Regione Toscana
norma

 
MINISTERO DELLA SOLIDARIETA' SOCIALE  
DIRETTIVA 19 dicembre 2007
  Riattribuzione delle risorse finanziarie del Fondo per l'inclusione sociale degli immigrati.  
 
  Vigente al 02/06/2020 


 
  urn:nir:ministero.solidarieta.sociale:direttiva:2007-12-19;nir-1

 

MINISTRO DELLA SOLIDARIETA' SOCIALE di concerto con IL INISTRO PER I DIRITTI E LE PARI OPPORTUNITA'

VISTO il decreto legislativo 30.7.1999, n. 300  , e successive modificazioni e integrazioni;

VISTO il decreto legislativo 30.3.2001, n. 165  , e successive modificazioni e integrazioni;

VISTO l' articolo 3 della legge 14.1.1994, n 20  ;

VISTO il decreto legislativo 25.7.1998, n. 286  , e successive modificazioni ed integrazioni, recante il testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero;

VISTO il decreto legislativo 9.7.2003, n. 215  , recante attuazione della direttiva 2000/43/CE per la parità di trattamento tra le persone indipendentemente dalla razza e dall'origine etnica;

VISTA la legge 27.12.2006, n. 296  , recante disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato ( legge finanziaria 2007) e, segnatamente, l' art. 1, commi 1267   e 1268  ;

VISTA la legge 27.12.2006, n. 298  , recante il "bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2007 e il bilancio pluriennale per il triennio 2007-2009";

VISTO il decreto del 29 dicembre 2006 con il quale il Ministro dell'economia e delle finanze ha provveduto alla ripartizione in capitoli delle unità previsionali di base relative al bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2006;

VISTA la direttiva generale per l'azione amministrativa e la gestione per l'anno 2007 emanata dal Ministro della solidarietà sociale in data 13.2.2007;

VISTA la direttiva del 3.08.2007 del Ministro della solidarietà sociale, emanata di concerto con il Ministro per i diritti e le pari opportunità, concernente l'utilizzazione del Fondo per l'inclusione sociale degli immigrati per l'anno 2007, per un ammontare complessivo di € 50.000.000,00;

VISTO il D.D. del 12.09.2007 con il quale è stato adottato l'avviso n. 1/2007 per il finanziamento di progetti finalizzati a favorire l'inclusione sociale dei migranti e dei loro familiari per un importo complessivo di € 27.500.000,00;

RILEVATO che entro i termini di scadenza indicati nell'avviso sopra citato sono state presentate complessivamente 523 proposte progettuali;

VISTA la nota prot. 3430 del 24.10.2007 con la quale il Ministro della solidarietà sociale, in esecuzione della direttiva sopra citata, ha destinato la quota complessiva di € 4.500.000,00 alla Regioni ed alle Province Autonome di Trento e Bolzano per azioni rivolte a favorire la diffusione della lingua e della cultura italiane, mediante la sottoscrizione di accordi di programma;

VISTO il D.D. 17.12.2007 con il quale è stata approvata la graduatoria finale dei progetti relativi 'all'area di intervento "Diffusione della lingua e della cultura italiane," di cui al D.D. 12.9.2007, per, un onere finanziario complessivo di € 480.632,18;

VISTO il D.D. 17.12.2007 con il quale è stata approvata la graduatoria finale dei progetti relativi all'area di intervento "Accoglienza degli alunni appartenenti alle comunità Rom, Sinti e Camminanti", di cui al medesimo D.D. 12.9.2007, per un onere finanziario complessivo di € 941.551,93;

VISTO il D.D. 17.12.2007 con il quale è stata approvata la graduatoria finale dei progetti relativi all'area di intervento "Accesso all'alloggio delle comunità Rom, Sinti e Camminanti", di cui al citato D.D. 12.9.2007, per un onere finanziario complessivo di € 2.636.892,50;

RITENUTO opportuno di dover soddisfare, in via prioritaria, le esigenze di inclusione sociale provenienti dal territorio, in ragione dell'elevato numero di progetti finanziabili nelle aree di intervento "Sostegno all'accesso all'alloggio", "Accoglienza degli alunni stranieri", "Valorizzazione delle seconde generazioni di stranierive "Tutela delle donne immigrate a rischio di marginalità sociale", mediante l'utilizzo delle risorse finanziarie non utilizzate sulle restanti aree di intervento, contemplate nella direttiva del 3.8.2007 ;

CONSIDERATO che la direttiva sopra citata prevede che ove le risorse finanziarie allocate per un'area prioritaria di intervento non possano essere integralmente utilizzate, si potrà procedere alla riattribuzione dei fondi inutilizzati ad altre aree prioritarie;

RITENUTO, pertanto, di dover procedere ad una diversa allocazione delle risorse finanziarie non utilizzate, da sviluppare in coerenza con il numero delle proposte progettuali presentate in relazione al D.D. 12.9.2007;

EMANANO

per l'anno 2007 la direttiva recante la riattribuzione delle risorse finanziarie del Fondo per l'inclusione sociale degli immigrati di cui all' art. 1, commi 1267  e 1268  della legge 27.12.2006 n. 296 (legge finanziaria 2007), secondo la tabella sotto riportata.

Area di intervento Importo assegnato da Direttiva del 3/08/07 Variazioni Nuovi importi assegnati
Sostegno all'accesso all'alloggio20.000.000,00 (di cui 3.000.000,00 destinati ad interventi in favore delle comunità prive di territorio: Rom, Sinti e Camminanti)2.650.000,0022.650.000,00 (di cui 2.636.892,00 destinati ad interventi in favore delle comunità prive di territorio: Rom, Sinti e Camminanti)
Accoglienza degli alunni stranieri2.000.000,00 (di cui 1.000.000,00 destinati ad interventi in favore delle comunità prive di territorio: Rom, Sinti e Camminanti)556.000,002.556.000,00 (di cui 941.551,93 destinati ad interventi in favore delle comunità prive di territorio: Rom, Sinti e Camminanti)
Valorizzazione delle seconde generazioni1.500.000,001.420.000,002.920.000,00
Tutela delle donne immigrate a rischio di marginalità sociale2.500.000,00893.367,003.393.367,00
Diffusione della lingua e della cultura italiane10.500.000- 5.519.367,004.980.633,00

La presente direttiva sarà trasmessa, per i controlli di competenza, alla Corte dei conti per il tramite delllUfficio Centrale del Bilancio e sarà pubblicata sui siti internet del Ministero della solidarietà sociale e del Dipartimento per i diritti e le pari opportunità presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.