Regione Toscana
Norma

 
MINISTERO DELL'INTERNO  
DECRETO 30 dicembre 2016
  Completamento del percorso di autonomia dei titolari di protezione internazionale, intrapreso nel circuito di accoglienza Sprar  
 
  Vigente al 18/09/2019 


 
  urn:nir:ministero.interno:decreto:2016-12-30;nir-2

L'AUTORITÀ RESPONSABILE

VISTO il Regolamento (UE) N. 514/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio del 16 Aprile 2014 recante tra le altre anche disposizioni generali sul funzionamento del Fondo Asilo Migrazione e Integrazione (FAMI 2014 - 2020);

VISTO il Regolamento (UE) N. 516/2014 del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014 che istituisce il Fondo Asilo Migrazione e Integrazione (FAMI 2014 - 2020);

VISTO il Regolamento (UE) N. 1042/2014 della Commissione del 25 luglio 2014 che integra il Regolamento (UE) n. 514/2014 per quanto riguarda la designazione e le responsabilità di gestione e di controllo delle autorità responsabili e lo status e gli obblighi delle autorità di audit;

VISTO il Regolamento di esecuzione (UE) 840/2015 della Commissione del 29 maggio 2015 sui con trolli effettuati dalle AR ai sensi del Regolamento (UE) 514/2014 recante disposizioni generali sul FAMI e sullo strumento di sostegno finanziario per la cooperazione di polizia, la prevenzione e la lotta alla criminalità e la gestione delle crisi;

VISTO il Regolamento (UE) N. 801/2014 della Commissione del 24 luglio 2014 che stabilisce il calendario e le altre condizioni di attuazione relative al meccanismo di assegnazione delle risorse aggiuntive per il programma di reinsediamento dell'Unione nell'ambito del Fondo Asilo Migrazione e Integrazione;

VISTI i Regolamenti (UE) N. 1048 e N. 1049 del 2014 che definiscono le misure di informazione e pubblicità indirizzate al pubblico e le misure di informazione destinate ai beneficiari nonché le loro caratteristi che tecniche ai sensi del regolamento (UE) n. 514/2014 ;

VISTO che la gestione del Fondo è stata attribuita al Ministero dell'Interno, Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione;

VISTO il Decreto del Capo Dipartimento prot. n. 6168 del 29 maggio 2015 con il quale il Dipartimento per le Libertà Civili e l'Immigrazione (DLCI) del Ministero dell'Interno, nella persona del Vicario, è stato individuato quale Autorità Responsabile (AR) del Fondo Asilo Migrazione e Integrazione;

VISTO il Programma Nazionale FAMI, documento programmatorio 2014 - 2020 approvato da parte della Commissione Europea con Decisione C(2015) 5343 del 3 agosto 2015, successivamente modificata con le Decisioni C(2015) 9608 del 16 dicembre 2015 e C(2016) 1823 del 21 marzo 2016;

VISTA in particolare la Decisione C(2016) 1823 del 21 marzo 2016 che prevede uno stanziamento del contributo comunitario pari a € 347.753.777,00, cui si aggiunge un cofinanziamento nazionale del Ministero dell'Economia e delle Finanze par i a € 347.753.777,00, per un totale complessivo delle risorse pari a € 695.507.554,00;

VISTA la trasmissione alla CE del Si.Ge.Co con nota prot. 6169 del 29 maggio 2015;

VISTA la comunicazione della Commissione Europea prot. Ares(2016)1848498 del 19/04/2016 con cui la CE ha validato il Sistema di Gestione e Controllo dell'AR FAMI presentato in occasione del System review tenutosi in data 10/11/2015;

CONSIDERATO che il Programma Nazionale, in conformità con il Sistema di Gest ione e Controllo del Fondo (Si.Ge.Co.), prevede interventi da realizzarsi sia per il tramite di "progetti a valenza nazionale" sia per il tramite di progetti realizzati -a livello territoriale e che individua tra le regole per la selezione dei progetti da finanziare nell'ambito del Programma, la possibilità di ricorrere a procedura tramite avviso pubblico per la selezione dei progetti;

