Regione Toscana
norma

 
MINISTERO DELL'INTERNO  
DECRETO 1 dicembre 2014, n. 9403
  Determinazione per alcuni comuni della regione Sicilia interessati da flussi migratori, degli importi delle spese escluse dal computo dello specifico obiettivo di saldo finanziario, ai fini del patto di stabilità interno, per l'anno 2014.  
  Pubblicato in GU, n. 282 del 04/12/2014
  Vigente al 14/08/2020 


  Vigente dal: 19/12/2014
  urn:nir:ministero.interno:decreto:2014-12-01;9403

IL MINISTRO DELL'INTERNO

Visto l' articolo 7 del decreto-legge 22 agosto 2014, n. 119  , convertito, con modificazioni, in legge 17 ottobre 2014, n. 146  , pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 245 del 21 ottobre 2014, che prevede una specifica riduzione degli obiettivi del patto di stabilità interno per alcuni comuni interessati da flussi migratori;

Considerato che la stessa disposizione normativa dispone che nell'anno 2014, per i comuni di Agrigento, Augusta, Caltanissetta, Catania, Lampedusa, Mineo, Palermo, Porto Empedocle, Pozzallo, Ragusa, Siculiana, Siracusa e Trapani, maggiormente interessati dalla pressione migratoria, le spese connesse sono escluse dal patto di stabilità interno, nei limiti complessivi dell'importo commisurato al 50 per cento degli effetti finanziari determinati dall'applicazione, a carico dei comuni inadempienti al patto di stabilità interno 2013, della sanzione di cui al comma 26, lettera a), dell'articolo 31 della legge 12 novembre 2011, n. 183  , con conseguente rideterminazione della riduzione degli obiettivi 2014 dei comuni, di cui all' articolo 1, comma 122, della legge 13 dicembre 2010, n. 220  ;

Visto l' articolo 43, comma 3-bis del decreto legge 12 settembre 2014, n. 133  , inserito in sede di conversione dalla legge 11 novembre 2014, n. 164  , pubblicata nel S.O. della Gazzetta Ufficiale n. 262 del 12 novembre 2014, che introduce una specifica clausola di salvaguardia, per limitare, comunque, gli importi delle predette sanzioni a carico dei comuni, per inadempienza del patto di stabilità interno 2013, fino ad un importo massimo pari al 3 per cento delle entrate correnti registrate nell'ultimo bilancio consuntivo;

Considerato che il suindicato importo, commisurato al 50 per cento degli effetti finanziari determinati dall'applicazione delle sanzioni ai comuni che non hanno raggiunto l'obiettivo del patto di stabilità interno 2013 e' pari a 13.833.967,00 euro, sulla base dei dati forniti dal Ministero dell'economia e delle finanze;

Considerato che per i comuni di Agrigento, Augusta, Caltanissetta, Catania, Lampedusa, Mineo, Palermo, Porto Empedocle, Pozzallo, Ragusa, Siculiana, Siracusa e Trapani, ai sensi del predetto articolo 7 del decreto-legge n. 119 del 2014  , con decreto del Ministro dell'interno, ai fini della esclusione dal calcolo degli obiettivi di saldo previsti dal patto di stabilità interno, si devono definire gli importi delle spese correnti connesse ad eventi di afflusso di stranieri, tenuto conto delle dimensioni demografiche dei comuni in rapporto alla popolazione straniera delle cui esigenze di accoglienza si sono fatti carico;

Acquisiti dal Dipartimento della pubblica sicurezza e dal Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione e i dati stimati relativi ai predetti comuni che nel corso dell'anno 2014 risultano essere stati interessati da afflussi di stranieri;

Ritenuto di determinare per ciascun comune interessato gli importi delle quote spettanti, nella misura di un terzo, in proporzione alle dimensioni demografiche, di un terzo in proporzione al numero di stranieri sbarcati sulle coste e di un terzo in proporzione agli stranieri assistiti;

Visto l' articolo 156 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267  , Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali;

Decreta:


   
  Art. 1. 

Determinazione per i comuni interessati da flussi migratori degli importi delle spese escluse dal computo dello specifico obiettivo di saldo finanziario, ai fini del patto di stabilità interno, per l'anno 2014.

 
  1.  Ai fini della determinazione dello specifico obiettivo di saldo finanziario per l'anno 2014, a favore dei comuni di Agrigento, Augusta, Caltanissetta, Catania, Lampedusa, Mineo, Palermo, Porto Empedocle, Pozzallo, Ragusa, Siculiana, Siracusa e Trapani, interessati da eventi di afflusso di stranieri, sono escluse dal patto di stabilità interno le spese correnti connesse alla predetta pressione migratoria, negli importi complessivi indicati nell'allegato elenco A, determinati per ciascuno dei comuni interessati nella misura di un terzo, in proporzione alle dimensioni demografiche, di un terzo in proporzione al numero di stranieri sbarcati sulle coste e di un terzo in proporzione agli stranieri assistiti, per un importo totale pari a 13.833. 967,00 euro.
 

Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
 

Roma, 1 dicembre 2014



ALLEGATI:  
- Allegato   -

 

Importi delle spese correnti, connesse a flussi migratori, escluse dalla determinazione dello specifico obiettivo di saldo finanziario, ai fini del patto di stabilita' interno, per l'anno 2014

http://www.gazzettaufficiale.it/do/atto/serie_generale/caricaPdf?cdimg=14A0940300100010110001&dgu=2014-12-04&art.dataPubblicazioneGazzetta=2014-12-04&art.codiceRedazionale=14A09403&art.num=1&art.tiposerie=SG