Regione Toscana
norma

 
MINISTERO DELL'INTERNO  
DECRETO 20 novembre 2006
  Ripartizione del Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell'asilo.  
 
  Vigente al 14/08/2020 


 
  urn:nir:ministero.interno:decreto:2006-11-20;nir-nnn

IL MINISTRO DELL'INTERNO

Visto l' art. 1-sexies del decreto-legge 30 dicembre 1989, n. 416  , convertito, con modificazioni, dalla legge 28 febbraio 1990, n. 39  , introdotto dall' art. 32 della legge 30 luglio 2002, n. 189  , di seguito denominato «decreto-legge» che disciplina i criteri e le procedure di erogazione e di utilizzo delle risorse iscritte nel Fondo per le politiche e i servizi dell'asilo di seguito denominato «Fondo»;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 16 settembre 2004, n. 303  , concernente il «Regolamento relativo alle procedure di riconoscimento dello status di rifugiato»;

Visto il proprio decreto in data 28 novembre 2005  con il quale, oltre a stabilire le linee guida, il formulario per la presentazione da parte degli enti locali delle domande di contributo a valere sul Fondo, i criteri per la verifica della corretta gestione del medesimo contributo, le modalita' per la sua eventuale revoca, si provvede ad assicurare, nei limiti delle risorse finanziarie del Fondo, la continuita' degli interventi e dei servizi gia' in atto, cosi' come previsti dal Fondo europeo per i rifugiati;

Considerato che per l'anno 2006, le risorse del Fondo a valere sul capitolo 2361 dell'unita' previsionale di base 4.1.2.5 del Ministero dell'interno ammontano a complessivi euro 31.756.500,00 di cui euro 5.160.000,00 quale dotazione annuale di bilancio, euro 8.865.500,00 assegnati per l'anno 2005, ex art. 13, comma 1, del decreto legislativo 30 maggio 2005, n. 140  ed infine euro 17.731.000,00 quale ulteriore somma stanziata, ai sensi della predetta legge, per l'anno 2006;

Vista la graduatoria predisposta in data 27 gennaio 2006 dalla Commissione di valutazione, istituita ai sensi dell'art. 5 del decreto 28 novembre 2005, inerente gli enti locali ammessi alla ripartizione delle risorse del Fondo per l'anno 2006;

Considerato che sulla base della predetta graduatoria il finanziamento degli enti locali ammessi alla ripartizione delle risorse del Fondo ammonta a complessivi euro 20.436.708,71;

Visto il decreto ministeriale 5 agosto 2006 con il quale, sulla base della disponibilita' del capitolo 2361 a quella data, si e' provveduto all'erogazione di un primo finanziamento nella misura del 55 per cento dell'ammontare del contributo singolarmente assegnato a ciascun ente locale utilmente inserito nella predetta graduatoria, per un importo complessivo pari ad euro 11.240.189,78;

Rilevato che, successivamente all'adozione del predetto provvedimento e' stato disposto, dal Ministero dell'economia e delle finanze, l'accreditamento, a valere sul capitolo 2361, dello stanziamento di euro 17.731.000,00 in applicazione del decreto legislativo n. 140/2005  ;

Preso atto che tale accreditamento sul Fondo consente di procedere alla distribuzione, agli enti locali in graduatoria, del restante 45 per cento dell'ammontare del contributo singolarmente assegnato a ciascun ente per un importo complessivo pari ad euro 9.196.518,93; Constatato che, stante il completamento dell'erogazione del contributo a ciascuno degli enti locali in graduatoria, restano ancora disponibili sul Fondo ulteriori risorse al netto di quelle riservate al finanziamento delle spese di funzionamento e di gestione del Servizio centrale, di cui al citato art. 1-sexies, comma 4  , nonche' all'erogazione del contributo economico di prima assistenza in favore del richiedente asilo di cui al medesimo art. 1-sexies, comma 3, lettera c)  ;

Considerato che, in presenza di ulteriori risorse disponibili sul Fondo, ai sensi dell' art. 9 del decreto ministeriale 28 novembre 2005  , e' possibile procedere alla ulteriore ripartizione delle predette somme superando il limite dell'ottanta per cento del contributo assegnato a ciascun iniziativa territoriale e che e' altresi' possibile attribuire l'ulteriore disponibilita' alle domande in graduatoria di enti non ammessi alla prima ripartizione;

Visto il verbale della Commissione di valutazione, redatto in data 12 settembre 2006, con il quale si e' stabilito di procedere all'assegnazione delle somme residue fino alla copertura del cento per cento delle richieste di contributo presentate dagli enti in graduatoria, per un importo complessivo di euro 6.989.458,34, nonche' si e' ritenuto di riammettere al finanziamento, per un importo complessivo di euro 243.900,00, gli enti locali risultati idonei ma non ammessi alla prima ripartizione per esaurimento dei fondi;

Preso atto che nella citata graduatoria erano risultati idonei, ma non ammessi, il comune di Stornara, la provincia di Trento, il comune di Camini e il comune di Palma di Montechiaro ed acquisito per la riammissione, dalle Prefetture - UTG territorialmente competenti, il parere favorevole per i primi due enti e sfavorevole per i comuni di Camini e di Palma di Montechiaro, a causa della non operativita' dei servizi di accoglienza;

Sentita la Conferenza unificata di cui all' art. 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281  ;

decreta:


 

1. Per l'anno finanziario 2006, a valere sulle risorse iscritte sull'unita' previsionale di base 4.1.2.5 «Immigrati, profughi e rifugiati - capitolo 2361 dello stato di previsione del Ministero dell'interno», sono assegnati i finanziamenti ai servizi di accoglienza, attivati dagli enti locali alla data del 1° gennaio 2006, secondo la capacita' ricettiva e gli importi indicati per ciascun ente nella unita graduatoria che forma parte integrante del presente decreto e che e' riferita al periodo 1° gennaio-31 dicembre 2006.

2. Per l'effetto, e' disposto il finanziamento per il complessivo importo di euro 9.196.518,93 pari alla misura del quarantacinque per cento dell'ammontare del contributo singolarmente assegnato a ciascun ente in graduatoria, di cui alla «tabella A» che forma parte integrante del presente decreto e che completa quello precedentemente operato con decreto ministeriale 5 agosto 2006  .

3. In presenza di ulteriori risorse disponibili sul Fondo e' altresi' disposto, ai sensi dell' art. 9 del decreto ministeriale 28 novembre 2005  , il finanziamento complessivo di euro 6.989.458,34 da ripartire tra gli enti in graduatoria, di cui alla citata tabella A, nonche' il finanziamento per l'importo complessivo di euro 243.900,00 in favore degli enti risultati idonei, ma non ammessi alla prima ripartizione del contributo, indicati nell'allegata «tabella B» che pure forma parte integrante del presente decreto.


Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

 

Roma, 20 novembre 2006

Il Ministro: Amato



ALLEGATI:  
- Allegato   -