VISTA l'adozione a valere sul Fondo Asilo Migrazione e Integrazione (FAMI 2014 - 2020), con Decreto prot. n. 19738 del 24 d icembre 2015 , tra gli altri, di due avvisi denominati "Completamento del percorso di autonomia dei titolari di protezione internazionale, intrapreso nel circuito di accoglienza SPRAR, attraverso la definizione e realizzazione di un piano individuale che prevedano interventi mirati di inserimento socio - economico" ( Obiettivo Specifico 1, Obiettivo Nazionale 1, lett.c - Potenziamento del sistema di 1° e 2° accoglienza) e "Servizi sperimentali di formazione linguistica" (Obiettivo Specifico 2. Obiettivo Nazio nale 2, lett.h - Formazione civico - linguistica);

VISTO che ai suddetti avvisi sono state assegnate risorse finanziarie così ripartite col medesimo decreto sopra citato:

- € 5.750.000,00 per l'OS 1/ON 1/Azione lett. c): Potenziamento del sistema di 1° e 2° accoglienza - Completamento del percorso di autonomia dei titolari di protezione internazionale, intrapreso nel circuito di accoglienza SPRAR, attraverso la definizione e realizzazione di un piano individuale che preveda interventi mirati di inserimento s ocio - economico ;

- € 2.500.000,00 per l'OS 2/ON 2/Azione lett. h): Formazione civico linguistica - Servizi sperimentali di formazione linguistica;

VISTO il decreto di questa AR prot. n. 17092 del 27 ottobre 2016 , con il quale è stata diminuita la dotazione finanziaria originariamente prevista per l'Avviso denominato - Potenziamento della capacità ricettiva del sistema di seconda accoglienza dei Minori Stranieri non Accompagnati (MSNA) a valere sull'Obiettivo Specifico 1, Obiettivo Nazionale 1, da Euro 110.9 53.800,00 a Euro € 41.666.610,80, aumentando, contestualmente, la dotazione finanziaria originariamente prevista per l'Avviso denominato - Qualificazione del sistema nazionale di prima accoglienza dei Minori Stranieri non Accompagnati (MSNA) a valere sull'Obiettivo Specifico 1, Obiettivo Nazionale 1, da Euro 51.138 .000,00 a Euro € 120.425.189,20;

RILEVATO che con le risorse finanziarie trasferite sull'Avviso - Qualificazione del sistema nazionale di prima accoglienza dei Minori Stranieri non Accompagnati (M SNA), pari ad € 69.287.189,20, sono stati ulteriormente finanziati due progetti (PROG - 1094 e PROG - 1152) per importi rispettivamente pari a € 2.369.875,14 e € 2.290.049;

RILEVATO che, a seguito dell'ammissione al finanziamento di tali progetti, la dotazione residua a valere sul suddetto Avviso ammonta ad € 64.627.264,45;

RILEVATA l'esigenza di rispondere al massiccio afflusso migratorio a seguito del recente ulteriore aumento degli sbarchi sulle coste italiane anche di soggetti richiedenti protezione internazionale;

CONSIDERATO che il conseguente aumento delle domande di riconoscimento della protezione internazionale impone un più celere ed efficace completamento del percorso di autonomia dei titolari di protezione internazionale intrapreso nel circui to di accoglienza SPRAR, al fine di facilitare la fuoriuscita dei destinatari dal detto circuito;

RAVVISATA quindi, da parte di questa Autorità Responsabile, la necessità di finanziare il maggior numero di proposte progettuali presentate a valere sull'Avviso Completamento del percorso di autonomia dei titolari di protezione internazionale, intrapreso nel circuito di accoglienza SPRAR, attraverso la definizione e realizzazione di un piano individuale che prevedano interventi mirati di inserimento socio - economico (lett.c - Potenziamento del sistema di 1° e 2° accoglienza);

RILEVATO che la dotazione originariamente prevista per il suddetto Avviso non consente di finanziare tutte le proposte progettuali valutate idonee e meritevoli da parte della competente Commissione di valutazione;

