Regione Toscana
Norma

 
SOCIETA' DELLA SALUTE DI PISA  
DELIBERAZIONE 17 febbraio 2017, n. 2
  Oggetto: Programma SPRAR: adesione dei Comuni di Calci, Fauglia, San Giuliano Terme, Vicopisano e Vecchiano; revoca adesione da parte del Comune di Cascina.  
 


 
  urn:nir:societa.salute.pisa:deliberazione:2017-02-17;2

IL PRESIDENTE

L'anno 2017 il giorno 17 del mese di Febbraio alle ore 9.30 si è riunita l'Assemblea dei Soci della Società della Salute Zona Pisana, alla presenza dei/delle Signori/e:

Capuzzi Sandra - Assessore Comune di Pisa - Presidente (Presente)

Ricotta Valentina - Assessore Comune di Calci - Membro (Presente)

Ziello Edoardo - Assessore Comune di Cascina - Membro (Presente)

Carli Carlo - Sindaco Comune di Fauglia - Membro (Assente)

Balluchi Lisa - Assessore Comune di Crespina Lorenzana - Membro (Assente)

Benetti Veronica - Assessore Comune di Orciano Pisano - Sostituto (Presente)

Marchetti Franco - Assessore Comune di San Giuliano Terme - Vicepresidente Membro (Presente)

Del Zoppo Lorenzo - Assessore Comune di Vecchiano - Membro (Presente)

Bertini Valentina - Assessore Comune di Vicopisano - Membro (Presente)

Brizzi Laura - Direttore Servizi Sociali Azienda USL Toscana nord ovest - Sostituto (Presente)

Visto l'atto istitutivo del Consorzio "Società della Salute Zona Pisana", sottoscritto in data 27.01.2 010, Rep. n.55328, Fasc. n. 218;

Presiede la seduta, ai sensi dell' art. 13, comma 1 lett. a) dello Statuto  , la Presidente Assessore Sandra Capuzzi.

Constatata la regolarità della seduta, ai sensi dell' art. 10, comma 4, dello Statuto  , la Presidente dichiara aperta la seduta e invita i convocati a deliberare sull'oggetto sopra indicato;

L'Assemblea

Premesso che

- in data 27 gennaio 2010, con Atto ai rogiti del Segretario del Comune di Pisa, Dr.ssa Angela Nobile, gli enti aderenti hanno sottoscritto gli atti istitutivi (Statuto e Convenzione) del nuovo organismo ai sensi della L.R. n. 40/05  e successive modifiche ed integrazioni;

- la forma giuridica assunta è il consorzio pubblico senza scopo di lucro ai sensi dell' art. 31 del decreto legislativo n. 267 del 18  agosto del 2000, fra l'Azienda USL 5 di Pisa e i Comuni della zona pisana ovvero Comune di Cascina, Comune di Calci, Comune di Fauglia, Comune di Crespina Lorenzana, Comune di Orciano Pisano, Comune di Pisa, Comune di San Giuliano Terme, Comune di Vecchiano e Comune di Vicopisano;

- ai sensi della leggi regionali n. 28 del 16 marzo 2015  recante "Disposizioni urgenti per il riordino dell'assetto istituzionale e organizzativo del servizio sanitario regionale e n. 84 del 28 dicembre 2015  recante il "Riordino dell'assetto istituzionale e organizzativo del sistema sanitario regionale. Modifiche alla l.r. 40/2005  " l'Azienda USL Toscana nord ovest a decorrere dalla data del 1° gennaio 2016 subentra con successione a titolo universale in tutti i rapporti giuridici attivi e passivi delle aziende unità sanitarie locali soppresse comprese nell'ambito territoriale di competenza;

Premesso e ricordato che:

- la SdS Pisana è ente gestore del programma di accoglienza, integrazione e tutela rivolta ai richiedenti asilo e rifugiati umanitari nell'ambito di un progetto territoriale aderente al Sistema di protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati (SPRAR ) a far data dal 2013;

