Regione Toscana
Norma

 
MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI  
DECRETO 27 marzo 2012
  Ammissione a contributo di progetti sperimentali di volontariato.  
 
  Vigente al 18/09/2019 


 
  urn:nir:ministero.lavoro.politiche.sociali:decreto:2012-03-27;nir-1

Indice

  Allegato  

Vista la legge 3 aprile 1997, n. 94  , concernente modifiche alla legge 5 agosto1976, n. 468  successive modificazioni ed integrazioni, recante norme di contabilità generale dello Stato in materia di Bilancio.

Vista la legge 14 luglio 2008, n. 121  "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 16 maggio 2008, n. 85  , recante disposizioni urgenti per l'adeguamento delle strutture di Governo in applicazione all'articolo 1 , commi 376 e 377, della legge 24 dicembre 2007, n. 244  .

Vista la legge 6 agosto 2008, n. 133  "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112  , recante disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria" pubblicata sulla G.U. n. 195 del 21 agosto 2008.

Visto l' art. 1, comma 2, della legge 13 novembre 2009, n. 172  "Istituzione del Ministero della salute e incremento del numero complessivo dei Sottosegretari di Stato", che modifica e sostituisce il comma 376 dell'articolo 1 della legge 24 dicembre 2007, n. 244  , istituendo il Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

Visto l'atto di indirizzo del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali prot. n. 05/0000440/02.01 del 5 agosto 2010, con il quale sono state individuate le priorità politiche da realizzarsi nel triennio 2011 - 2013;

Vista la legge 13 dicembre 2010 n. 220  concernente "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato" (legge di stabilità 2011).

Vista la legge 13 dicembre 2010 n. 221  concernente "Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2011 e bilancio pluriennale per il triennio 2011-2013".

Visto il decreto 21 dicembre 2010 con il quale il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha provveduto alla ripartizione in capitoli delle Unità di voto parlamentare relative al bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2011 e per il triennio 2011-2013 ed in particolare la tabella 4.

Visto il decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali del 28 gennaio 2011, registrato presso la Corte dei Conti in data 12 aprile 2011, Reg. 4, foglio 214, con cui è approvato il Piano della performance 2011/2013 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Visto il decreto ministeriale del 9 febbraio 2011, annotato nelle scritture contabili dell'Ufficio Centrale di Bilancio con presa d'atto n. 258 dell'11 febbraio 2011 con il quale il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, assegna le risorse umane e finanziare ai vari centri di responsabilità amministrativa.

Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 1 aprile 2011 , registrato presso la Corte dei Conti in data 13 maggio 2011 - Registro 5 - foglio 395, di conferimento dell'incarico di Direttore della Direzione Generale per il Volontariato, l'Associazionismo e le Formazioni Sociali al Dott. Danilo Giovanni Festa.

Visto il Decreto del Presidente della Repubblica del 7 aprile 2011, n. 144  - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 197 del 25 agosto 2011 - "Regolamento recante la riorganizzazione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali", con il quale Direzione Generale per il volontariato, l'associazionismo e le formazioni sociali, ha assunto la denominazione di Direzione Generale per il terzo settore e le formazioni sociali.

Visto il Decreto Interministeriale del 17 giugno 2011 relativo al riparto del Fondo Nazionale per le politiche sociali per l'anno 2011 - Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 189 del 16 agosto 2011.

Vista la Legge n. 111 del 15 luglio 2011  , conversione in legge del D.L. 98/2011  "Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria".

Visto l'atto di indirizzo del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali prot. n. 05/0000482 del 5 agosto 2011, con il quale sono state individuate le priorità politiche da realizzarsi nel triennio 2011 - 2014;

Vispo il Decreto Legge n. 138 del 13 agosto 2011  , concernente "Ulteriori misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e per lo sviluppo".

Vista la Legge n. 148 del 14 settembre 2011  , riguardante la "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto legge del 13 agosto 2011, n. 138  , "Recante ulteriori misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e per lo sviluppo. Delega al Governo per la riorganizzazione della distribuzione sul territorio degli uffici giudiziari".

Vista la legge n. 183 del 12 novembre 2011  , riferente "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato" (legge di stabilità 2012).

Vista la legge n. 184 del 12 novembre 2011  , spettante "Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2012 e bilancio pluriennale per il triennio 2012-2014".

Visto il Decreto Legge n. 201 del 6 dicembre 2011  - coordinato con la Legge di conversione n. 214 del 22 dicembre 2011  - recante " Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici".

Visto il Decreto Legge n. 1 del 24 gennaio 2012  , concernente "Disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitività";

Vista la legge quadro sul volontariato n. 266 del 1991  .

Visto il comma 2 del suddetto articolo 12 della legge 266/1991  , con il quale è stato istituito il Fondo per il volontariato, finalizzato anche a sostenere finanziariamente progetti sperimentali e innovativi realizzati da organizzazioni di volontariato, di cui al citato articolo 12, lettera d) .

