MINISTERO DELL'INTERNO  
CIRCOLARE 15 febbraio 2018, n. 509
  Oggetto: PERFETTI VAN MELLE SPA. e consociate PERFETTI VAN MELLE S.r.l., GUM BASE COMPANY S.p.A., SELECTION S.r.l., GELCO S.r.l. - Protocolli d'Intesa ex art. 2, commi 1-ter  e 1-quater  ed ex articolo 27-quater del decreto legislativo 1998, n. 286  .  
 


 
  urn:nir:ministero.interno:circolare:2018-02-15;509

Alle Prefetture - UTG - LORO SEDI

Al Commissario del Governo per la Provincia Autonoma di TRENTO

Al Commissario del Governo per la Provincia Autonoma di BOLZANO

Alla Presidenza della Giunta Regionale della Val d'Aosta - AOSTA

e, pc. Al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - Direzione Generale dell'Immigrazione e delle Politiche di Integrazione - ROMA


 

Si comunica che, in data 31 gennaio 2018, è stato sottoscritto l'allegato Protocollo d'Intesa tra questo Ministero e la PERFETTI VAN MELLE S.PA, con sede in Lainate (MI) - Via XXV Aprile, 7 e le consociate in oggetto indicate, concernente le procedure di ingresso dei lavoratori stranieri altamente qualificati e delle Blu card, ai sensi art. 27 - commi 1-ter  e 1-quater  ed ex art. 27-quater del D.Lgs. 286/98  .

La sottoscrizione dei Protocolli si configura come concreta realizzazione della consolidata collaborazione instaurata da questa Amministrazione con le diverse realtà locali, al fine di facilitare l'ingresso sul territorio nazionale di lavoratori stranieri altamente qualificati, nell'ottica di promuovere proficui scambi di professionalità e conoscenze a livello internazionale, anche alla luce delle raccomandazioni in tal senso contenute nell'Agenda Europea sulla Migrazione.

Ciò premesso, si rammenta che, con la sottoscrizione dei citati Protocolli, all'Ente firmatario e alle consociate espressamente richiamate, che si impegnano al rispetto delle condizioni indicate nei Protocolli stessi, è consentito di fare una comunicazione - allo Sportello Unico per l'Immigrazione - della proposta di contratto di soggiorno per far entrare in Italia il personale altamente specializzato di interesse, invece della consueta domanda di nulla osta.

Lo Sportello Unico, esperiti i controlli di cui all' art. 27 - comma 1-ter  , trasmetterà quindi tale comunicazione, all'autorità diplomatica italiana nel Paese di origine del lavoratore per l'emissione del visto di ingresso. Solo all'atto dell'ingresso entro 8 giorni - lo straniero ed il datore di lavoro si presenteranno allo Sportello Unico per la sottoscrizione del contratto e, in quella sede, si procederà ai controlli relativi alla sussistenza delle altre condizioni previste dall' art. 27-quater - comma 5 del Testo Unico  .

La comunicazione in argomento verrà effettuata da operatori indicati dall'Ente stesso che - dopo essere stati autorizzati dal Prefetto all'esito delle consuete verifiche avranno ricevuto da questo Dipartimento le credenziali di accesso sul sistema informatico dello Sportello.

Pertanto, a seguito della sottoscrizione dei Protocolli, l'Ente interessato invierà al Prefetto una richiesta di abilitazione dell'operatore/i che si intenderà far agire sul sistema informatico dello Sportello Unico al fine dell'inoltro delle comunicazioni.


 

IL VICE CAPO DIPARTIMENTO DIRETTORE CENTRALE Scotto Lavina



ALLEGATI:  
- Allegato 1   -

 
- Allegato 2   -