi da perseguire,

decreta:


 

sono approvati i seguenti progetti realizzati in modalità "Organo Esecutivo in collaborazione con Prefetture UTG" a valere sull'azione 7 del Programma Annuale 2012 del Fondo Europeo per l'Integrazione di cittadini di Paesi terzi 2007-2013:

- Prefettura di Alessandria: Da straniero a cittadino;

- Prefettura di Caserta: Benvenuti a Caserta!;

- Prefettura di Catanzaro: Info.media. Informazione e mediazione per l'integrazione 2;

- Prefettura di Chieti: Par.i. partecipazione per l'integrazione;

- Prefettura di Cuneo: Andiamo d'accordo;

- Prefettura di Firenze: Promed: promozione, orientamento, mediazione 2° edizione;

- Prefettura di Genova: Karibu - Benvenuto;

- Prefettura di La Spezia: Amministrazione amica;

- Prefettura di Lecce: Mediazione e informazione;

- Prefettura di Mantova: Nexus;

- Prefettura di Massa Carrara: La mediazione, un ponte per l'integrazione;

- Prefettura di Parma: Sportello unico per amico;

- Prefettura di Pavia: Comunic-azione;

- Prefettura di Ragusa: Empowerment;

- Prefettura di Roma: Procedure di primo ingresso: nuove modalità di comunicazione tra sportello unico per l'immigrazione e municipi per la semplificazione delle pratiche di ricongiungimento familiare;

- Prefettura di Trapani: Nuove frontiere;

- Prefettura di Viterbo: Piattaforma web per gestire e migliorare i rapporti con l'utenza del SUI.


Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

 

Roma, 20 settembre 2013

L'Autorità Responsabile: Malandrino