CONSIDERATO quindi che della predetta dotazione residua a valere sull'Avviso denominato "Qualificazione del sistema nazionale di prima accoglienza dei Minori Stranieri non Accompagnati (MSNA)", si intende impiegare € 1.250.000,00 per il finanziamento di proposte progettuali a valere sull'Avviso - Completamento del percorso di autonomia dei titolari di protezione internazionale, intrapreso nel circuito di accoglienza SPRAR, attraverso la definizione e realizzazione di un piano individuale che preveda interventi mirati di inserimento socio - economico (lett.c - Potenziamento del sistema di 1° e 2° accoglienza);

VISTO che , in conformità con le Linee Guida emanate dalla Commissione Europea Ref. Ares (2016) 2278151 del 17 maggio 2016, non si rende necessaria una revisione del Programma Nazionale FAMI, in quanto le riallocazioni delle risorse sopra citate - intervenendo nell'ambito dello stesso Obiettivo Nazionale - non alterano gli importi previsti per l'Obiettivo Specifico di riferimento;

RILEVATA la necessità, al contempo, di rispondere al massiccio afflusso migratorio altresì favorendo l'inserimento sociale dei migranti nel territorio, anche attraverso interventi finalizzati a promuovere l'alfabetizzazione e l'apprendimen to della lingua italiana, la cui conoscenza rappresenta uno strumento fondamentale per promuovere l'esercizio dei diritti e doveri dei cittadini di Paesi terzi;

RILEVATA la necessità, per far fronte alle suddette esigenze, di aumentare altresì la dotazione fin anziaria a valere sull'Avviso denominato - Servizi sperimentali di formazione linguistica (lett.h Formazione civico - linguistica);

CONSIDERATO che sul Programma Nazionale , nell'ambito dell'Obiettivo Specifico 2 Integrazione/Migrazione le gale - Obiettivo Nazionale 2 Integrazione, lett.h) - Formazione civico - linguistica risultano residui disponibili;

RITENUTO pertanto di allocare parte di tali risorse, nella misura di € 2.000.000,00 , nell'ambito dell'Avviso Pubblico - Servizi sperimentali di formazione linguistica (lett.h Formazione civico - linguistica);

Tanto visto, ritenuto e considerato

DECRETA


 

- Di diminuire la dotazione finanziaria prevista per l'Avviso denominato "Qualificazione del sistema nazionale di prima accoglienza dei Minori Stranieri non Accompagnati (MSNA)" da Euro 64.627.264,45 a Euro € 63.377.264,45. Tali residui restano nella disponibilità dell'Autorità Responsabile nell'ambito dell'Obiettivo Nazionale 1 e verranno eventualmente ripartiti mediante uno o più successivi decreti;

- di aumentare, contestualmente, la dotazione finanziaria originariamente prevista per l'Avviso denominato - Completamento del percorso di autonomia dei titolari di protezione internazionale, intrapreso nel circuito di accoglienza SPRAR, attraverso la definizione e realizzazione di un piano individuale che prevedano interventi mirati di inserimento socio - economico (lett. c - Potenziamento del sistema di 1° e 2° accoglienza) da Euro 5.750.000,00 a Euro € 7.000.000,00, come rappresentato nella tabella sotto riportata;

- di aumentare altresì la dotazione finanziaria originariamente prevista per l'Avviso denominato "Servizi sperimentali di formazione linguistica" (lett.h - Formazione civico - linguistica ) da Euro € 2.500.000,00 a Euro € 4.500.000,00, come di seguito rappresentato:

Avviso Dotazione originaria Dotazione incrementata
OS 1/ON 1/Azione lett. c): Potenziamento del sistema di 1° e 2° accoglienza - Completamento del percorso di autonomia dei titolari di protezione internazionale, intrapreso nel circuito di accoglienza SPRAR, attraverso la definizione e realizzazione di un piano individuale che preveda interventi mirati di inserimento socio - economico;€ 5.750.000,00€ 7.000.000,00
OS 2/ON 2/Azione lett. h): Formazione civico linguistica - Servizi sperimentali di formazione linguistica€ 2.500.000,00€ 4.500.000,00

Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

 

Roma, 30 dicembre 2016

L'Autorità responsabile: Malandrino