Regione Toscana
Norma

 
MINISTERO DELL'INTERNO  
DECRETO 27 agosto 2018
  Proroga scadenza termini  
 
  Vigente al 18/09/2019 


 
  urn:nir:ministero.interno:decreto:2018-08-27;nir-1

AUTORITA' RESPONSABILE

VISTO il Regolamento (UE) N. 514/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio del 16 Aprile 2014 recante tra le altre anche disposizioni generali sul funzionamento del Fondo Asilo Migrazione e Integrazione (FAMI 2014-2020);

VISTO il Regolamento (UE) N. 516/2014 del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014 che istituisce il Fondo Asilo Migrazione e Integrazione (FAMI 2014-2020);

VISTO il Regolamento (UE) N. 1042/2014 della Commissione del 25 luglio 2014 che integra il Regolamento (UE) n. 514/2014 per quanto riguarda la designazione e le responsabilità di gestione e di controllo delle autorità responsabili e lo status e gli obblighi delle autorità di audit;

VISTO il Regolamento di esecuzione (UE) 840/2015 della Commissione del 29 maggio 2015 sui controlli effettuati dalle AR ai sensi del Regolamento (UE) 514/2014 recante disposizioni generali sul FAMI e sullo strumento di sostegno finanziario per la cooperazione di polizia, la prevenzione e la lotta alla criminalità e la gestione delle crisi;

VISTI i Regolamenti (UE) N. 1048 e N. 1049 del 2014 che definiscono le misure di informazione e pubblicità indirizzate al pubblico e le misure di informazione destinate ai beneficiari nonché le loro caratteristiche tecniche ai sensi del regolamento (UE) n. 514/2014 ;

VISTO che la gestione del Fondo è stata attribuita al Ministero dell'Interno, Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione;

VISTO il decreto del Capo Dipartimento per le Libertà civili e l'Immigrazione prot. n. 2737 del 21 febbraio 2018 è stato designato il Prefetto Mara Di Lullo in qualità di Autorità Responsabile (AR) del FAMI, con decorrenza dal 1 marzo 2018;

CONSIDERATO che il Programma Nazionale FAMI, approvato con Decisione C(2015) 5343 del 3 agosto 2015 e successivamente modificato con Decisione C(2016) 1823 del 21 marzo 2016, C(2017) 5587 del 14 agosto 2017 e C(2017) 8713 dell'11 Dicembre 2017, prevede alla lettera h) dell'Obiettivo Specifico 2, Obiettivo Nazionale 2, la promozione di servizi di "Formazione linguistica";

VISTO il decreto n. 0008843 del 04/07/2018 con il quale l'Autorità Responsabile ha adottato gli Avvisi Pubblici Piani regionali per la formazione civico linguistica dei cittadini di Paesi terzi 2018-2021;

CONSIDERATO che per l'Avviso "Piani regionali per la formazione civico liguistica dei cittadini di Paesi terzi 2018-2021" il termine di scadenza per la presentazione dei progetti è stato fissato alle ore 12.00 del 3 settembre 2018;

VISTO l'art. 4.1, lett. b) dell'avviso succitato secondo cui è richiesta, a pena di inammissibilità della proposta progettuale, la partecipazione del competente Ufficio Scolastico Regionale, in qualità di partner obbligatorio di progetto, nonché la partecipazione, in qualità di partner, di Istituti e scuole pubbliche di istruzione primaria e secondaria, nonché sedi dei Centri Provinciali per l'Istruzione degli Adulti (CPIA) di cui all'ordinanza ministeriale 455/97;

CONSIDERATO che i conferimenti e mutamenti di incarico dei dirigenti competenti sono disposti con decorrenza 1° settembre 2018;

CONSIDERATA l'opportunità di prorogare la scadenza dei termini di presentazione delle domande per consentire ai soggetti proponenti di costituire partenariati qualificati ed idonei a garantire la qualità dei servizi proposti;

RAVVISATA quindi, da parte di questa Autorità Responsabile, la necessità di consentire la più ampia partecipazione al procedimento di presentazione delle proposte progettuali e la costituzione di ampie reti partenariali

DECRETA


 

la scadenza del termine per la presentazione dei progetti a valere sull'Avviso "Piani regionali per la formazione civico linguistica dei cittadini di Paesi terzi 2018-2021" è prorogata alle ore 10.00 del giorno 10 settembre 2018.

Di detta proroga verrà data notizia attraverso la pubblicazione sul sito internet www.interno.gov.it .


Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

 

Roma, 27 agosto 2018

L'AUTORITA' RESPONSABILE (Mara Di Lullo)