Regione Toscana
Norma

 
MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI  
DECRETO 7 giugno 2017, n. 2030
  Approvazione graduatoria finale  
 
  Vigente al 18/09/2019 


 
  urn:nir:ministero.lavoro.politiche.sociali:decreto:2017-06-07;2030

Indice

  Allegato  

L'AUTORITA' DELEGATA

VISTO il Decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165  , recante "Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche", e successive modificazioni ed integrazioni;

VISTO il Decreto legge 16 maggio 2008, n. 85  , convertito con modificazioni dalla legge 14 luglio 2008, n.121  , recante "Disposizioni urgenti per l'adeguamento delle strutture di Governo in applicazione dell'articolo 1 , commi 376 e 377, della Legge 24 dicembre 2007, n. 244  ";

VISTA la L. 13 novembre 2009, n. 172  , recante "Istituzione del Ministero della Salute e incremento del numero complessivo dei Sottosegretari di Stato";

VISTO il D.M. del 4 novembre 2014 di attuazione del D.P.C.M. 14 febbraio 2014 n. 121  , rubricato "Regolamento di organizzazione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali";

VISTO il Decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2017, n. 57  recante "Regolamento di organizzazione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali", il quale all'art. 10 individua le funzioni attribuite alla Direzione Generale dell'immigrazione e delle politiche di integrazione;

VISTO il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 5 settembre 2016  , registrato alla Corte dei conti il 3 novembre 2016 al n. 4039, di conferimento alla dott.ssa Tatiana Esposito, su proposta del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, dell'incarico di funzione dirigenziale di livello generale della Direzione Generale per l'immigrazione e delle politiche di integrazione;

VISTO il Regolamento (UE) n. 514/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio del 16 aprile 2014 recante disposizioni generali sul Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI) 2014 - 2020 e sullo strumento di sostegno finanziario per la cooperazione di polizia, la prevenzione e la lotta alla criminalità e la gestione delle crisi;

VISTO il Regolamento (UE) n. 516/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio del 16 aprile 2014 che istituisce il Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione, che modifica la decisione 2008/381/CE del Consiglio e che abroga le decisioni n. 573/2007/CE e n. 575/2007/CE del Parlamento europeo e del Consiglio e la decisione 2007/435/CE del Consiglio ;

VISTO il Regolamento delegato (UE) n. 1042/2014 della Commissione del 25 luglio 2014, che integra il Regolamento (UE) n. 514/2014 per quanto riguarda la designazione e le responsabilità di gestione e di controllo delle autorità responsabili e lo status e gli obblighi delle autorità di audit;

VISTO i Regolamenti delegati (UE) n. 1048/2014 e 1049/2014 del 30 luglio 2014 che definiscono le misure di informazione e pubblicità indirizzate al pubblico e le misure di informazione destinate ai beneficiari nonché le loro caratteristiche tecniche ai sensi del Regolamento (UE) n. 514/2014 ; in tema di comunicazione, pubblicità e diffusione delle informazioni;

VISTO il Regolamento di esecuzione (UE) n. 2015/840 della Commissione del 29 maggio 2015 sui controlli effettuati dalle autorità responsabili ai sensi del Regolamento (UE) n. 514/2014 ;

VISTA la Decisione C(2015)5343 del 3 agosto 2015 con la quale la Commissione Europea ha approvato il Programma Nazionale dell'Italia per il sostegno nell'ambito del Fondo asilo, migrazione e integrazione (FAMI) per il periodo dal 2014 al 2020, successivamente modificato e approvato con Decisione C(2015) 9608 del 16 dicembre 2015 e con Decisione C(2016) 1823 del 21.3.2016, nel quale è previsto uno stanziamento massimo del contributo comunitario pari ad € 347.753.777,00;

CONSIDERATO che il Programma Nazionale FAMI 2014 - 2020 individua, rispettivamente, quale Autorità responsabile il Ministero dell'Interno - Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione, ed il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - Direzione Generale dell'immigrazione e delle politiche di integrazione, quale Autorità delegata allo svolgimento delle funzioni di gestione ed attuazione di interventi relativi all'obiettivo specifico 2 "Integrazione dei cittadini di paesi terzi e migrazione legale" di cui al Capo III del Regolamento (UE) n. 516/2014 ;

