Regione Toscana
Norma

 
ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E DI ASSISTENZA PER I LAVORATORI DELLO SPETTACOLO E DELLO SPORT PROFESSIONISTICO  
MESSAGGIO 16 marzo 2011, n. 3
  Oggetto: Procedure e modalità di rilascio del nulla osta al lavoro subordinato per cittadini extracomunitari nel settore dello spettacolo. Modifiche all' art. 27, comma 2 del Decreto Legislativo n. 286 del 25 luglio 1998  , apportate dall' art. 8 del Decreto Legge n. 64 del 30 aprile 2010  , convertito dalla legge n. 100 del 29 giugno 2010  .  
 


 
  urn:nir:ente.nazionale.previdenza.assistenza.lavoratori.spettacolo:messaggio:2011-03-16;3

 

A tutte le Imprese dello spettacolo

Agli Enti pubblici e privati che esplicano attività nel campo dello spettacolo

A tutte le società che intrattengono rapporti economici con sportivi professionisti

Alla Direzione Generale della SIAE

Agli Uffici Interregionali e Sedi Territoriali

Alle Aree, Direzioni e Consulenze Professionali della Direzione Generale - LORO SEDI

e, p.c. Al Sig. Presidente

Al Consiglio di Indirizzo e Vigilanza - LORO SEDI

Come noto, l' art. 8 del Decreto Legge n. 64 del 30 aprile 2010  , convertito dalla legge n. 100 del 29 giugno 2010  , ha modificato l' art. 27, comma 2 del Decreto Legislativo n. 286 del 25 luglio 1998  , eliminando il riferimento ivi contenuto al parere del Dipartimento dello spettacolo presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, preliminare rispetto all'autorizzazione preventiva all'assunzione di cittadini extracomunitari, di competenza del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Alla luce di quanto sopra, il Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali, Direzione Generale del mercato del lavoro, Divisione II, con nota prot. 13/II/0000524/MA003.A007 del 19 gennaio 2011  , che viene allegata al presente messaggio, ha comunicato che le modalità di rilascio dell'autorizzazione all'assunzione di lavoratori extracomunitari per esigenze connesse alla realizzazione e produzione di spettacoli, stabilite con circolare n. 34 del 13 dicembre 2006  , sono da ritenersi modificate e che alla richiesta di nulla osta al lavoro subordinato non dovrà essere più allegato il parere del Dipartimento dello spettacolo, previsto nella previgente formulazione dell' art. 27, comma 2 del D.Lgs. n.286/1998  .

IL DIRETTORE GENERALE: Massimo Antichi