Regione Toscana
norma

 
DECRETO DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA GIOVENTÙ E DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 23 luglio 2015
  Modifica dell'articolo 3 (concernente " Requisiti e condizioni di ammissione ") , dell'articolo 4 (concernente " Presentazione delle domande ") e dell'articolo 6 (concernente " Avvio al servizio " ) del Bando di selezione per complessivi 985 volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale in Italia di cui : 823 per l'accompagnamento dei grandi invalidi e dei ciechi civili ; 150 relativi a progetti autofinanziati e 12 in un progetto approvato dalla Regione Siciliana .  
 
  Vigente al 14/08/2020 


 
  urn:nir:presidenza.consiglio.ministri:decreto:2015-07-23;nir-1

Indice


IL CAPO DIPARTIMENTO

VISTO il Bando di selezione, pubblicato sul sito istituzionale del Dipartimento in data 01 luglio 2015, per complessivi 985 volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale in Italia ed, in particolare, l' articolo 3  concernente " Requisiti e condizioni di ammissione ", che contiene l 'elencazione delle categorie di soggetti ammessi a formulare istanza per la partecipazione al servizio civile ;

VISTA la sentenza della Corte Costituzionale n. 119 del 2015 con la quale è stata dichiarata l'illegittimità costituzionale del l' articolo 3, comma 1, del decreto legislativo 5 aprile 2002, n. 77  nella parte in cui prevede il requisito della cittadinanza italiana ai fini dell'ammissione allo svolgimento del servizio civile nazionale, in base alla considerazione che " l'esclusione dei cittadini stranieri, che risiedono regolarmente in Italia, dalle attività alle quali tali doveri si riconnettono appare di per sé irragionevole ", laddove il servizio civile trova la sua matrice costituzionale non solo nell'art. 52, ma anche nei " doveri inderogabili di solidarietà sociale di cui all' art. 2 Cost.  , con conseguente irragionevolezza dell'esclusione degli stranieri ";

VISTA l'istanza di ASGI in data 2 luglio 2015, volta alla modifica dei requisiti previsti per l'ammissione al bando , nonché a l differimento del termine per la presentazione delle domande, al fine di consentire la diffusione d ella notizia e la partecipazione d e gli stranieri regolarmente soggiornanti ;

VISTA la richiesta di parere del Dipartimento in data 9 luglio 2015 rivolta all'Avvocatura Generale dello Stato , per verificare se fosse fondata e meritevole di accoglimento la richiesta dell'Associazione ASGI sopra indicata e se fosse , quindi , sufficiente il requisito della regolarità del soggiorno per la partecipazione dei cittadini non comunitari al servizio civile nazionale ;

ACQUISITO il parere dell'Avvocatura Generale dello Stato in data 20 luglio 2015, l a quale ha ritenuto che "( omissis ...) alla luce dei principi desumibili dal recente pronunciamento della Corte Costituzionale che, come si è visto, pone come requisito di accesso al servizio civile la sola " regolarità " del soggiorno, con esclusione della sua " stabilità " richiesta invece per l'accesso al lavoro (....omissis...) il bando per la selezione dei volontari in oggetto debba essere modificato in conformità dei principi sopra enunciati ";

RITENUTO, pertanto, di doversi uniformare al parere reso dal l'Avvocatura in data 20 luglio 2015 in ordine alla partecipazione al servizio civile nazionale dei cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti ;

DECRETA


   
  ART. 1   
  1.   
L 'articolo 3 - Requisiti e condizioni di ammissione - del bando di selezione pubblicato il 01 luglio 2015 , è sostituito dal seguente: "  
Ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari o alle forze di polizia, possono partecipare alla selezione i giovani, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età, in possesso dei seguenti requisiti:- cittadini dell'Unione europea;- cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti;- non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l'appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata. I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio. Non possono presentare domanda i giovani che: a) già prestano o abbiano prestato servizio civile in qualità di volontari ai sensi della legge n. 64 del 2001  , ovvero che abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista, nonché coloro che alla data di pubblicazione del presente bando siano impegnati nella realizzazione di progetti di servizio civile nazionale per l'attuazione del programma europeo Garanzia Giovani; b) abbiano in corso con l'ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell'anno precedente di durata superiore a tre mesi
".
 