- il progetto di accoglienza finanziato per i trienni 2014-2016 e 2017-2019 prevede l'accoglienza di numero 36 richiedenti asilo ospitati sui territori di Pisa e Cascina,

- con provvedimento del Direttore della SdS pisana n. 14 del 03/02/2017 è stato pubblicato l'avviso pubblico per la selezione di uno o più soggetti del Terzo Settore per partecipare alla coprogettazione e la gestione del programma SPRAR - Prosecuzione progetto per posti 36 utenza adulta maschile e famiglie per il triennio 2017/2019 (PROG-778-PR-1);

Preso atto che

- nel corso della seduta odierna, l'Assessore del Comune di Cascina, Sig. Edoardo Ziello ha espresso la volontà del Comune di Cascina di revocare l'adesione al programma SPRAR,

- a seguito della decisione assunta dal Comune di Cascina occorre ritirare l'avviso per procedere alle necessarie e conseguenti modifiche;

Preso atto inoltre che i Comuni soci di Calci, Fauglia San Giuliano Terme, Vicopisano, Vecchiano hanno espresso la volontà di aderire al progetto SPRAR le cui modalità saranno concordate con il Direttore della SdS pisana;

Precisato che

la SdS pisana provvederà, ai sensi dell'art. 22 del Decreto del Ministero degli Interni del 10 agosto 2016, a richiedere autorizzazione al Servizio Centrale del Ministero degli Interni:

- per il trasferimento dei posti dal Comune di Cascina al Comune di Pisa;

- per l'ampliamento del progetto di accoglienza SPARAR della SdS pisana nei Comuni di Calci, Fauglia, San Giuliano Terme, Vicopisano, Vecchiano, la SdS pisana;

Rilevato che sul presente provvedimento non è richiesto il parere di regolarità contabile, non essendo previsto dal medesimo alcun impegno di spesa o alcuna riduzione di entrata a carico del bilancio della Società della Salute;

Visto il parere di regolarità tecnica inserito nel prese nte provvedimento, espresso dal Direttore della Società della Salute, ai sensi dell'art. 15 comma 2 , del regolamento interno di funzionamento dell'Assemblea;

Visto l' art. 10 comma 5 dello Statuto  della Società della Salute zona Pisana,

Per le motivazioni espresse in narrativa

DELIBERA

dispone:


 

1. di prendere atto della decisione del Comune di Cascina di revocare l'adesione al progetto di accoglienza rifugiati e richiedenti asilo SPRAR ges tito dalla SdS pisana;

2. di ritirare la pubblicazione dell'avviso pubblico per la selezione di uno o più soggetti del Terzo Settore per partecipare alla coprogettazione e la gestione del programma SPRAR - Prosecuzione progetto per posti 36 utenza adulta maschile e famiglie per il triennio 2017/2019 (PROG-778-PR-1) sui territori di Pisa e Cascina;

3. di prendere atto della decisione dei Comuni di Calci, Fauglia, San Giuliano Terme, Vicopisano, Vecchiano di aderire al progetto accoglienza rifugiati e richiedenti asilo SPRAR gestito dalla SdS pisana;

4. di richiedere al Servizio Centrale l'autorizzazione a trasferire i posti dal Comune di Cascina al Comune di Pisa e ad ampliare il progetto di accoglienza nei Comuni di Calci, Fauglia, San Giuliano Terme, Vicopisano, Vecchiano;

5. di procedere alla ripubblicazione dell'avviso modificato ai sensi delle decisioni assunte dai Comuni nel corso dell'odierna seduta;

6. di dare pubblicità alla presente deliberazione mediante affissione all'Albo Pretorio del Consorzio e diffusione sul sito web del consorzio www.sds.zonapisana.it;

7. di trasmettere copia del presente atto agli Enti ad erenti al Consorzio ed al Collegio dei Revisori dei Conti.


 

Il Responsabile del Procedimento: F.to M. Marchetti