Regione Toscana
Percorso per eventi della vita
» Contenuti » Schede informative sui procedimenti » Conversione del permesso di soggiorno per lavoro stagionale in permesso di soggiorno per lavoro subordinato - Modulo VB


Conversione del permesso di soggiorno per lavoro stagionale in permesso di soggiorno per lavoro subordinato - Modulo VB

*Scheda aggiornata al DPCM del 12 marzo 2019 (Decreto flussi 2019).*

Tempi del procedimento
Attivazione

La domanda può essere inviata online:

  • a partire dal 16 aprile 2019

 La domanda deve essere inviata entro il 31 dicembre 2019.

Durata

60 giorni dalla presentazione della richiesta.

Revoca
Titolare del procedimento
Responsabile
Nome: Dott.ssa Rosa Milano
E-mail: rosa.milano@interno.it
Ente: Prefettura UTG
Ufficio: Sportello Unico Immigrazione di Firenze
Accesso al servizio
Requisiti
  1. Essere in possesso di un permesso per lavoro stagionale, in corso di validità;
  2. essere stato effettivamente assunto (con comunicazione obbligatoria);
  3. per i lavoratori al primo anno di ingresso in Italia, aver svolto un periodo lavorativo stagionale di durata non inferiore a 3 mesi; Per il settore agricolo dovrà risultare un'attività lavorativa di almeno 13 giorni mensili nei 3 mesi lavorativi (per un totale di 39 giornate);
  4. aver ricevuto un'offerta di lavoro subordinato a tempo determinato o indeterminato. 
Documentazione richiesta
  • Ricevuta dell'imposta di bollo di 16,00 euro da pagare con modalità telematiche presso i rivenditori autorizzati;
  • permesso di soggiorno per lavoro stagionale in corso di validità;
  • copia del documento d’identità del datore di lavoro;
  • passaporto del richiedente in corso di validità;
  • comunicazione obbligatoria di assunzione relativa al primo ingresso;
  • contratto di affitto registrato o comunicazione di cessione di fabbricato per ospitalità presentata all'autorita di pubblica sicurezza.
Come fare per...
Reperire i moduli

Per la presentazione della domanda non è necessario reperire alcun modulo cartaceo, dato che questa avviene completamente tramite una procedura telematica (vedi sotto "Presentare la domanda").

  1.   Modulo da richiedere tramite il sito: Domanda di verifica di sussistenza - Modulo VB  (fac-simile solo in visione)
Presentare la domanda

Le operazioni da effettuare per poter inviare le domande allo Sportello Unico per l’immigrazione richiedono l’utilizzo di un computer e la disponibilità di una connessione ad internet.
Il richiedente deve registrarsi sul sito web del servizio di inoltro delle domande del Ministero dell’Interno, compilare e inviare il modulo in formato elettronico.
Dal sito  https://nullaostalavoro.dlci.interno.it/Ministero/Index2 è possibile visualizzare lo stato della propria pratica.

Per assistenza nella presentazione della domanda rivolgersi ai punti informativi della provincia di Firenze
Ricevere il provvedimento

Il richiedente viene convocato dallo Sportello Unico per la sottoscrizione del contratto di soggiorno.
Al momento della convocazione il richiedente deve esibire la documentazione richiesta (vedi sopra “Accesso al servizio - Documentazione richiesta”).
Lo Sportello Unico procede all’accertamento della corrispondenza delle dichiarazioni rese informaticamente nella domanda con quelle della documentazione esibita e fa sottoscrivere al cittadino straniero la richiesta di permesso di soggiorno.

Riferimenti normativi
  1. Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 12 marzo 2019 “Programmazione transitoria dei flussi d'ingresso dei lavoratori non comunitari nel territorio dello Stato per l'anno 2019.”

  2. Circolare del 9 aprile 2019, n. 1257 del Ministero dell'interno - Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali “Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 12 marzo 2019 concernente la programmazione transitoria dei flussi d'ingresso dei lavoratori non comunitari nel territorio dello Stato per l'anno 2019.”

  3. Decreto Legislativo 29 ottobre 2016, n. 203 "Attuazione della direttiva 2014/36/UE sulle condizioni di ingresso e di soggiorno dei cittadini di Paesi terzi per motivi di impiego in qualità di lavoratori stagionali".
  4. Circolare n. 471 del 29 gennaio 2016 "Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 14 dicembre 2015 concernente la programmazione transitoria dei flussi d'ingresso dei lavoratori non comunitari per lavoro nel territorio dello Stato per l'anno 2016".
  5. Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 14 dicembre 2015 "Programmazione transitoria dei flussi d'ingresso dei lavoratori non comunitari nel territorio dello stato per l'anno 2016".
  6. Nota del Ministero del Lavoro del 20 aprile 2015 "Circolare Ministero dell'Interno e Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali n. 7172 del 22.12.2014 - conversione permesso di soggiorno da lavoro stagionale a lavoro subordinato - Interpretazione".
  7. Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell'11 dicembre 2014 "Programmazione transitoria dei flussi d'ingresso dei lavoratori non comunitari per lavoro non stagionale nel territorio dello Stato per l'anno 2014”.
  8. Circolare Ministero dell'Interno - Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali n. 7172 del 22 dicembre 2014 "D.P.C.M. 11 dicembre 2014 "Programmazione transitoria dei flussi d'ingresso dei lavoratori non comunitari per lavoro non stagionale nel territorio dello Stato per l'anno 2014".  
  9. Circolare Ministero Interno - Ministero Lavoro e Politiche Sociali n. 6732 del 5 novembre 2013 "Conversione del permesso di soggiorno stagionale in permesso di soggiorno per lavoro subordinato - art. 24, comma 4 D. Lgs. n. 286/98. Chiarimenti."  
  10. Circolare del Ministero dell'interno n.2896 del 1 luglio 2008 “Quote conversione permessi di soggiorno per studio e tirocinio in permessi di soggiorno per lavoro subordinato. Competenza territoriale”
  11. Circolare n. 23 dell'8 novembre 2007 del Ministero dell'Interno "Nuova procedura di inoltro delle domande e di gestione dei procedimenti di competenza dello Sportello Unico per l'Immigrazione".
  12. Art. 24 comma 4 del D.Lgs. n. 286 del 25 luglio 1998 “Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero” e successive modifiche e integrazioni.
  13. Art. 14 comma 6, 35 comma 1 e 38 comma 7, del D.P.R. n. 394 del 31 agosto 1999 “Regolamento recante norme di attuazione del testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero, a norma dell'articolo 1, comma 6, del decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286”, come modificato dal D.P.R. n. 334 del 18 ottobre 2004.
  14. Circolare n. 2768 del 25 ottobre 2005 del Ministero dell’Interno “Attività per lo Sportello Unico per l’Immigrazione”.
  15. Circolare n. 1 del 9 febbraio 2006 del Ministero dell’Interno.
Per saperne di più