MINISTERO DELL'INTERNO  
CIRCOLARE 31 luglio 2014, n. 4806
  Oggetto : D.P.R. 14 settembre 2011, n. 179  , recante il "Regolamento concernente la disciplina dell'accordo di integrazione tra lo straniero e lo Stato, a norma dell' articolo 4-bis, comma 2, del Testo Unico sull'immigrazione  ". Ulteriori Indicazioni operative.  
 


 
  urn:nir:ministero.interno:circolare:2014-07-31;4806

ALLE PREFETFURE- UU.TT.G. - LORO SEDI

AL COMMISSARIATO DEL GOVERNO PER LA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

AL COMMISSARIATO DEL GOVERNO PER LA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO

ALLA GIUNTA REGIONALE DELLA VALLE AOSTA - AOSTA

e, p.c.: AL GABINETTO DEL SIGNOR MINISTRO - SEDE

AL DIPARTIMENTO DELLA P.S. Direzione Centrale dell'immigrazione e della Polizia delle Frontiere - SEDE

AL MINISTERO DELUISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA Dipartimento per l'istruzione Viale Trastevere - ROMA


 

Si fa seguito alla circolare in data 10 febbraio 2014 n. 824  con la quale sono state fornite le prime indicazioni operative relative alla procedura di verifica dell'adempimento degli accordi di integrazione in scadenza.

Preliminarmente, nel ribadire che già dal 1° luglio u.s. il costo delle sessioni di formazione civica e di informazione di cui all' art. 3 del DPR 179/2011  sono a carico del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, si ritiene, come da intese raggiunte con il predetto Dicastero nel corso della riunione del Tavolo congiunto di cui all'art.8 dell'Accordo-quadro 7.8.2012, in un'ottica di razionalizzazione della spesa, che le sessioni di cui si tratta possano essere svolte anche presso altri enti (ad es. Università, Aziende....) attraverso accordi sottoscritti a livello locale tra Prefetture ed ente o, eccezionalmente - nel caso in cui sia presente un esiguo numero di partecipanti e ne sussistano le condizioni - direttamente presso le Prefetture.

Ad esempio, per quanto riguarda gli studenti universitari si è dell'avviso che la sessione di formazione civica possa essere organizzata, a titolo gratuito, dalla stessa Università degli Studi e frequentata presso l'ateneo medesimo, comunicando i relativi dati allo Sportello Unico.

Con riferimento alla fase di verifica circa l'adempimento dell'accordo di integrazione, si precisa che la competenza ad avviare il procedimento spetta allo Sportello Unico della Prefettura-U.T.G. presso il cui territorio Io straniero è residente. Pertanto, nell'ipotesi di trasferimento di residenza da una provincia ad un'altra, attraverso l'appIicativo informatico, deve essere richiesto Io spostamento della pratica allo Sportello Unico di nuova residenza.

Si comunica, inoltre, che nel mese di settembre verrà implementata nell'applicativo una nuova funzione che consentirà di modificare automaticamente l'indirizzo di residenza dello straniero, nel caso in cui venga indicato alla questura competente un nuovo indirizzo in fase di richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno. Ciò consentirà di inviare la comunicazione di avvio verifica all'indirizzo presumibilmente esatto del sottoscrittore dell'accordo. In caso di irreperibilità dello straniero si ritiene che si possa procedere alla proroga d'ufficio dell'accordo per un anno, secondo quanto previsto alla lettera b) del comma 5 dell'art. 6 del DPR 179/2011  .

Resta, comunque, possibile per lo straniero modificare la propria residenza accedendo al link

https://accordointegrazione.dlci.interno.it/Ministero/index2.jsp - con le credenziali consegnate in fase di sottoscrizione dell'accordo - alla sezione Accordo".

Riguardo allo svolgimento dei test per l'accertamento della conoscenza della lingua italiana, della cultura civica e della vita civile, previsti dal comma 1 del citato art. 6,  in attesa di pervenire alla formalizzazione del nuovo Accordo-quadro Interno/MIUR, si comunica che sono in corso di definizione sia gli standard di costo relativi alle sessioni di test, proposti dal MIUR, che le modalità organizzative per lo svolgimento dei test medesimi. A conclusione di questa fase verranno fornite ulteriori indicazioni in relazione agli accordi che, in sede locale, dovranno essere presi con gli Uffici Scolastici Regionali e/o Provinciali.

Si fa presente, tuttavia, che attualmente lo straniero può, comunque, richiedere la prenotazione al test, accedendo al link sopra indicato e scegliendo l'ultima voce del menu "Prenotazione Test". La prenotazione verrà, poi, inserita nella prima sessione utile non appena lo Sportello unico avrà caricato, nell'applicativo informatico, le sedi di svolgimento dei test. Attraverso le medesime modalità di accesso, l'interessato potrà verificare nei giorni seguenti la data e la sede di convocazione.

Ringraziando per la consueta collaborazione, si fa riserva di trasmettere ulteriori indicazioni, non appena possibile, e si resta a disposizione per ogni eventuale chiarimento.

 

IL VICE CAPO DIPARTIMENTO: Malandrino