Visto il decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali del 1 agosto 2003, registrato all'ufficio centrale del bilancio in data 27 agosto 2003, n. 2051, con il quale è stato istituito l'Osservatorio Nazionale per il Volontariato, di seguito denominato Osservatorio.

Vista la Direttiva del 15 luglio 2011  del Sottosegretario di Stato - Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, registrata dalla Corte dei Conti in data 1 agosto 2011 - reg. 10 - foglio 252 - riguardante la presentazione di progetti sperimentali di volontariato, di cui all' art. 12, comma 1, lettera d) della legge 11 agosto 1991, n. 266  , finanziati con il Fondo per il volontariato istituiti ai sensi dell' art. 12, comma 2, della legge n. 266 del 11 agosto 1991  , riguardante le modalità per la presentazione dei progetti sopraindicati da parte di organizzazioni di volontariato iscritte ai Registri Regionali/Provinciali di Volontariato di cui all'art. 6 della succitata Legge 266/1991  ; pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale n. 192 del 19 agosto 2011.

Visto l' articolo 12 della legge 266/1991  , comma 1), lettera d) recante disposizioni per il funzionamento dell'Osservatorio che assegna al suddetto organismo l'approvazione di progetti sperimentali elaborati, anche in collaborazione con gli enti locali, dalle associazioni iscritte nei registri di cui all'art. 6 per fare fronte a particolari emergenze sociali e per favorire l'applicazione di metodologie di intervento particolarmente avanzate.

Visto il comma 2 del suddetto articolo 12 della legge 266/1991  , con il quale è stato istituito il Fondo per il volontariato, finalizzato anche a sostenere finanziariamente progetti sperimentali e innovativi realizzati da organizzazioni di volontariato, di cui al citato articolo 12, lettera d).

Ravvisata pertanto l'opportunità ai sensi dell' art. 12 L. 241/90  di costituire un'apposita Commissione di valutazione con il compito di procedere all'esame delle domande presentate e alla stesura della relativa graduatoria dei progetti ammessi a contributo previa approvazione da parte dell'Osservatorio.

Visto il Decreto Direttoriale n. 312/III/2011 del 12 ottobre 2011, con il quale è stata istituita presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - Direzione Generale per il Terzo Settore e le Formazioni Sociali - un'apposita Commissione che si è occupata sia della verifica dei requisiti formali (come indicato nelle Sezioni B), C), D), E)) sia della successiva valutazione (in base a quanto indicato nella Sezione F)) delle domande di contributo dei progetti sperimentali di volontariato presentati per l'anno 2011, in base a quanto previsto nelle citate Sezioni della Direttiva del 15 luglio 2011  .

Viste le richieste di contributo presentate dalle organizzazioni di volontariato ai sensi della predetta Direttiva ministeriale del 15 luglio 2011.

Considerato il Decreto Direttoriale n. 555/III/2011 del 16 dicembre 2011 - registrato dall'ufficio centrale di bilancio in data 18 gennaio 2012 con numero impegno 58, numero decreto 8857 e clausola 01 - con il quale è stata impegnata la somma di Euro 2.300.000,00 (duemilionitrecentomila/00), per la realizzazione di progetti sperimentali di cui al citato articolo 12 della Legge 266/1991  .

Visto il verbale del 19 marzo 2012 con il quale l'Osservatorio ha approvato i lavori della suddetta Commissione e ha dichiarato ammissibili a contributo n. 67 proposte progettuali presentate dalle organizzazioni di volontariato - come da prospetto allegato che costituiscono parti integranti del presente decreto (Allegato n. 1), per un importo complessivo pari ad Euro 2.300.000,00 (duemilionitrecentomila/00).

DECRETA


   
  Art. 1   
  1.  Per quanto in premessa indicato sono ammessi a contributo n. 67 progetti sperimentali di volontariato, di cui all' art. 12, comma 1, lettera d) della legge n. 266 del 1991  , presentati dalle organizzazioni di volontariato secondo l'ordine risultante dalla graduatoria approvata dall'Osservatorio Nazionale per il Volontariato nella seduta del 19 marzo 2011, come da prospetto allegato che costituisce parte integrante del presente decreto direttoriale (Allegato n. 1).
 
 
  Art. 2   
  1.  E' autorizzato il contributo, per l'importo complessivo di Euro 2.300.000,00 (duemilionitrecentomila/00) a favore di n. 67 organizzazioni di volontariato, secondo la ripartizione evidenziata nell'allegato prospetto che costituisce parte integrante del presente decreto direttoriale (Allegato n. 1).
 

Il presente decreto sarà trasmesso alla Corte dei Conti per la registrazione.

 

Dato a Roma, 27 marzo 2012

Il Direttore Generale: Dr. Danilo Giovanni Festa



ALLEGATI:  
- Allegato   -