Regione Toscana
Norma

 
COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA  
DELIBERAZIONE 6 agosto 2015, n. 79
  Fondo sanitario nazionale 2013 - Ripartizione tra le regioni della quota accantonata per l'assistenza sanitaria agli stranieri irregolari presenti sul territorio nazionale.  
 


 
  urn:nir:comitato.interministeriale.programmazione.economica:deliberazione:2015-08-06;79

IL COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

Vista la legge 24 dicembre 1993, n. 537  , che all'articolo 12, comma 9, prevede il concorso delle Regioni a statuto speciale e delle Province autonome di Trento e Bolzano al finanziamento del Servizio sanitario nazionale;

Visto il decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446  - emanato in attuazione dell'articolo 3, commi 143-151, della legge 23 dicembre 1996, n. 662  - che all'articolo 39, comma 1, demanda al CIPE, su proposta del Ministro della salute, d'intesa con la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano (Conferenza Stato - Regioni), l'assegnazione annuale delle quote del Fondo sanitario nazionale di parte corrente a favore delle Regioni e Province autonome;

Vista la legge 27 dicembre 1997, n. 449  recante misure per la stabilizzazione della finanza pubblica e in particolare l'articolo 32, comma 16, che dispone, tra l'altro, che le Province autonome di Trento e Bolzano, la Regione Valle d'Aosta e la Regione Friuli Venezia Giulia provvedano al finanziamento del Servizio sanitario nazionale nei rispettivi territori, senza alcun apporto a carico del bilancio dello Stato, ai sensi dell' articolo 34, comma 3, della legge 23 dicembre 1994, n. 724  e dell' articolo 1, comma 144, della citata legge n. 662/1996  ;

Visto il decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112  - emanato in attuazione dell' articolo 1 della legge 15 marzo 1997, n. 59  - che all'articolo 115, comma 1, lettera a),

dispone


 

A valere sulle disponibilità del Fondo sanitario nazionale per l'annualità 2013, viene ripartita, tra le Regioni a statuto ordinario e la Regione Siciliana, la somma complessiva di 30.990.000 euro, riservata a favore dei cittadini stranieri presenti sul territorio nazionale, non in regola con le norme relative all'ingresso e al soggiorno, al fine di garantire loro le cure mediche e la tutela sociale della gravidanza, della maternità e delle altre prestazioni sanitarie di cui all' articolo 35, commi 3  e 6,  del decreto legislativo n. 286/1998 richiamato in premessa.

La predetta somma di 30.990.000 euro e' ripartita tra le predette Regioni come da allegata tabella che costituisce parte integrante della presente delibera, sulla base dell'entità della spesa sostenuta per i ricoveri di donne straniere irregolari per gravidanza, parto e puerperio avvenuti nell'anno 2013 e sulla base del numero dei cittadini stranieri irregolari intercettati sul territorio nazionale dal Ministero dell'interno nell'anno 2013, così come considerato in premessa.


 

Roma, 6 agosto 2015

Il Presidente: Renzi

Il Segretario: Lotti



ALLEGATI:  
- Allegato   -