Regione Toscana
norma

 
MINISTERO DELL'INTERNO DIPARTIMENTO PER LE LIBERTA' CIVILI E L'IMMIGRAZIONE DIREZIONE CENTRALE DEI SERVIZI CIVILI PER L'IMMIGRAZIONE E L'ASILO  
DECRETO 3 novembre 2010, n. 6375
  Adozione avvisi pubblici per la presentazione di progetti a carattere di sistema e/o a valenza territoriale finanziati dal Fondo Europeo per i Rifugiati.  
 
  Vigente al 14/08/2020 


 
  urn:nir:ministero.interno;dipartimento.liberta.civili.immigrazione;direzione.centrale.servizi.civili.immigrazione.asilo:decreto:2010-11-03;6375

L'AUTORITA' RESPONSABILE

Vista la Decisione 2007/573/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 23 maggio 2007 che istituisce il Fondo europeo per i rifugiati per il periodo 2008-2013, nell'ambito del programma generale "Solidarietà e gestione dei flussi migratori" e che abroga la decisione 2004/904/CE del Consiglio;

Vista la Decisione 2007/815/CE della Commissione Europea del 29 novembre 2007 recante applicazione della decisione n. 2007/573/CE del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda l'adozione degli orientamenti strategici 2008-2013;

Vista la Decisione 2008/22/CE del 19 dicembre 2007 recante modalità di applicazione della Decisione n. 2007/573/CE e successiva Decisione modificativa del 9 luglio 2009 ( 2009/533/CE );

Vista la Decisione C(2008) 2777 del 5 dicembre 2008 di approvazione da parte della Commissione europea del Programma Pluriennale 2008-2013;

Vista la Decisione C(2010) 2563 del 23 aprile 2010 di approvazione del Programma annuale 2010 e la successiva richiesta di modifica inviata dall'Autorità Responsabile con nota del 07/10/2010, prot. 5793, in corso di approvazione da parte della Commissione Europea;

Considerato che il succitato Programma Annuale 2010 prevede azioni da realizzarsi attraverso "progetti di sistema" e/o a "valenza territoriale" ed individua la possibilità di ricorrere a procedura tramite avviso pubblico per la selezione dei suddetti progetti;

Visto l' art. 1-sexies del decreto legge 30 dicembre 1989, n. 416  , convertito, con modificazioni, dalla legge 28 febbraio del 1990, n. 39, introdotto dall' art. 32 della legge 30 luglio 2002, n. 189  ;

Visto il decreto legislativo 30 maggio 2005, n. 140  , recante "Attuazione della direttiva n. 2003/9/CE che stabilisce norme minime relative all'accoglienza dei richiedenti asilo negli Stati membri";

Visto il decreto legislativo 19 novembre 2007, n. 251  di attuazione della Direttiva 2004/83/CE recante norme minime sull'attribuzione, a cittadini di Paesi terzi o apolidi, della qualifica del rifugiato o di persona altrimenti bisognosa di protezione internazionale, nonchè norme minime sul contenuto della protezione riconosciuta;

Visto il decreto legislativo 28 gennaio 2008, n. 25  di attuazione della Direttiva 2005/85/CE recante norme minime per le procedure applicate negli Stati membri ai fini del riconoscimento e della revoca dello status di rifugiato.

DECRETA


 

Sono adottati gli Avvisi pubblici per la presentazione di progetti a carattere di sistema e/o a valenza territoriale finanziati dal Fondo Europeo per i Rifugiati ed inerenti le seguenti Azioni:

Azione 1.A. - "Comunicazione e sensibilizzazione sul sistema di Dublino".

Azione 1.B. - "Studio sulle modalità di sensibilizzazione e dialogo con i gruppi di richiedenti/titolari di protezione internazionale maggiormente presenti nelle aree metropolitane, informazione e orientamento verso i servizi del territorio".

Azione1.1.A. - "Interventi di accoglienza, supporto ed orientamento rivolti in modo specifico ai soggetti, appartenenti a categorie vulnerabili, che vengono trasferiti in Italia in applicazione del Regolamento di Dublino".

Azioni 1.1.B. - "Interventi di accoglienza, riabilitazione e integrazione socio-economica dei richiedenti/titolari di protezione internazionale vittime di tortura e violenza".

Azioni 1.1.C. - "Interventi di accoglienza, riabilitazione e integrazione socio-economica dei richiedenti/titolari di protezione internazionale portatori di disagio mentale".

Azione 1.2.A. - "Proseguimento delle attività degli "Uffici di contatto - Sportelli operativi" presso i centri di accoglienza per richiedenti asilo (CARA) o nelle aree di riferimento dei centri".

Azione 1.2.B. - "Percorsi formativi in etnopsichiatria, antropologia culturale ed ambiti affini".

Azione 1.2.C. - "Percorsi formativi sull'individuazione delle malattie dell'immigrazione e della povertà".

Azione 2.1.A. - "Studio pilota /censimento, attraverso un'indagine in loco, sull'integrazione - occupazione dei titolari di protezione internazionale".

I singoli avvisi costituiscono parte integrante del presente provvedimento e saranno pubblicati sui siti internet del Ministero dell'Interno www.interno.it/Fondi Unione Europea/Fondo Europeo per i Rifugiati e del Servizio Centrale www.serviziocentrale.it .


 

Roma, 3 novembre 2010

L'Autorità Responsabile: Prefetto Nadia Minati