Regione Toscana
Norma

 
REGIONE TOSCANA - PROVINCIA DI GROSSETO  
PROTOCOLLO INTESA 11 ottobre 2004
  Per la promozione di attività di documentazione, informazione, osservazione, ricerca, diffusione degli atti di collaborazione istituzionale e supporto agli interventi dei Comuni, in materia di politiche per la sicurezza delle comunità locali e per il potenziamento delle attività della Polizia Provinciale in materia di tutela e salvaguardia dell'ambiente  
 


 
  urn:nir:regione.toscana:protocollo.intesa:2004-10-11;nir-1

tra La Giunta regionale della Regione Toscana e La Provincia di Grosseto

premesso

che l' articolo 3 della legge regionale 16 agosto 2001, n. 38  , recante "Interventi regionali a favore delle politiche locali per la sicurezza della comunità toscana?, prevede che la Regione sostiene gli interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza delle comunità locali;

che l' articolo 5 della medesima legge regionale 16 agosto 2001, n. 38  , prevede che la Regione svolga attività di assistenza tecnica agli enti locali che intendono promuovere intese e accordi locali per la sicurezza, nonché attività di osservazione, ricerca, documentazione e informazione, anche in collaborazione con gli Enti locali;

che l'articolo 5 della deliberazione della Giunta regionale 1° marzo 2004, n. 165, stabilisce che in attuazione dei programmi di attività concordati tra Regione e Province interessate, sono concessi i finanziamenti per le attività di documentazione, informazione, osservazione, ricerca, diffusione degli atti di collaborazione istituzionale e supporto agli interventi dei Comuni, e che tali programmi di attività possono contenere un intervento promosso dalla Polizia Provinciale finalizzato alla tutela e alla salvaguardia dell'ambiente;

che la Provincia di Grosseto con lettera n. 77722 del 11 giugno 2004 ha presentato una proposta di programma di attività e che, a seguito di esame congiunto, è stato concordato il programma definitivo, da realizzare a partire dall'anno 2004 ed entro la data di presentazione della relazione finale;

che è ritenuto congruo per lo svolgimento delle attività previste nel programma concordato un finanziamento regionale pari a complessivi euro 30.000,00, quale partecipazione alle spese che risultano integralmente a carico della Provincia medesima;tutto ciò premesso si conviene quanto segue:


 

1. La Giunta regionale della Regione Toscana e la Provincia di Grosseto, ai sensi dell’articolo 5 della deliberazione della Giunta regionale 1° marzo 2004, n. 165, concordano un programma di attività, in materia di politiche locali per la sicurezza. Tale programma di attività, di cui all'allegato B alla deliberazione della Giunta regionale 5 luglio 2004, n. 630, si articola sinteticamente in:

A. Attività di raccordo e cooperazione tra gli Enti locali, in collaborazione con la Regione, al fine di favorire la conoscenza e lo scambio di informazioni e in tal modo sostenere gli interventi sulle tematiche concernenti la sicurezza delle comunità. Tale attività si svolgerà anche attraverso l'operato del già esistente Osservatorio delle Politiche Sociali della Provincia di Grosseto.

B. Attività di osservazione, a livello provinciale, sul fenomeno dell'insicurezza. Tale attività si svilupperà attraverso il potenziamento dell'analisi e dello studio di tutti i fenomeni di disagio sociale con particolare riferimento ai fenomeni legati alla devianza giovanile, allo stile di vita dei giovani, all'immigrazione e ai processi di inclusione.

C. Promozione di seminari di aggiornamento in applicazione dell'articolo 4, comma 1 e 2, del Protocollo di Intesa stipulato tra il Ministro dell'Interno e il Presidente della Giunta Regionale della Regione Toscana il 5 novembre 2002. La Provincia di Grosseto si impegna a collaborare con la Regione Toscana nell'organizzazione di seminari interforze (Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Polizia Municipale e Polizia Provinciale) sulla base delle indicazioni programmatiche e metodologiche fornite dal gruppo di lavoro previsto dall'articolo 4, comma 3, del Protocollo medesimo.

D. Attività della Polizia Provinciale per il potenziamento degli interventi in materia di tutela dell'ambiente attraverso il controllo del fenomeno dell'abbandono dei rifiuti. Tale attività prevede l'acquisto di:

• strumentazione informatica (GIS) per la localizzazione di eventuali fonti di inquinamento (abbandono di rifiuti solidi, immissioni di rifiuti liquidi nelle acque superficiali e sotterranee, individuazione di pozzi abusivi);

• macchine fotografiche digitali per documentare le eventuali violazioni.

2. Le attività previste nel programma saranno avviate nel corso dell’anno 2004 e realizzate entro la data di presentazione della relazione finale.

3. Per la realizzazione del programma di attività concordato, la struttura regionale competente provvederà alla concessione di un finanziamento pari a complessivi euro 30.000,00, quale partecipazione alle spese che risultano integralmente a carico della Provincia di Grosseto.

4. All'intervento della Polizia Provinciale in materia di tutela e salvaguardia dell'ambiente non potrà essere destinata una somma superiore a 5.000,00 euro e che questa somma non potrà comunque rappresentare più del 60% del costo dell'intervento medesimo.

5. La Provincia di Grosseto è tenuta allo svolgimento delle attività di collaborazione, nonché alla presentazione, entro la data del 1° Marzo 2005, di una relazione finale sulle attività realizzate, i risultati raggiunti e le spese sostenute, secondo quanto stabilito dalla deliberazione della Giunta regionale 5 luglio 2004, n. 630, punti 4, 5 e 6. La Regione provvederà alla revoca del finanziamento nei confronti della Provincia di Grosseto nei casi e con le modalità previste dai punti 7 e 8 della deliberazione medesima.

6. La Provincia si impegna inoltre ad individuare indicatori comuni di intesa con dell'Osservatorio regionale sulle politiche integrate per la sicurezza e a mettere a disposizione dello stesso le metodologie sperimentate, i dati ottenuti dalle ricerche effettuate e i risultati delle azioni svolte nell'ambito del suddetto programma, nonché a svolgere attività di diffusione di tali informazioni a tutti i soggetti pubblici interessati.

7. Qualora, nel corso della sperimentazione, si rendessero necessari ulteriori e specifici approfondimenti, riconducibili nell'ambito del programma di ricerche dell'Osservatorio regionale sulle politiche integrate per la sicurezza, potranno essere concordate ulteriori attività da svolgere in collaborazione tra la Regione e la Provincia; dette ulteriori attività potranno essere finanziate dalla struttura regionale presso la quale opera l'Osservatorio, secondo modalità da questa definite.


 

Firenze, 11 ottobre 2004

Il Presidente della Giunta regionale della Regione Toscana: Claudio Martini

Il Presidente della Provincia di Grosseto: Lio Scheggi