Regione Toscana
norma

 
MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI  
DECRETO 25 maggio 2012
  Avviso n. 2/2012 per il finanziamento di interventi finalizzati all'inserimento socio-lavorativo dei minori stranieri non accompagnati.  
 
  Vigente al 13/07/2020 


 
  urn:nir:ministero.lavoro.politiche.sociali:decreto:2012-05-25;nir-nnn

VISTO il Decreto Legislativo 30 marzo 2001, n. 165  , recante "Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche", e successive modificazioni e integrazioni;

VISTO il Decreto Legge 16 maggio 2008, n. 85  , convertito con modificazioni dalla legge 14 luglio 2008, n.121  , recante "Disposizioni urgenti per l'adeguamento delle strutture di Governo in applicazione dell'articolo 1, commi 376 e 377, della Legge 24 dicembre 2007, n. 244  ";

VISTO il D.P.R. 29 luglio 2004, n. 244  , recante il "Regolamento di riorganizzazione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali";

VISTO il Decreto Legislativo n. 286 del 25 luglio 1998  recante il "Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero" e successive modificazioni e integrazioni ed, in particolare, l' art. 32  il quale prevede che i minori stranieri non accompagnati possano convertire il permesso di soggiorno al raggiungimento della maggiore età a condizione che siano affidati o sottoposti a tutela e aver ricevuto un parere positivo da parte del Comitato Minori Stranieri, oppure si trovino in Italia da almeno tre anni e abbiano partecipato a un progetto di integrazione sociale civile per almeno due anni;

VISTO il Regolamento (CE) n. 1083/2006 dell'11 luglio 2006 modificato dal Regolamento (CE) n. 284/2009 del 7/04/2009 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione e che abroga il Regolamento (CE) 1260/1999 ;

VISTO il Regolamento (CE) 1081/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio del 5 luglio 2006 relativo al Fondo sociale europeo e recante abrogazione del Regolamento n. 1784/1999 ;

VISTO il Regolamento (CE) n. 1828/2006 della Commissione dell'8 dicembre 2006 che stabilisce modalità di applicazione del Regolamento (CE) n. 1083/2006 dell'11 luglio 2006 modificato dal Regolamento (CE) n, 284/2009 del 7/04/2009 del Consiglio, recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione e del Regolamento (CE) n. 1080/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo europeo di sviluppo regionale e Corrigendum del 15 febbraio 2007;

VISTO il Regolamento (CE) 396/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio del 6 maggio 2009 che modifica il Regolamento (CE) 1081/2006 relativo al Fondo sociale europeo per estendere i tipi di costi ammissibili al FSE;

VISTO il Regolamento (CE) n. 846/2009 della Commissione, del 1 settembre 2009 che modifica il Regolamento (CE) n. 1828/2006 che stabilisce modalità di applicazione del Regolamento (CE) 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione e che abroga il Regolamento CE 1260/1999 ;

VISTA la Decisione della Commissione Europea (2007) n. 5761 del 21 novembre 2007, con la quale è stato approvato il PON "Governance e Azioni di Sistema" - Ob. Convergenza - 2007 IT 051 PO 006, a titolarità del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale (ora Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali) ;

VISTO il D.P.R. del 3.10.2008 n. 196  , recante il "Regolamento di esecuzione del Regolamento (CE) n.1083/2006 dell'11 luglio 2006 modificato dal Regolamento (CE) n. 284/2009 del 7/04/2009 recante disposizioni generali sul fondo europeo di sviluppo regionale, sul fondo sociale europeo e sul fondo di coesione";

VISTA la convenzione stipulata in data 07.12.2010 tra la Direzione generale per le Politiche per l'Orientamento e la Formazione, quale Autorità di Gestione del Programma, e la Direzione Generale dell'Immigrazione per l'individuazione di quest'ultima quale Organismo intermedio delegato alla gestione dell'Asse prioritario "B - Occupabilità", obiettivo specifico 2.1 e delle linee di attività in esso ricomprese;

VISTO il piano esecutivo periodico aggiornato delle attività presentato dalla Direzione Generale dell'immigrazione e delle politiche di integrazione con nota prot. n. 719 del 13.02.2012 e approvato dall'Autorità di Gestione con nota prot. n. 6545 del 24.02.2012, nel quale viene contemplata, tra le altre, la linea di azione "Lavoro eintegrazione per le fasce vulnerabili';

CONSIDERATO che la linea di azione sopra citata intende realizzare un rafforzamento della cooperazione interistituzionale tra i diversi livelli di governance nel coordinamento degli interventi rivolti a fasce vulnerabili di migranti, attraverso la sperimentazione di un modello formativo destinato ai minori stranieri non accompagnati, ivi compresi quelli richiedenti o titolari di protezione umanitaria o internazionale, in fase di transizione verso l'età adulta e ai giovani migranti;

VISTO l' art. 12 della L. 7.08.1990, n. 241  , e successive modificazioni ed integrazioni, il quale subordina l'adozione dei provvedimenti attributivi di vantaggi economici alla predeterminazione ed alla pubblicazione da parte delle amministrazioni procedenti dei criteri e delle modalità cui le amministrazioni stesse devono attenersi;

RILEVATA, pertanto, la necessità di definire, in ossequio alla normativa sopra citata, le specifiche relative all'articolazione ed ai contenuti delle proposte progettuali per la realizzazione degli interventi finalizzati all'inserimento socio-lavorativo dei minori stranieri non accompagnati, ai criteri di selezione e valutazione delle stesse, alle modalità di assegnazione ed erogazione del contributo, alle procedure di avvio, attuazione e rendicontazione dell'intervento finanziato;

DECRETA


 

Per le ragioni in premessa indicate, è adottato l'allegato "Avviso n. 2/2012 per il finanziamento di interventi finalizzati all'inserimento socio-lavorativo dei minori stranieri non accompagnati".

La procedura di cui al capoverso precedente sarà esperita dalla Divisione I della Direzione Generale dell'Immigrazione e delle politiche di integrazione.

Il presente decreto e l'allegato avviso saranno pubblicati sul sito www.lavoro.gov.it .

Sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana sarà data notizia dell'adozione dell'avviso medesimo.


 

Roma, 25 maggio 2012

Natale Forlani



ALLEGATI:  
- Allegato   -