Regione Toscana
norma

 
REGIONE TOSCANA  
DELIBERA REGIONALE 23 aprile 2012, n. 333
  Ministero dell'Interno - Dipartimento per le Libertà Civili e l'Immigrazione. Avviso pubblico per la presentazione di progetti a carattere territoriale finanziati a valere sul Fondo Europeo per l'integrazione di cittadini di paesi terzi - Annualità 2011 - Azione 1 "Formazione linguistica ed educazione civica". Approvazione progetto regionale.  
 


 
  urn:nir:regione.toscana:delibera.giunta:2012-04-23;333

LA GIUNTA REGIONALE

Vista la L.R. n. 41/2005  "Sistema integrato di interventi e servizi per la tutela dei diritti di cittadinanza sociale", ed in particolare l'art. 56 riguardante, tra l'altro, la realizzazione di politiche tese a promuovere interventi di accoglienza per gli immigrati, a prevenire e contrastare fenomeni di esclusione sociale e di emarginazione e a favorire la comunicazione interculturale prevedendo l'attivazione di percorsi integrati di inserimento sociale e lavorativo, la promozione della partecipazione degli immigrati alle attività culturali ed educative della comunità locale e l'accesso ai servizi territoriali;

Vista la L.R. n. 29/2009  "Norme per l'accoglienza, l'integrazione partecipe e la tutela dei cittadini stranieri nella regione Toscana" che all'art. 6, comma 27, prevede che la Regione promuova l'integrazione sociale dei cittadini stranieri muniti di regolare titolo di soggiorno attraverso l'insegnamento della lingua italiana e delle nozioni fondamentali di educazione civica ai fini della promozione di una cittadinanza attiva;

Visto il Programma Regionale di Sviluppo 2011- 2015, adottato con risoluzione del Consiglio Regionale n. 49/2011, che supporta l'ulteriore rafforzamento di un'ampia serie di azioni e progetti, promossi a livello regionale e locale, tesi a favorire i percorsi di integrazione di una popolazione straniera numericamente crescente;

Visto il Piano di indirizzo integrato per le politiche sull'immigrazione - approvato con Delibera del Consiglio Regionale n. 20/2012 - che, al fine di favorire e sviluppare percorsi di inserimento sociale e lavorativo dei cittadini stranieri, individua al paragrafo 1.5 Obiettivi generali e azioni di carattere strategico e trasversale, l'obiettivo della "promozione di opportunità di apprendimento della lingua italiana nella prospettiva della promozione di una cittadinanza attiva intesa come appartenenza piena e consapevole del cittadino straniero alla vita della comunità";

Considerato che la Regione Toscana, nell'ambito della normativa sopra specificata, intende perseguire politiche di positiva integrazione nel contesto sociale della popolazione straniera da realizzarsi attraverso il contributo e la collaborazione di tutti i soggetti istituzionali competenti presenti sul territorio;

Visto l'Avviso pubblico emanato in data 1 febbraio 2012 dal Ministero dell'Interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l'Immigrazione, per la presentazione di progetti a carattere territoriale finanziati a valere sul Fondo Europeo per l'integrazione di cittadini di paesi terzi - Annualità 2011 - Azione 1 "Formazione linguistica ed educazione civica";

Preso atto che nell'Avviso pubblico sopra richiamato le Regioni e le Province autonome possono presentare progetti finalizzati ad assicurare un sistema integrato per la formazione linguistica e l'orientamento civico dei cittadini stranieri, implementando azioni di sistema volte a promuovere l'erogazione di servizi di formazione linguistica, educazione civica ed orientamento e sviluppando e/o consolidando i processi organizzativi e relative reti locali di governance;

Considerato che le allocazioni finanziarie previste dal Ministero dell'Interno per ogni Regione/Provincia autonoma derivano dalla somma di un contributo fisso e di un contributo variabile, in base al rapporto tra lo stanziamento complessivo residuo e l'indice di incidenza della popolazione straniera residente nel territorio rispetto al totale nazionale, e che per la Regione Toscana la dotazione finanziaria risulta pertanto stabilita in Euro 875.132,50;

Preso atto che per la presentazione delle progettualità al Ministero dell'Interno è previsto quale termine ultimo di scadenza il prossimo 30 aprile 2012;

Ritenuto opportuno, ai fini della realizzazione di interventi finalizzati ad assicurare un sistema integrato per la formazione linguistica e l'orientamento civico dei cittadini stranieri, predisporre un progetto regionale, denominato "Rete e Cittadinanza", secondo lo schema progettuale di cui all'allegato A, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

Preso atto che lo schema progettuale prevede lo sviluppo di azioni di sistema tese promuovere la crescita, nel territorio toscano di una strutturata rete territoriale di servizi per lo sviluppo integrato delle opportunità di apprendimento della lingua italiana e di orientamento civico in favore dei cittadini stranieri presenti nel territorio regionale, attraverso anche la promozione di partenariati e intese con soggetti istituzionali indispensabili per lo sviluppo e il consolidamento delle relative reti locali di governance;

Preso atto che per l'attuazione del presente progetto non è previsto un cofinanziamento a carico del bilancio regionale;

A voto unanimi

DELIBERA


 

1. di approvare il progetto regionale, denominato "Rete e Cittadinanza", predisposto secondo lo schema progettuale allegato A, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, per la realizzazione di iniziative finalizzate ad assicurare un sistema integrato per la formazione linguistica e l'orientamento civico dei cittadini stranieri, implementando azioni di sistema volte a promuovere l'erogazione di servizi di formazione linguistica, educazione civica ed orientamento e sviluppando e/o consolidando i processi organizzativi e le relative reti locali di governance;

2. di incaricare la struttura competente della Direzione Generale Diritti di Cittadinanza e Coesione sociale di porre in essere tutti gli adempimenti amministrativi necessari alla formalizzazione, presentazione e attuazione del progetto citato;

3. di stabilire che per l'attuazione del presente progetto non è previsto un cofinanziamento a carico del bilancio regionale.


Il presente atto è pubblicato integralmente sul BURT ai sensi dell' articolo 5 comma 1 lettera f) della L.R.23/2007  e sulla banca dati degli atti amministrativi della Giunta regionale ai sensi dell' art. 18 comma 2 della medesima L.R. 23/2007  .
 

Segreteria della Giunta Il Direttore Generale: Antonio Davide Barretta



ALLEGATI:  
- Allegato   -

 

Progetto Rete e cittadinanza:

schemaprogettoReteecittadinanza.pdf