Regione Toscana
Norma

 
MINISTERO DELL'INTERNO  
DETERMINA 23 maggio 2014, n. 6289
  Attivita di valutazione dei risultati ed impatti relativi alle azioni cofinanziate dal Fondo Europeo per i Rifugiati (Profilo A) e Fondo Europeo per i Rimpatri (Profilo B), nell'ambito dei Programmi Annuali 2011-2013.  
 


 
  urn:nir:ministero.interno:determina:2014-05-23;6289

L'AUTORITA' RESPONSABILE

VISTA la Decisione 2007/573/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 23 maggio 2007 che istituisce il Fondo Europeo per i Rifugiati (FER) per il periodo 2008-2013 e la Decisione 2007/575/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 23 maggio 2007 che istituisce il Fondo Europeo per i Rimpatri (FR) per il periodo 2008-2013 nell'ambito del programma generale "Solidarietà e gestione dei flussi migratori";

VISTA la Decisione 2008/22/CE del 19 dicembre 2007 recante modalità di applicazione della Decisione 2007/573/CE del FER e successive modifiche 2009/533/CE e 2011/152/UE , e la Decisione 458/2008/CE del 5 marzo 2008 recante modalità di applicazione della Decisione 2007/575/CE del FR e successive Decisioni modificative 2009/614/CE e 2011/177/UE ;

VISTO l'articolo 25 delle decisioni istitutive dei due Fondi - FER 573/2007/CE e FR 575/2007/CE - concernente la designazione delle Autorità preposte all'attuazione del programma pluriennale e dei programmi annuali;

VISTO il Decreto del Capo Dipartimento del 29 apri e 2008 con cui la Direzione Centrale dei Servizi Civili per l'Immigrazione e l'Asilo e individuata quale Autorità Responsabile per il FER ed il Direttore Centrale pro - tempore é incaricato di esercitare le funzioni previste dall'articolo 27 della Decisione 2007/573/CE ;

VISTO il Decreto del Capo Dipartimento del 29 aprile 2008 con cui la Direzione Centrale dei Servizi Civili per l'Immigrazione e l'Asilo e individuata quale Autorità Responsabile per il FR ed il Direttore Centrale pro - tempore é incaricato di esercitare le funzioni previste dall'articolo 27 della Decisione 2007/575/CE ;

VISTO l'Articolo 9 della Decisione 2007/573/CE e l'art. 10 della Decisione 2007/575/CE , con il quale vengono riaffermati i principi di sussidiarietà e proporzionalità degli interventi e viene rimessa alla competenza degli Stati membri l?attuazione dei programmi pluriennali e annuali al livello territoriale più appropriate, all fine di conseguire gli obiettivi fissati dal Fondo;

VISTA la Decisione C(2008) 2777 del 5 dicembre 2008 di approvazione da parte della Commissione europea del Programma Pluriennale 2008-2013 del FER e la Decisione C(2008) 8445 del 19 dicembre 2008 di approvazione da parte della Commissione europea del Programma Pluriennale 2008-2013 del FR;

VISTI i Programmi Annuali 2011, 2012 e 2013 del Fondo Europeo peri Rifugiati e del Fondo Europeo peri Rimpatri, approvati dalla Commissione Europea;

CONSIDERATO che secondo quanto previsto dalle decisioni istitutive dei due Fondi (per il FER, art. 50 della Decisione 573/2007/CE ; per il FR, art. 50 della Decisione 575/2007lCE ) "gli Stati Membri sono tenuti a presentare delle relazioni periodiche per la valutazione dell'esecuzione, i risultati e gli impatti delle azioni cofinanziate dal Fondo";

CONSIDERATO che, come consentito dalle disposizioni comunitarie richiamate, per la natura delle analisi richieste, dei giudizi da esprimere ed ai fini della valutazione imparziale delle Azioni cofinanziate dai Fondi, l'Amministrazione ha necessità di dotarsi di specifici servizi di valutazione indipendente e che all'uopo sono state previste apposite dotazioni finanziarie;

