Regione Toscana
Norma

 
DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 12 giugno 2013
  Delega di funzioni al Ministro senza portafoglio per l'integrazione, dott.ssa Kashetu KYENGE detta Cecile.  
  Pubblicato in GU, n. 162 del 12/07/2013
  Vigente al 18/09/2019 


 
  urn:nir:presidente.consiglio.ministri:decreto:2013-06-12;nir-1

Indice


IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Visto il decreto del Presidente della Repubblica in data 28 aprile 2013  con il quale la dott.ssa Kashetu Kyenge detta Cecile e' stata nominata Ministro senza portafoglio;

Visto il proprio decreto in data 28 aprile 2013 con il quale al predetto Ministro senza portafoglio e' stato conferito l'incarico per l'integrazione;

Vista la legge 23 agosto 1988, n. 400  ;

Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 286  ;

Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 303 

Ritenuto opportuno delegare al Ministro per l'integrazione, le funzioni di cui al presente decreto;

Sentito il Consiglio dei ministri;

DECRETA


   
  Art. 1   
  1.  A decorrere dal 29 aprile 2013, al Ministro senza portafoglio per l'integrazione dott.ssa Kashetu Kyenge detta Cecile (di seguito denominata «Ministro») sono delegate, in particolare, le seguenti funzioni:
   a) promuovere iniziative, anche normative, in raccordo con i ministri competenti nelle politiche settoriali concernenti l'integrazione e I'immigrazione;
   b) promuovere e coordinare le azioni di governo volte a prevenire e rimuovere le forme e cause di discriminazione di carattere religioso, razziale e etnico;
   c)  esercitare le funzioni di indirizzo e di coordinamento in materia di adozioni dei minori italiani e stranieri, nonche' quelle attribuite al Presidente del Consiglio dei ministri nell'ambito della Commissione istituita dalla legge 31 dicembre 1998, n. 476  , operante presso la Presidenza del Consiglio dei ministri;
   d) attivita' di indirizzo per l'attuazione della strategia nazionale di inclusione dei Rom, Sinti e Caminanti;
   e) promuovere iniziative, in raccordo con il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, in materia di tutela dei minori stranieri non accompagnati.
 
 
  Art. 2   
  1.  Per lo svolgimento delle funzioni di cui al presente decreto il Ministro si avvale, in relazione alle specifiche competenze, dell'ufficio di segreteria della Commissione per le adozioni internazionali e di apposita Struttura di missione da istituirsi ai sensi dell' art. 7 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 303  .
 
  2.  In materia di discriminazione di carattere religioso, razziale ed etnico e in materia di strategia nazionale di inclusione di Rom, Sinti e Caminanti, l'Ufficio nazionale antidiscriminazione razziale supporta il Ministro, che si raccorda a tale fine con il Ministro per le pari opportunita', lo sport e le politiche giovanili.
 

Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, previa registrazione da parte della Corte dei conti.

 

Roma, 12 giugno 2013

Letta, Presidente del Consiglio dei Ministri