Regione Toscana
Norma

 
MINISTERO DELL'INTERNO  
DECRETO 28 aprile 2016, n. 4760
  Modalità di riparto della somma di euro 3.000.000.00, per l'anno 2016, a titolo di ristoro per le maggiori spese sostenute dagli enti locali della Regione Sicilia in relazione all'accoglienza di profughi e rifugiati extracomunitari.  
 
  Vigente al 18/09/2019 


 
  urn:nir:ministero.interno:decreto:2016-04-28;4760

Indice


IL MINISTRO DELL'INTERNO

di concerto con

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

Vista la legge 31 dicembre 2009, n. 196  ;

Vista la legge 28 dicembre 2015, n. 209  , «Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2016 e bilancio pluriennale per il triennio 2016-2018»;

Visto il decreto del Ministero dell'economia e delle finanze 28 dicembre 2015 recante «Ripartizione in capitoli delle Unità di voto parlamentare relative al bilancio di previsione per l'anno finanziario 2016 e per il triennio 2016-2018»;

Visto l'avviso concernente il decreto 28 dicembre 2015, Gazzetta Ufficiale del 3 febbraio 2016 n. 27, serie generale con il quale il Ministero dell'economia e delle finanze sostituisce la tabella 08 relativa al Ministero dell'interno;

Considerato che in relazione alla struttura del bilancio dello Stato per l'anno 2016 e' stato istituito nel CDR 4 Programma «Flussi migratori, garanzia dei diritti e interventi per lo sviluppo della coesione sociale» il capitolo 2243 «Somme da destinare agli enti locali della Regione Sicilia, quale ristoro per le maggiori spese sostenute per l'accoglienza dei profughi e rifugiati extracomunitari» con uno stanziamento iniziale di euro 3 milioni;

Visto l' art. 1 comma 598 della legge 28 dicembre 2015, n. 208  (legge di stabilità 2016), che autorizza a titolo di ristoro per le maggiori spese sostenute dagli enti locali della Regione Siciliana in relazione all'accoglienza di profughi e rifugiati extracomunitari, la spesa di 3 milioni di euro per l'anno 2016;

Considerato che il medesimo comma stabilisce che alle modalità di riparto della somma di euro 3 milioni si provvede con decreto del Ministro dell'interno, da adottare di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di stabilità 2016;

Considerato che i Comuni di Trapani, Palermo, Messina, Lampedusa-Linosa, Porto Empedocle, Catania, Pozzallo e Augusta, sono stati interessati da numerosi eventi di sbarco nel corso dell'anno 2015, che hanno determinato maggiori oneri ai comuni relativamente ai punti di approdo e alle strutture di primissima accoglienza;

Considerato che l'anno 2015 ha visto l'attivazione di numerose strutture temporanee nei comuni italiani e quindi anche della regione Siciliana;

Acquisiti dal Ministero dell'interno - Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione i dati relativi ai comuni siciliani che nel corso dell'anno 2015 risultano essere stati interessati dall'afflusso di stranieri;

Considerato che alla quota di riparto non partecipano i comuni siciliani che hanno avuto un'incidenza pari allo zero per cento di presenze medie mensili di persone accolte rispetto alla popolazione del comune;

Considerato che alla quota di riparto non partecipano i comuni siciliani che hanno avuto un'incidenza pari allo zero per cento di presenze medie mensili di persone accolte rispetto al totale accolto;

Ritenuto di destinare ai comuni euro 1.015.000,00 in proporzione all'incidenza degli sbarchi nella singola località rispetto al totale degli sbarchi nella Regione Siciliana, euro 1.000.000,00 in proporzione al numero medio mensile di stranieri accolti nel comune rispetto al totale della media mensile degli accolti ed euro 985.000,00 in proporzione al numero medio mensile di stranieri accolti rispetto alla popolazione residente;

Decreta:


   
  Art. 1   
  1.  A titolo di ristoro per le maggiori spese sostenute dagli enti locali della Regione Siciliana in relazione all'accoglienza di profughi e rifugiati extracomunitari, e' autorizzata la ripartizione dell'importo complessivo di euro 3.000.000,00 a favore dei comuni siciliani interessati secondo gli importi complessivi indicati nell'allegata Tabella A, parte integrante del presente decreto, e determinati, per ciascuno dei comuni: per l'ammontare di euro 1.015.000,00, in relazione all'incidenza degli sbarchi nella singola località rispetto al totale degli sbarchi nella Regione Siciliana; per l'ammontare di euro 1.000.000,00, in relazione al numero medio mensile di stranieri accolti nel comune rispetto al totale della media mensile degli accolti; per l'ammontare di euro 985.000,00, in relazione al numero medio mensile di stranieri accolti rispetto alla popolazione residente.
 

Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, previo visto e registrazione della Corte dei conti.
 

Roma, 28 aprile 2016

Il Ministro dell'interno Alfano

Il Ministro dell'economia e delle finanze Padoan



ALLEGATI:  
- Allegato A   -