CONSIDERATO che l'Amministrazione ha già accertato l'impossibilità oggettiva di utilizzare le risorse umane disponibili al suo interno a tale scopo ed ha, parimenti, accertato l'assenza, fra le risorse umane disponibili, di professionalità adeguate;

CONSIDERATO che le prestazioni richieste hanno natura temporanea e altamente qualificata;

CONSIDERATO che a norma dell? art. 7 del D. Lgs. 30 marzo 2001, n. 165  , recante "Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche", le Amministrazioni pubbliche, per esigenze cui non possono far fronte con personale in servizio, possono conferire incarichi individuali, con contratti di lavoro autonomo, di natura occasionale o coordinata e continuativa, ad esperti di particolare e comprovata specializzazione, in presenza dei requisiti di legittimità ivi elencati;

CONSIDERATO che occorre determinare un corrispettivo congruo per l'espletamento del predetto servizio;

CONSIDERATO che alla luce degli anni di esperienza richiesta ai professionisti che dovranno redigere la predetta relazione questa Amministrazione deve tenere in considerazione la fascia retributiva più alta tra quelle previste per il personale esterno dalla circolare dei Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali n. 2/2009 ed in particolare il punto a) che prevede un massimale di costo di euro 500/giornata singola per esperti di fascia A;

CONSIDERATO che l'Amministrazione, allo stato, necessita di un adeguato supporto per elaborare:

- questionari di valutazione ex-post che consentano di valutare gli esiti di ciascun progetto finanziato nell'ambito dei Programmi Annuali 2011-2013 e realizzare un report sintetico finale sulla base delle evidenze emerse;

- report di valutazione finale sintetico relativo al raggiungimento degli indicatori di realizzazione e di risultato riportati dai Beneficiari Finali nelle relazioni finali dei progetti finanziati, da consegnare entro il 30 ottobre 2014 per il Programma Annuale 2012 ed entro il 30 ottobre 2015 per il Programma Annuale 2013;

- un Piano di valutazione (nel quale siano esplicitate la metodologia di valutazione, tempistiche, strumenti, etc.) propedeutico alla realizzazione del rapporto di valutazione finale 2011-2013 ai sensi dell'art. 50 della Decisione 573/2007/CE e 575/2007/CE ) da sottoporre all'Autorità Responsabile entro e non oltre il 31 Dicembre 2014;

- il Rapporto di valutazione finale 2011-2013 in lingua inglese ed italiana. da presentare alla Commissione Europea entro e non oltre il 30 giugno 2015, sia per il Fondo Europeo per i Rifugiati che per il Fondo Europeo per i Rimpatri. Entrambi i rapporti di valutazione dovranno essere realizzati tenendo conto dei template forniti dalla Commissione Europea e trasmessi dal professionista all'Autorità Responsabile entro il 31 maggio 2015, salvo proroga che dovrà essere appositamente autorizzata;

- un resoconto sintetico delle attivita svolte che dovrà essere trasmesso a fine incarico.

CONSIDERATO che il termine di efficacia del contratto che verrà stipulato e il 30 novembre 2015 e che la somma accantonata a tale scopo è pari ad Euro 40,000.00 inclusa IVA ed ogni onere o tassa (nello specifico Euro 22.000,00 a valere sul Fondo Europeo per i Rifugiati ed Euro 18.000,00 a valere sul Fondo Europeo per i Rimpatri), é congrua sulla base di un confronto con attività congeneri svolte a favore di Amministrazioni Centrali dello stato;

Tanto visto e considerate, l'Autorità Responsabile

DETERMINA


 

di approvare il modello di Avviso allegato alla presente determina e di indire una procedura selettiva comparativa finalizzata al conferimento di n. 2 incarichi aventi ad oggetto attivita di valutazione dei risultati ed impatti relativi alle azioni cofinanziate dal Fondo Europeo per i Rifugiati (Profilo A) e Fondo Europeo per i Rimpatri (Profilo B), nell'ambito dei Programmi Annuali 2011-2013, aventi le caratteristiche indicate nell'Avviso medesimo.


 

Roma, 23 maggio 2014



ALLEGATI:  
- Allegato   -