 
  ART. 2   
  1.   
L 'articolo 4 - Presentazione delle do mande - del bando di selezione pubblicato il 01 luglio 2015 , è sostituito dal seguente: "  
La domanda di partecipazione in formato cartaceo, indirizzata direttamente all'ente che realizza il progetto prescelto, deve pervenire allo stesso entro e non oltre l e ore 14.00 del 20 agosto 2015 . Le domande pervenute oltre il termine stabilito non saranno prese in considerazione. La domanda, firmata dal richiedente, deve essere:- redatta secondo il modello riportato nell'Allegato 2 al presente bando, attenendosi scrupolosamente alle istruzioni riportate in calce al modello stesso e avendo cura di indicare la sede per la quale si intende concorrere;- accompagnata da fotocopia di valido documento di identità personale;- corredata dalla scheda di cui all'Allegato 3, contenente i dati relativi ai titoli. Le domande possono essere presentate esclusivamente secondo le seguenti modalità: 1) con Posta Elettronica Certificata (PEC) - art. 16 - bis, comma 5 della legge 28 gennaio 2009, n. 2  - di cui è titolare l'interessato avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf; 2) a mezzo
"raccomandata A/R"  
; 3) consegnate a mano. È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di servizio civile nazionale, da scegliere tra i progetti inseriti nel presente bando. La presentazione di più domande comporta l'esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti inseriti nel presente bando, indipendentemente dalla circostanza che non si partecipi alle selezioni. La mancata indicazione della sede per la quale si intende concorrere non è motivo di esclusione. È cura dell'ente provvedere a far integrare la domanda con l'indicazione della sede, ove necessario
" .
 
 
  ART. 3   
  1.   
L 'articolo 6 - Avvio al servizio - del bando di selezione pubblicato il 01 luglio 2015 , è sostituito dal seguente: "  
L'ente deve inserire nel sistema informatico
"Helios"  
le graduatorie compilando un apposito format disponibile sul sistema stesso, avendo cura di evidenziare nelle apposite colonne il punteggio conseguito, la sede dove il volontario dovrà presentarsi il primo giorno di servizio e quella nella quale avrà attuazione il progetto, provvedendo alla compilazione di entrambe anche nel caso che le due sedi coincidano. L'ente deve inoltre inserire, in ordine decrescente di punteggio, l'elenco degli idonei non selezionati in un'unica sede di attuazione del progetto di riferimento. Di seguito l'ente deve altresì inserire i nominativi dei candidati risultati non idonei o esclusi dalla selezione , provvedendo nel contempo, ad indicare il numero complessivo delle domande ricevute nell'apposito box presente sul sistema Helios. La graduatoria, sottoscritta dal responsabile del servizio civile nazionale o dal responsabile legale dell'ente, unitamente alla dichiarazione di cui all'Allegato 5, deve essere inviata al Dipartimento via PEC, al seguente indirizzo: dgioventuescn@pec.governo.it , in aggiunta alla seguente documentazione: a) domande di partecipazione (Allegato 2) dei soli candidati risultati idonei selezionati; b) documenti di identità degli interessati. Gli originali della predetta documentazione sono conservati presso l'ente per ogni necessità del Dipartimento. Le graduatorie devono pervenire, sia via internet che via PEC, entro e non oltre il 30 dicembre 2015 a pena di non attivazione del progetto e devono contenere i dati relativi a tutti i candidati che hanno partecipato alla selezione, compresi quindi gli idonei non selezionati e gli esclusi; la documentazione da inviare al Dipartimento di cui ai precedenti punti a) e b) riguarda invece i soli candidati che risultano idonei selezionati. Per i candidati idonei non selezionati per mancanza di posti, tale documentazione dovrà essere trasmessa esclusivamente in caso di subentro. L'avvio a l servizio dei volontari è subordinato all'invio delle graduatorie in entrambi i formati richiesti. Il mancato invio via internet del format di presentazione delle stesse comporta l'impossibilità di avviare il progetto entro la data richiesta dall'ente, anche se la documentazione risulti inviata via PEC entro il termine innanzi indicato. Costituisce, altresì, causa di non attivazione del progetto il mancato invio della dichiarazione di cui all'Allegato 5. Il Dipartimento, sulla base delle graduatorie formulate dagli enti, provvede ad inviare ai candidati idonei selezionati, tramite gli enti stessi, un codice utenza ed una password utilizzando i quali il giovane potrà scaricare, per la sottoscrizione, il contratto di servizio civile nazionale firmato dal Capo del Dipartimento. Nel contratto sono indicati la sede di assegnazione, la data di inizio e fine servizio, le condizioni economiche, previdenziali ed assicurative e gli obblighi di servizio di cui al successivo art. 7. L'ente trasmette via PEC al Diparti mento copia del contratto sottoscritto dal volontario per la conservazione dello stesso e l'erogazione dei pagamenti ai volontari
" .
 
 
  ART. 4   
  1.  Per quanto non espressamente previsto dagli articoli precedenti, si rinvia alle disposizioni del Bando pubblicato in data 01/07/2015.
 

 

Roma, 23 luglio 2015

Il Capo del Dipartimento f.to Cons. Calogero MAUCERI