VISTA la convenzione sottoscritta in data 28.05.2015 tra il Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione del Ministero dell'Interno e la Direzione Generale dell?immigrazione e delle politiche di integrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per lo svolgimento delle funzioni di Autorità delegata nella gestione delle attività nell'ambito del Fondo asilo, migrazione e integrazione 2014 - 2020, con la quale sono regolati i rapporti tra le parti firmatarie nell'ambito delle seguenti priorità nazionali: Immigrazione e misure prima della partenza (art. 8 Regolamento (UE) n. 516/2014); Misure di Integrazione (art. 9 Regolamento (UE) n. 516/2014 );

VISTO il sistema di gestione e controllo (SI.GE.CO), versione 28 aprile 2017, adottato dall'Autorità delegata e trasmesso all'Autorità responsabile in data 12.05.2017, il quale nella parte relativa all'attività di controllo, prevede, sulla base di quanto disposto dal sopra citato art. 7 del Regolamento delegato (UE) n. 1042/2014 della Commissione del 25 luglio 2014, tra le procedure di selezione dei progetti, la selezione tramite inviti a presenta re proposte a procedura aperta;

VISTO il decreto del 11.11.2016 con il quale l'Autorità Delegata ha adottato l'Avviso pubblico n. 2 /2016 per la presentazione, entro le ore 16:00 del giorno 31 gennaio 2017, di progetti da finanziare a valere sul Fondo Asilo Migrazione e Integrazione 2014 - 2020 - OS2 Integrazione/Migrazione Legale - ON 1 Migrazione Legale - Progetti di orientamento e formazione civico linguistica pre - partenza finalizzati all'ingresso in Italia per ricongiungimento familiare, per un importo pari a € 3.000.000,00;

VISTO il decreto del 18 gennaio 2017 con il quale l'Autorità Delegata ha prorogato la scadenza del termine finale per la presentazione delle proposte progettuali da finanziare nell'ambito dell'Avviso pubblico pre - partenza n. 2/2016 alle ore 16.00 del 15 febbraio 2017;

CONSIDERATO che in data 15 febbraio 201 7 è scaduto il termine per la presentazione delle proposte progettuali a valere sull'Avviso pubblico pre - partenza n. 2 /2016;

RILEVATO che le proposte progettuali pervenute sono state pari a n. 4 e precisamente: 1. FORM@ - PROG - 1565, presentato dal Patron ato INCA CGIL; 2. ABITO ITALY ( ABrIdge TO ITALY) - Prog - 1564, presentato dall'Ente Nazionale dei Giuseppini del Murialdo; 3. Know - IT - Prog - 1565, presentato dall'Organizzazione Internazional e per le Migrazioni; 4. Diversità e armonia valorizzazione dell'integrazione - Prog - 1567, presentato dall'Università degli studi di Palermo;

VISTO il decreto del 20 febbraio 2017 con il quale è stata istituita la Commissione incaricata della valutazione delle proposte progettuali pervenute in relazione all'Avviso pubblico n. 2 /2016 a valere sul Fondo Asilo Migrazione e Integrazione 2014 - 2020 - OS2 Integrazione/Migrazione Legale - ON1 Migrazione Legale - Progetti di orientamento e formazione civico linguistica pre - partenza finalizzati all'ingresso in Italia per ricongiungimento familiare;

ATTESO che le predette n. 4 proposte progettuali sono state trasmesse dalla Divisione I di questa Direzione generale alla predetta Commissione di valutazione con nota prot. n. 705 del 23 febbraio 2017;

