Regione Toscana
norma

 
MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI  
DECRETO 11 settembre 2013
  Procedura ristretta accelerata per l'affidamento del servizio di assistenza tecnica a supporto dei compiti del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali  
 
  Vigente al 02/06/2020 


 
  urn:nir:ministero.lavoro.politiche.sociali:decreto:2013-09-11;nir-nnn

II Direttore Generale della Direzione Generale dell'Immigrazione e delle politiche di integrazione

VISTO il D.L.vo 30 marzo 2001, n. 165  , recante "Norme generali sull'ordinamento del Iavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche", e successive modificazioni e integrazioni;

VISTO il D.L. del 16 maggio 2008, n. 85  , convertito, con modificazioni, dalla L. 14 luglio 2008, n. 121, recante disposizioni urgenti per l'adeguamento delle strutture di Governo in applicazione delI'articolo 1, commi 376 e 377, della Legge 24 dicembre 2007 n. 244  ;

VISTA la L. 13 novembre 2009, n. 172  , recante "Istituzione del Ministero della Salute e incremento del numero complessivo dei Sottosegretari di Stato";

VISTO il D.P.R 7 aprile 2011, n. 144  , recante il "Regolamento recante la riorganizzazione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali";

VISTA la legge 24 dicembre 2012, n. 229, recante il "Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2013 e per il triennio 2013-2015";

VISTO il decreto del Ministro dell'Economia e delle Finanze del 31 dicembre 2012, concernente la ripartizione in capitoli delle unità di voto parlamentare relative al bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2013 e per il triennio 2013-2015 ed, in particolare, la Tabella 4;

VISTO il decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali del 30 gennaio 2013 di assegnazione delle risorse umane e finanziarie per l'anno 2013 ai dirigenti degli uffici dirigenziali di livello generale, titolari dei centri di responsabilità amministrativa, recante il visto di regolarità dell'Ufficio Centrale del Bilancio n. 185 del 4 febbraio 2013;

VISTO il D.L.vo 25 Iuglio 1998, n. 286  , e successive modificazioni ed integrazioni, recante il testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero, e, segnatamente, l'art. 32, in tema di disposizioni concernenti minori affidati al compimento della maggiore età, e l'art. 33, il quale prevede l'istituzione del Comitato per i minori stranieri;

VISTO il D.P.C.M. 9 dicembre 1999, n. 535  , e successive modificazioni ed integrazioni, recante il regoiamento ooncernente i compiti del Comitato per i minori stranieri;

VISTO l' art. 12, comma 20, del D.L. 6 Iuglio 2012, n. 95  , recante "Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini nonché misure di rafforzamento patrimoniale delle imprese del settore bancario" convertito, con modificazioni, nella legge 7 agosto 2012, n. 135  , il quale prevede che a decorrere dalla data di scadenza degli organismi collegiali operanti presso le pubbliche amministrazioni, in regime di proroga ai sensi dell' articolo 68, comma 2, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112  , convertito, con modificazioni, dalla Iegge 6 agosto 2008, n. 133, le attività svolte dagli organismi stessi sono definitivamente trasferite ai competenti uffici delle amministrazioni nell'ambito delle quali operano;

CONSIDERATO che il Comitato per i minori stranieri, in quanto organismo collegiale in proroga, ha cessato in data 2 agosto 2012 le proprie attività ai sensi del sopracitato art. 12, comma 20  , con conseguente trasferimento delle medesime alla Direzione Generale deIl'immigrazione e delle politiche di integrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali;

VISTO il D.D. n. 10436 del 18.12.2012, registrato nelle scritture contabili dall' Ufficio Centrale del Bilancio con visto di regolarita n. 304, in data 21 gennaio 2013, con il quale è stato approvato il contratto avente ad oggetto l'erogazione di un servizio di assistenza tecnica a supporto dei compiti del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - Direzione Generale delI'immigrazione e delle politiche di integrazione in materia di minori stranieri (CUP I81I12000050001) (CIG 4611197025), stipulato in data 8.11.2012 con Ernst & Young Financial Business Advisors S.p.A., in qualità di mandatario del raggruppamento temporaneo d'imprese costituito con C. Borgomeo & Co. s.r.l. per un importo oomplessivo di € 284.180,00, oltre IVA, e per una durata di dieci mesi ed é stata contestualmente impegnata la somma complessiva di € 343.857,80 a favore di Ernst & Young Financial Business Advisors S.p.A., in qualità di mandatario del suddetto raggruppamento, sul Cap. 3783 "Fondo nazionale per le politiche migratorie" - P.G. 1 - Macroaggregato "Interventi" Programma 27.6 "Flussi migratori per motivi di lavoro e politiche di integrazione sociale delle persone immigrate" - Missione 27 "Immigrazione, accoglienza e garanzia dei diritti" - CDR "Direzione Generale deIl'immigrazione e delle politiche di integrazione", dello stato di previsione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per l'anno finanziario 2012;

