Regione Toscana
Norma

 
MINISTERO DELL'INTERNO - MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI  
CIRCOLARE 10 luglio 2014, n. 4486
  Oggetto: Proroga termini istanze a valere sulle quote previste dal D.P.C.M. 25 novembre 2013  ("Programmazione transitoria dei flussi d'ingresso dei lavoratori non comunitari per lavoro non stagionale nel territorio dello Stato per l'anno 2013") per: 1) ingressi per cittadini formati all'estero ex art. 23 T.U.  ( art. 2  ); 2) conversioni dei permessi di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo rilasciati ai cittadini di Paesi terzi da altro Stato membro dell'Unione europea in permessi di soggiorno subordinato ed autonomo ex art. 9-bis T.U.  ( art. 5  ).  
 


 
  urn:nir:ministero.interno:circolare:2014-07-10;4486

Ai Sigg. ri Prefetti - LORO SEDI

Al Commissario del Governo per la Provincia Autonoma di TRENTO

Al Commissario del Governo per la Provincia Autonoma di BOLZANO

Al Presidente della Giunta Regionale delle Valle d'Aosta

Alle Direzioni Regionali del Lavoro- LORO SEDI

Alle Direzioni Territoriali del Lavoro (per il tramite delle Direzioni Regionali del Lavoro)

Alla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Servizio per il Lavoro - Trieste

Alla Provincia Autonoma di Bolzano - Ripartizione Lavoro Isp. Lavoro - BOLZANO

Alla Provincia Autonoma di Trento - Dipartimento Servizi Sociali - Servizio Lavoro - TRENTO

Alla Regione Sicilia - Assessorato al Lavoro - Ufficio Reg. Lavoro - Isp. Rag. Lavoro - PALERMO

e. p.c. Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per il Coordinamento Amministrativo - ROMA

Al Ministero degli Affari Esteri D.G.P.I.E.M. - Ufficio VI Centro Visti - ROMA

All'I.N.P.S.- istituto Nazionale della Previdenza Sociale - ROMA

Alla Direzione Generale per le Politiche dei Servizi per il Lavoro - SEDE

Al Dipartimento della P.S. Direzione Centrale dell'Immigrazione e della Polizia delle Frontiere - SEDE


 

La quota di n. 3.000 ingressi per lavoratori che abbiano completato programmi di istruzione e formazione nei Paesi di origine, ai sensi dell' articolo 23 del testo unico sull'immigrazione  , fissata dal DPCM 25.11.2013  , in oggetto indicato, risulta essere stata utilizzata dagli sportelli unici per l'immigrazione (SUI) in misura fortemente ridotta (circa il 5,692: del totale della quota).

Si conviene, pertanto, sulla necessità che il termine intimo perla presentazione delle relative istanze (V. Modello B-PS), già fissato il 20 agosto 2014 con nota di queste Amministrazioni del 16.12.2013  , sia prorogato fino alle ore 24 del 31 dicembre 2014.

Le Direzioni Territoriali del Lavoro - come già avvenuto finora - per le istanze di questo tipo inviate al SUI, una volta verificata la sussistenza dei requisiti previsti per l'assunzione provvederanno a segnalare alla Direzione Generale dell'immigrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali l'esigenza di quote, fornendo gli elementi anagrafici identificativi dei lavoratori richiesti. La Direzione Generale, dopo aver riscontrato che il nominativo dei lavoratori rientri tra quelli inseriti nelle liste predisposte sulla base delle comunicazioni pervenute a conclusione dei programmi di formazione e istruzione svolti nei Paesi di origine, provvede all'attribuzione delle relative quote tramite il sistema informatizzato SILEN. La DTL rilascia a tal fine il parere di competenza necessario ai fini del successivo rilascio del nulla osta al lavoro per l'ingresso del lavoratore formato all'estero.

Alla stessa data del 31 dicembre 2014 è da intendersi prorogato il termine ultimo per la richiesta di conversione di permessi di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo rilasciati ai cittadini di Paesi terzi da altro Stato membro dell'Unione europea in permessi di soggiorno per lavoro subordinato (n. 1.000) e in permessi di soggiorno per lavoro autonomo (n. 250). Le relative quote sono state fissate dall' art. 5 del DPCM  in oggetto indicato e risultano al momento utilizzate nella misura, rispettivamente, del 37,6% e del 20,4% circa.

Le domande (v. Modello LS: lavoro subordinato - LS1: lavoro domestico - LS2: lavoro autonomo) saranno presentate con le modalità telematiche e con le procedure già indicate con nota di queste Amministrazioni del 16.12.2013  a cui si rinvia.

Si ringrazia per la consueta e fattiva collaborazione.


 

IL VICE CAPO DIPARTIMENTO VICARIO PER LE LIBERTA' CIVILI E L'IMMIGRAZIONE: Forlani

IL DIRETTORE GENERALE DELL'IMMIGRAZIONE E DELLE POLITICHE DI INTEGRAZIONE: Malandrino