RILEVATO che nel verbale del 23 marzo 2017 la medesima Commissione ha deliberato che le proposte progettuali che hanno superato la fase di verifica dei presupposti di ammissibilità, ai sensi dell'art. 11 dell'Avviso 2/2016 sopra richiamato, sono: 1. FORM@ - PROG - 1565, presentata dal Patronato INCA CGIL; 2. ABITO ITALY ( ABrIdge TO ITALY) - Prog - 1564, presentata dall?Ente Nazionale dei Giuseppini del Murialdo; 3. Know - IT - Prog - 1565, pre sentata dall'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni;

RILEVATO che la proposta progettuale Diversità e armonia valorizzazione dell'integrazione - Prog - 1567, presentata dall'Università degli studi di Palermo, non ha superato la fase di verifica delle condizioni di ammissibilità ai sensi dell'art.11 dell'Avviso 2/2016;

CONSIDERATO che l'art. 13.2 dell'Avviso 2/2016 sopra richiamato stabilisce che, ai fini dell'ammissione al finanziamento, la singola proposta progettuale deve conseguire un punteggio complessivo non inferiore a 60 punti;

RILEVATO che la richiamata Commissione di valutazione nel verbale del 30 marzo 2017 ha proposto la graduatoria dei progetti in ordine decrescente di punteggio;

RILEVATO che, in data 06 aprile 2017, la Commissione di valutazione ha concluso i lavori e ha trasmesso, con nota del 10 aprile 201, alla Divisione I di questa Direzione generale i n. 3 verbali con i relativi allegati ed ha generato la graduatoria provvisoria attraverso il sistema informatico Fami messo a disposizione dal Ministero dell'Interno - Autorità Res ponsabile;

CONSIDERATA la regolarità della procedura seguita e la correttezza degli atti adottati dalla Commissione;

CONSIDERATO che l'art. 3 dell'Avviso 2/2016 stabilisce che le risorse finanziarie stanziate per l'obiettivo di orientamento e formazione civico linguistica pre - partenza finalizzati all'ingresso in Italia per ricongiungimento familiare contribuiranno al finanziamento di una sola proposta progettuale, la prima in ordine di maggior punteggio ottenuto;

CONSIDERATO che dalle schede di valutazione dei progetti presentati, che sono parte integrante dei predetti verbali, emergono gli importi ammissibili a finanziamento per ciascun progetto;

CONSIDERATO che il Patronato INCA CGIL, posizionatosi primo nella predetta graduatoria, ha provveduto, ai sensi dell'art. 13.3 dell'Avviso n. 2/2016, con note dell'8, del 18 e del 29 maggio 2017, alla rimodulazione del budget apportando le richieste modifiche ad alcune macrovoci di costo;

RITENUTO di approvare, ai sensi dell'art. 14 dell'Avviso n. 2 /2016, la graduatoria finale dei progetti, in ordine decrescente di punteggio, come espressa nel verbale dalla Commissione di valutazione del 30 marzo 2017;

DECRETA


   
  Art. 1   
  1.  Ai sensi dell'art. 14 dell'Avviso pubblico n. 2/2016 per la presentazione di progetti da finanziare a valere sul Fondo Asilo Migrazione e Integrazione 2014 - 2020 - OS2 Integrazione/Migrazione Legale - ON1 Migrazione Legale - Progetti di orientamento e formazione civico linguistica pre - partenza finalizzati all'ingresso in Italia per ricongiungimento familiare, viene approvata la graduatoria finale dei progetti in ordine decrescente di punteggio, con l'indicazione degli importi ammissibili a finanziamento:
PROG Titolo Soggetto proponente Importo Punteggio di merito Importo Ammesso
PROG-1563FORM@Patronato INCA CGIL2.994.506,4968,52.994.506,49
PROG-1565Know-ITOrganizzazione Internazionale per le Migrazioni3.000.000,0061,53.000.000,00
PROG-1564ABITO ITALY (A BrIdge to Italy)Ente Nazionale dei Giuseppini del Murialdo2.665.575,0049,52.665.575,00
 

Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sarà inserito nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare come legge dello Stato.

 

Dato a Roma, 7 giugno 2017

L'AUTORITÀ DELEGATA Tatiana Esposito



ALLEGATI:  
- Allegato   -