CONSIDERATO che il predetto contratto scade il 12.9.2013;

ACCERTATA, anche all'esito negativo dellinterpello attivato dalla Direzione Generale per le politiche del personale, l'innovazione, il bilancio e la logistica oon nota n. 13827 dell'1.3.2013, rimpossibilità di assolvere i compiti istituzionali assegnati alla Direzione Generale dell'immigrazione e delle politiche di integrazione in materia di minori stranieri, con le risorse umane attualmente assegnate alla Direzione medesima;

RILEVATA la necessità, in conformita al principio del buon andamento dell'azione amministrativa di cui all' art. 97 Cost.  , di assicurare continuità all'espletamento di tali compiti, in quanto strettamente connessi a garantire la tutela piena ed incondizionata dei minori stranieri che fanno ingresso nel territorio dello Stato italiano;

CONSIDERATO altresì che le modifiche del quadro normativo introdotte dall' art. 2, comma 1, del D.L. 10 ottobre 2012, n.174  , convertito, con modificazioni dalla L. 7 dicembre 2012, n. 213  , e dall' art. 10, comma 7 del D.L. 28 giugno 2013, n.78  , convertito, con modificazioni, dalla L. 9 agosto 2013, n. 99  , hanno generato il protrarsi dei tempi ocoorrenti al perfezionamento del decreto di riparto del fondo nazionale per le politiche sociali e la conseguente mancata tempestiva acquisizione della disponibilita delle risorse finanziarie sul pertinente capitolo di spesa;

CONSIDERATO che il concorso dei fattori esplicitati nel capoverso precedente non ha reso possibile l'attivazione, antecedentemente alla data del presente provvedimento, della procedura di evidenza pubblica per il nuovo affidamento del servizio di assistenza tecnica a supporto dei compiti della Direzione generale dell'immigrazione e delle politiche di integrazione in materia di minori stranieri;

RAVVISATA, pertanto, la necessità e l'urgenza di provvedere ad assicurare continuità al servizio di assistenza tecnica a supporto dei compiti della Direzione generale dell'immigrazione e delle politiche di integrazione in materia di minori stranieri;

VISTO il D.L.vo 12 aprile 2006, n. 163  , recante "Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE" e successive modificazioni ed integrazioni;

VISTO il D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207  , recante il regolamento di esecuzione ed attuazione del sopracitato decreto Iegislativo 12 aprile 2006, n. 163  ;

CONSIDERATO che l'appalto non puo essere suddiviso in lotti, in quanto la prestazione del servizio, in ragione deIl'unitarietà dei compiti di tutela dei minori stranieri e dell'unicità del Iuogo di esecuzione dello stesso, arreca utilità alla stazione appaltante, solo se unitariamente considerata e nessuna delle attività da prestarsi è propedeutica all'altra, trattandosi di attività inscindibilmente connesse;

RITENUTO pertanto di dover dar luogo alla procedura ristretta accelerata cosi come previsto dagli artt. 55 e 70 del citato D.L.vo 12 aprile 2006, n. 163  ;

VISTO l'art. 11, comma 2, del sopra citato D.L.vo 163/2006  e successive modificazioni e integrazioni;

Decreta:


 

Per le ragioni in premessa indicate, é indetta una procedura ristretta accelerata ai sensi degli artt. art. 55 e 70 del D.L.vo n. 163/2006  , per l'affidamento, secondo il criterio dell'offerta economicamente piu vantaggiosa, ex art. 83 del medesimo D.L.vo n.163/2006  , del servizio di assistenza tecnica a supporto dei compiti del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali - Direzione Generale dell'immigrazione e delle politiche di integrazione - in materia di minori stranieri ( accolti e non accompagnati).

La procedura di cui al capoverso precedente sarà esperita dalla Divisione I della Direzione Generale dell'immigrazione e delle politiche di integrazione.

Ai fini dell'espletamento della procedura é adottato l'allegato bando di gara, il capitolato d'oneri, nel quale sono altresi esplicitati gli elementi essenziali dello stipulando contratto con il soggetto aggiudicatario, ed il disciplinare di gara, che costituiscono parte integrante e sostanziale del presente provvedimento.

Il bando di gara sarà pubblicato, ai sensi deIl' art. 66 del citato D.L.vo n.163/2006  , sulla GUCE, sulla GURI e, per estratto, su quattro quotidiani.

Il presente decreto, con i relativi allegati, saré pubblicato sul sito www.Iavoro.gov.it .

Avverso il presente decreto é ammesso ricorso in sede giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio entro sessanta giorni dalla data di pubblicazione o ricorso straordinario al Capo dello Stato entro centoventi giorni dalla stessa data.


Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

 

Roma, 11 settembre 2013

Il Direttore Generale: Natale Forlani



ALLEGATI:  
- Allegato   -