Regione Toscana
Norma

 
MINISTERO DELL'INTERNO  
DECRETO 21 dicembre 2017
  Interventi a valenza territoriale  
 
  Vigente al 18/09/2019 


 
  urn:nir:ministero.interno:decreto:2017-12-21;nir-1

L'AUTORITÀ RESPONSABILE

VISTO il Regolamento (UE) N. 514/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio del 16 Aprile 2014 recante tra le altre anche disposizioni generali sul funzionamento del Fondo Asilo Migrazione e Integrazione (FAMI 2014 - 2020);

VISTO il Regolamento (UE) N. 516/2014 del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014 che istituisce il Fondo Asilo Migrazione e Integrazione (FAMI 2014 - 2020);

VISTO il Regolamento (UE) N. 1042/2014 della Commissione del 25 luglio 2014 che integra il Regolamento (UE) n. 514/2014 per quanto riguarda la designazione e le responsabilità di gestione e di controllo delle autorità responsabili e lo status e gli obblighi delle autorità di audit;

VISTO il Regolamento di esecuzione (UE) 840/2015 della Commissione del 29 maggio 2015 sui controlli effettuati dalle AR ai sensi del Regolamento (UE) 514/2014 recante disposizioni generali sul FAMI e sullo strumento di sostegno finanziario per la cooperazione di polizia, la prevenzione e la lotta alla criminalità e la gestione delle crisi;

VISTI i Regolamenti (UE) N. 1048 e N. 1049 del 2014 che definiscono le misure di informazione e pubblicità indirizzate al pubblico e le misure di informazione destinate ai beneficiari nonché le loro caratteristiche tecniche ai sensi del regolamento (UE) n. 514/2014 ;

VISTO che la gestione del Fondo è stata attribuita al Ministero dell'Interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l'Immigrazione;

VISTO il Decreto del Capo Dipartimento prot. n. 2066 del 9 febbraio 2017 con cui vie ne designato il Vice Prefetto Maria Assunta Rosa in qualità di Autorità Responsabile (AR) del FAMI;

VISTO il Programma Nazionale FAMI, documento programmatorio 2014 - 2020 approvato da parte della Commissione Europea con Decisione C(2015) 5343 del 3 agosto 2015, successivamente modificata da ultimo con Decisione C(2017) 5587 del 14 agosto 2017;

VISTA in particolare la Decisione C(2017) 5587 del 14 agosto 2017 che prevede uno stanziamento del contributo comunitario pari a € 381.488.100,00 cui si aggiunge un cofinanziamento nazionale del Ministero dell'Economia e delle Finanze pari a € 381.488.100,00 per un totale complessivo delle risorse pari a € 762.976.200,00;

VISTA la trasmissione alla CE del Sistema di Gestione e Controllo del Fondo (Si.Ge.Co.) con nota prot. 6169 del 29 maggio 2015;

CONSIDERATO che il Programma Nazionale, in conformità con Si.Ge. Co., prevede interventi da realizzarsi sia per il tramite di "progetti a valenza nazionale" sia per il tramite di progetti realizzati "a livello territoriale" e che individua tra le regole per la selezione dei progetti da finanziare nell'ambito del Programma, la possibilità di ricorrere a procedura tramite avviso pubblico per la selezione dei progetti;

CONSIDERATA la ripartizione del piano finanziario del Fondo secondo cui per le azioni rientranti all'interno dell'Obiettivo Specifico 1 "Asilo" sono stat e destinate risorse comunitari e pari a euro 244.211.554,00 , per le azioni rientranti all'interno dell'Obiettivo Specifico 2 "Integrazione/migrazione legale" sono state destinate risorse pari a euro 289.329.270,00 e per le azioni rientranti all'interno dell' Obiettivo Specifico 3 "Rimpatrio" sono state destinate risorse pari a euro 114.928.600,48;

CONSIDERATA la presenza di risorse finanziarie complessive residue pari a € 48.945.857,26 a valere sull'Obiettivo Specifico 1 e pari a € 169.387.658,65 a valere sull'Obiettivo Specifico 2;

RITENUTO, pertanto, di dover assegnare agli avvis i territoriali a valere sugli Obiettivi Specifici 1 e 2 , risorse finanziarie complessive pari ad euro 30.500.000,00;

RILEVATA , pertanto, la necessità di definire l'articolazione ed i contenuti delle proposte progettuali finanziabili con il Fondo in parola, i beneficiari, le procedure relative alla presentazione dei progetti, i criteri di ammissi bilità e valutazione degli stessi, le modalità di assegnazione e liquidazione dei finanziamenti, le procedure di avvio, l'attuazione e la rendicontazione dei progetti,

DECRETA


 

- in relazione al Programma Nazionale, nel rispetto del principio di trasparenza dell'azione amministrativa, al fine di incentivare la realizzazione di progettualità a livello territoriale e la creazione di reti tra i soggetti attivi nelle materie oggetto delle azioni seguenti, vengono destinati alla realizzazione di interventi "a valenza territoriale":

- € 10.000.000,00 per l'OS 1 - ON 1 , lett. e): Percorsi di inclusione in favore di minori stranieri non accompagnati (MSNA) presenti nelle strutture di seconda accoglienza;

- € 15.000.000,00 per l'OS1 - ON 1, lett. c ): Potenziamento del sistema di 1° e 2° accoglienza - Tutela della salute dei richiedenti e titolari di protezione internazionale in condizione di vulnerabilità;

- € 5.500.000,00 per l'OS2 - ON3, lett.m): Promozione di interventi di inclusione sociale ed economica di cittadini dei Paesi terzi svi luppati in Italia e in altri Stati membri;

- sono adottati gli Avvisi pubblici per la presentazione di progetti a valenza territoriale finanziati a valere sul Fondo Asilo Migrazione e Integrazione che costituiscono, unitamente a tutti i modelli, parte i ntegrante del presente provvedimento, nelle seguenti azioni di intervento:

- Percorsi di inclusione in favore di minori stranieri non accompagnati (MSNA) presenti nelle strutture di seconda accoglienza euro 10.000.000,00

- Potenziamento del sistema di 1 ° e 2° accoglienza - Tutela della salute dei richiedenti e titolari di protezione internazionale in condizione di vulnerabilità - euro 15.000.000,00

- Promozione di interventi di inclusione sociale ed economica di cittadini dei Paesi terzi sviluppati in Italia e in altri Stati membri euro 5.500.000,00.

- le residue dotazioni finanziarie del Programma Nazionale verranno ripartite mediante uno o più successivi decreti.

Gli Avvisi sono pubblicati sul sito internet www.interno.gov.it.


Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

 

Roma, 21 dicembre 2017

L'AUTORITA' RESPONSABILE (Rosa)