Regione Toscana
Norma

 
MINISTERO DELL'INTERNO DIPARTIMENTO PER LE LIBERTA' CIVILI E L'IMMIGRAZIONE  
DECRETO 16 novembre 2009, n. 43
  .  
 
  Vigente al 18/09/2019 


 
  urn:nir:ministero.interno;dipartimento.liberta.civili.immigrazione:decreto:2009-11-16;43

Indice


IL CAPO DIPARTIMENTO

Visto il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 20 ottobre 1994, n. 755  concernente il regolamento regolamento recante disposizioni sulle modalità per il perseguimento dei fini della Riserva Fondo UNRRA (United Nations Relief and Rehabilitation Administration - Amministrazione delle Nazioni Unite per l'Assistenza e la riabilitazione) e sui criteri di gestione del relativo patrimonio, adottato in attuazione dell' art. 9, comma 3, della Legge 23 dicembre 1993, n. 559  ;

Considerato che ai sensi dell' art. 2 del D.P.C.M. 20 ottobre 1994, n. 755  , il Ministero dell'Interno utilizza i proventi derivanti dalla gestione del patrimonio della Riserva per il finanziamento, tra gli altri, di programmi socio-asiistenziali in grado di tener conto delle nuove aree di bisogno e per la realizzazione di sperimentazioni di attività a carattere innovativo nel campo socio-assistenziale;

Vista la Direttiva in data 19 febbraio 2009  , con la quale il Ministro dell'Interno, nel dettare le linee di indirizzo ed i criteri per l'assegnazione dei contributi relativi all'anno 2009, stimati in euro 3.000.000,00, ha disposto che avessero carattere prioritario gli interventi socio-assistenziali in favore dei seguenti soggetti, qualora in stato di bisogno:

1. persone anziane affette da gravi patologie;

2. disabili;

Rilevato che, nella ulteriore specificazione dei criteri di attribuzione dei predetti contributi, il Ministro dell'Interno ha destinato la somma di euro 1.000.000,00 al finanziamento dei programmi di cui al successivo punto 2, salva la possibile rimodulazione dei predetti importi in caso di riduzione dei fondi;

Vista la Circolare n. 3 del 18 marzo 2009  , con la quale lo scrivente ha stabilito le concrete modalità per l'accesso ai finanziamenti sopraindicati ed ha definito i requisiti richiesti per i progetti da presentare, riservandosi di finanziarli - sulla base della graduatoria formulata dalla competente Commissione valutatrice - per l'importo richiesto, al netto dell'eventuale cofinanziamento;

Visti i propri decreti in data 7 settembre 2009 e 7 ottobre 2009, con i quali sono state nominate rispettivamente la Commissione per la valutazione dei progetti e le due Sottocommissioni;

Viste le graduatorie finali, nelle quali sono riportati, in ordine decrescente di merito, tutti i progetti presentati, distinti per tipologia, con l'indicazione dei punteggi assegnati e delle eventuali ragioni di esclusione;

Preso atto che, sulla base delle riassegnazioni già disposte dal competente Dicastero dell'Economia e delle Finanze, in conseguenza dei livelli di redditività assicurati dal patrimonio della Riserva Fondo Lire UNRRA, si rende ad oggi possibile erogare per il finanziamento delle progettualità 2009 l'importo di euro 1.303.978,63, e che, con successivo provvedimento saranno conferiti ulteriori eventuali importi in conseguenza delle riassegnazioni che il citato Dicastero potrà effettuare;

Ritenuto che la minore erogazione debba essere equamente ripartita tra le due tipologie progettuali individuate nella direttiva del Ministero dell'Interno ed in pari misura tra tutti i progetti finanziati;

DECRETA

il seguente regolamento:


   
  Art. 1 

 
  1.  Le graduatorie finali dei progetti presentati per l'ottenimento del contributo UNRRA per l'anno 2009, redatte in data 13 novembre 2009 della Commissione valutatrice istituita con decreto del 07/09/2009 e dalle Sottocommissioni istituite con decreto del 07/10/2009, sono approvate.
 
 
  Art. 2 

 
  1.  Sono finanziati, secondo l'ordine delle relative graduatorie, i primi tredici progetti rientranti nel limite della somma di euro 1.000.000,00, destinata alla tipologia di interventi di cui al punto 1 della direttiva del Ministro dell'Interno del 19 febbraio 2009  , e i primi 18 progetti rientranti nel limite della somma di euro 2.000.000,00, destinata alla tipologia di interventi di cui al punto 2 della stessa direttiva.
 
 
  Art. 3 

 
  1.  Nell'immediato, stante quanto in premessa indicato, sarà erogata ina somma complessiva pari ad euro 1.303.978,63. La riduzione dei contributi, in relazione al minor importo rispetto ai 3.000.000,00 di euro previsti nella direttiva del 19 febbraio 2009  , sarà effettuata riducendo percentualmente i contributi richiesti.
 
 
  Art. 4 

 
  1.  Il completamento del finanziamento dei progetti si realizzerà con le ulteriori riassegnazioni da parte del Ministero dell'Economia e delle Finanze che formeranno oggetto di un successivo provvedimento.
 

Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sarà inserito nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare come legge dello Stato.

 

Dato a Roma, 16 novembre 2009

Il Capo Dipartimento Morcone