Regione Toscana
norma

 
MINISTERO DELL'INTERNO  
DECRETO 3 settembre 2009
  Modalità di riparto ed erogazione, per l'anno 2009, del contributo previsto dall' articolo 2, comma 11, della legge 24 dicembre 2007, n. 244  , a favore dei comuni per l'attuazione della direttiva 2004/38/CE del Parlamento europeo e del Consiglio .  
  Pubblicato in GU, n. 221 del 23/09/2009
  Vigente al 13/07/2020 


  Vigente dal: 07/10/2009
  urn:nir:ministero.interno:decreto:2009-09-03;nir-1

IL MINISTRO DELL'INTERNO

Visto l' art. 2, comma 11, della legge 24 dicembre 2007, n. 244  (legge finanziaria 2008), il quale prevede che «Per ciascuno degli anni 2008 e 2009, a valere sul fondo ordinario di cui all' art. 34, comma 1, lettera a), del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504  , è disposto un intervento fino a un importo di 10 milioni di euro per la concessione di un contributo a favore dei comuni per l'attuazione della direttiva 2004/38/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 29 aprile 2004 , relativa al diritto dei cittadini dell'Unione e dei loro familiari di circolare e di soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri, di cui al decreto legislativo 6 febbraio 2007, n. 30  »;

Visto il proprio decreto in data 28 aprile 2008, con il quale sono stati indicati i criteri di erogazione del contributo per gli anni 2008 e 2009;

Considerato che per alcuni comuni non e' stato possibile riconoscere il contributo, nonostante ne ricorressero i presupposti;

Vista la legge 15 luglio 2009, n. 94  , recante «Disposizioni in materia di sicurezza pubblica»;

Ritenuto di dover modificare i criteri di riparto del contributo per l'anno 2009, stabiliti con il citato decreto del 28 aprile 2008;

Decreta:


   
  Art. 1.  

Finalità del provvedimento

 
  1.  Il presente provvedimento disciplina le modalità di riparto ed erogazione, per l'anno 2009, del contributo previsto dall' art. 2, comma 11, della legge 4 dicembre 2007, n. 244  , a favore dei comuni, per l'attuazione della direttiva 2004/38/CE del Parlamento europeo e del Consiglio .
 
 
  Art. 2.  

Modalità di ripartizione

 
  1.  Il contributo di cui all' art. 1  del presente decretoè ripartito secondo il seguente criterio:
   a) una quota del 60% del contributo è erogata in proporzione all'incremento del numero di cittadini dell'Unione europea residenti in ciascun comune, calcolato sulla base dei dati ISTAT al 31 dicembre 2007 e al 31 dicembre 2008;
   b) la rimanente quota è destinata allo svolgimento di corsi di aggiornamento del personale addetto ai servizi anagrafici da effettuarsi, anche attraverso apposite convenzioni, a cura della Direzione centrale per i servizi demografici del Dipartimento per gli affari interni e territoriali.
 

Il presente decreto sarà trasmesso ai competenti organi di controllo e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
 

Roma, 3 settembre 2009