Regione Toscana
norma

 
DECRETO DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 17 maggio 2017
  Oggetto: Registro delle associazioni e degli enti che svolgono attività nel campo della lotta alle discriminazioni ex art. 6 D.Lgs. 9 luglio 2003, n. 215  . Sospensione delle istanze di iscrizione al Registro.  
 
  Vigente al 02/06/2020 


 
  urn:nir:presidenza.consiglio.ministri:decreto:2017-05-17;nir-1

Indice


IL CAPO DEL DIPARTIMENTO

VISTA la legge 23 agosto 1988, n. 400  recante la "Disciplina dell'attività di Governo e ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri";

VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 303  , "Ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri, a norma dell' art. 11 della Legge 15 marzo 1997, n. 59  " e successive modifiche e integrazioni;

VISTA la Direttiva 2000/43/CE del Consiglio del 29 giugno 2000 , che attua il principio della parità di trattamento fra le persone indipendentemente dalla razza e dall'origine etnica;

VISTO il D.Lgs. 9 luglio 2003, n. 215  , recante "Attuazione della direttiva 2000/43/CE per la parità di trattamento fra le persone indipendentemente dalla razza e dall'origine etnica", ed in particolare l'art. 6 istitutivo del Registro delle associazioni e degli enti che svolgono attività nel campo della lotta alle discriminazioni;

VISTO il D.P.C.M. 11 dicembre 2003  , recante "Costituzione e organizzazione interna dell'Ufficio per la promozione della parità di trattamento e la rimozione delle discriminazioni, di cui all' art. 29 della legge comunitaria 1 marzo 2002, n. 39  ", istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le Pari Opportunità;

VISTO il D.P.C.M. 22 novembre 2010  concernente la disciplina dell'autonomia finanziaria e contabile della Presidenza del Consiglio dei Ministri;

VISTO il D.P.C.M. 1 ottobre 2012  recante "Ordinamento e strutture generali della Presidenza del Consiglio dei Ministri", registrato alla Corte dei Conti il 21 novembre 2012, Reg. 9, Foglio 313;

VISTO il D.M. 4 dicembre 2012 di riorganizzazione del Dipartimento per le Pari Opportunità, registrato alla Corte dei Conti il 21 gennaio 2012, Reg. 1, Foglio 195, che tra l'altro attribuisce compiti e funzioni all'UNAR;

VISTA la direttiva del Segretario Generale del 14 settembre 2016 per la formulazione delle previsioni di bilancio per l'anno 2017 e per il triennio 2017-2019;

VISTO il D.P.C.M. del 9 dicembre 2016  concernente l'approvazione del Bilancio di previsione della Presidenza del Consiglio dei Ministri per l'anno finanziario 2017;

VISTA la legge 11 dicembre 2016, n. 232  recante "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2017 e approvazione di bilancio)" pubblicata sulla G.U. n. 297 del 21 dicembre 2016;

VISTO il decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze n. 102065 del 27 dicembre 2016 recante "Ripartizione in capitoli delle Unità di voto parlamentare relative al bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2017 e per il triennio 2017-2019";

VISTO il DPCM del 27 gennaio 2017  registrato alla Corte dei Conti in data 10 febbraio - Ufficio controllo atti P.C.M. Ministeri Giustizia e Affari Esteri - reg.ne prev. N. 360, che conferisce con pari decorrenza alla dott.ssa Giovanna Boda, l'incarico di Capo del Dipartimento per le Pari Opportunità;

VISTA la Direttiva generale per l'azione amministrativa e la gestione del Dipartimento per le Pari Opportunità- anno 2016, firmata dal Ministro per le Riforme Costituzionali e i Rapporti col Parlamento, con delega per le Pari Opportunità registrata alla Corte dei Conti l'11 luglio 2016 Reg. 1883, la quale prevede l'assegnazione all'UNAR dell'Obiettivo strategico di "Razionalizzare i flussi informativi relativi al Registro istituito presso l'ufficio Nazionale Anti Discriminazioni Razziali (UNAR) delle Associazioni e degli Enti che svolgono attività nel campo della lotta delle discriminazioni, previsto dall' art. 6 del D. Lgs. n. 215/2003  , in particolare prevedendo una piattaforma web per un sistema di raccolta dati con possibilità di iscrizione annuale di interrogazione dati e ricerca;

RITENUTA la necessità di procedere ad una completa revisione della disciplina normativa del Registro delle associazioni e degi enti che svolgono attività nel campo della lotta alle discriminazioni previsto dall' art. 6 D.Lgs. 9 luglio 2003, n. 215  , con riferimento particolare ai requisiti e condizioni per l'iscrizione, oltre che con riferimento alle modalità per la presentazione e la gestione telematica delle istanze di iscrizione

DECRETA


   
  Art. 1   
  1.  La sospensione temporanea delle istanze di iscrizione al Registro pervenute all'UNAR e non ancora definite alla data di pubblicazione del presente Decreto, e di tutte quelle che medio tempore eventualmente dovessero pervenire, fino al completamento del processo di revisione di cui in premessa.
 

 

Roma, 17 maggio 2017

Dott. ssa Giovanna Boda