Regione Toscana
norma

 
MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI  
PROTOCOLLO 19 novembre 2007
  Della terza riunione del gruppo misto italiano-russo di lavoro per gli scambi giovanili.  
 
  Vigente al 02/06/2020 


 
  urn:nir:ministero.affari.esteri:protocollo:2007-11-19;nir-1

Visto l'articolo 10 dell'Accordo di Cooperazione nel campo della cultura e dell'istruzione tra il Governo della Federazione Russa ed il Governo della Repubblica Italiana, firmato a Roma il 10 febbraio 1998,

visto l'articolo 6 dell'Accordo tra il Governo della Repubblica Italiana ed il Governo della Federazione Russa sulla Cooperazione in ambito giovanile, firmato a Roma il 15 gennaio 2001, si è tenuta a Mosca dal 19 al 20 novembre 2007 la riunione del Gruppo misto russo-italiano di lavoro per gli scambi giovanili.


 

La delegazione italiana è stata presieduta dal Min. Plen. Salvatore CILENTO, Consigliere del Direttore Generale per la Promozione e la Cooperazione Culturale del Ministero degli Affari Esteri della Repubblica Italiana.

La delegazione russa è stata presieduta da Alina LEVITSKAYA, Direttore del Dipartimento delle Politiche Giovanili del Ministero dell'Istruzione e Scienze della Federazione Russa.

La composizione delle delegazioni è acclusa al presente Verbale, (Allegato.2)

Durante la riunione le Parti hanno esaminato le seguenti questioni:

- i risultati del Programma di scambi giovanili per il periodo 2006 - 2007 e le prospettive degli scambi giovanili russo-italiani;

- l'adozione del Protocollo degli scambi giovanili per il periodo dal 2008 al 2009;

- le disposizioni generali e finanziarie per la realizzazione dei progetti che fanno parte del presente Programma.

Le due delegazioni, animate dallo spirito di amicizia e di comprensione reciproca che caratterizzano i rapporti tra i due governi nel settore della gioventù, ribadiscono il loro vivo interesse per le tematiche del mondo giovanile. Le Parti si sono scambiate informazioni sulla realtà della gioventù russa ed italiana nel contesto dello sviluppo politico, economico e sociale della Repubblica Italiana e della Federazione Russa, esprimendo il reciproco interesse nel mantenere un regolare scambio di punti di vista sui problemi dei giovani, effettuando ulteriori scambi di informazioni e di documentazione attinenti alle politiche giovanili.

Le Parti hanno espresso la loro soddisfazione per la qualità e per il numero di scambi giovanili effettuati, in special modo a livello regionale e di municipalità e hanno espresso la loro disponibilità a favorire e ad intensificare i contatti diretti tra le organizzazioni giovanili dei due Paesi.

Le Parti hanno concordato le seguenti tematiche prioritarie e decidono di fornire il proprio sostegno alla realizzazione di progetti finalizzati a favorire:

. la partecipazione attiva dei giovani alla vita sociale e politica;

. l'educazione dei giovani al rispetto dei valori democratici e dei diritti umani;

. l'integrazione sociale dei giovani;

. lo sviluppo dell'educazione sociale e fisica;

. la prevenzione dei comportamenti asociali giovanili (criminalità, tossicodipendenze, AIDS, intolleranza);

. la promozione dell'informazione a favore dei giovani;

. il coinvolgimento dei giovani nella risoluzione di questioni importanti quali la tutela dell'ambiente e del patrimonio culturale;

. l'assistenza ai giovani per lo studio delle lingue e della cultura della Repubblica Italiana e della Federazione Russa.

Le Parti, sulla base delle priorità concordate, hanno esaminato la possibilità di svolgere le seguenti iniziative allo scopo di rafforzare il partenariato e di consolidare ed ampliare la collaborazione:

. scambio di delegazioni di funzionari statali, di esperti e di rappresentanti delle istituzioni pubbliche nel settore degli affari giovanili;

. scambi giovanili.

Le Parti hanno sottolineato che nella realizzazione dei progetti giovanili un'attenzione particolare sarà riservata alle iniziative lanciate nel campo della Cooperazione giovanile dal Consiglio d'Europa e dall'Unione Europea. Pertanto; hanno concordato di far inserire -ove possibile- i progetti di cooperazione bilaterale, nell'ambito dei progetti annessi a programmi multilaterali europei, che rispondano a scopi prioritari. E' stata sottolineata la necessità di favorire lo studio delle lingue dei due Paesi con lo scopo di migliorare la comprensione tra i giovani di culture diverse e di sollecitare la partecipazione attiva agli scambi interculturali.

A seguito di un'attenta valutazione dei progetti presentati, le Parti hanno selezionato e approvato il Programma degli scambi giovanili per il periodo dal 2008 al 2009 (Allegato 1).

Per discutere sulle questioni concrete o sulle eventuali difficoltà che potranno verificarsi durante la realizzazione degli scambi giovanili, si potranno organizzare incontri di esperti dei due Paesi. Le date e le condizioni dell'organizzazione degli incontri saranno concordate per le vie diplomatiche.

Le Parti hanno concordato di favorire, ove possibile, la realizzazione di altri progetti di cooperazione, che non sono inclusi nel Programma del presente Protocollo, ma che dovessero rispondere ad interesse reciproco.

Le Parti hanno convenuto che durante la realizzazione dei progetti inseriti nel presente Protocollo degli scambi giovanili tra la Repubblica Italiana e la Federazione Russa per il periodo dal 2008 al 2009 sarà rispettato il principio della reciprocità, in particolare:

. il partner ospitante coprirà le spese di ospitalità (vitto e alloggio), come pure le spese del trasporto interno;

. il partner inviante coprirà le spese di viaggio fino all'aeroporto internazionale più vicino al luogo di realizzazione del progetto;

. gli Enti e le Associazioni invianti garantiranno ai propri partecipanti l'assicurazione sanitaria e per altri rischi (infermità, incidenti, decesso e responsabilità civile) durante le attività realizzate nel Paese ospitante;

. gli Enti organizzatori saranno tenuti a comunicare due (2) mesi prima dell'inizio dello scambio la data esatta e tutte le informazioni concernenti il progetto;

. gli Enti organizzatori del Paese ospitante assicureranno adeguato servizio di interpretariato.

Nel rilascio dei visti in favore dei partecipanti ai progetti inclusi nel presente Programma, le Parti seguiranno l'Accordo tra il Governo della Federazione Russa e l'Unione Europea per facilitare il rilascio dei visti ai rispettivi cittadini, firmato a Soci il 25 maggio 2006.

Le Parti hanno convenuto di tenere la prossima riunione del Gruppo misto di lavoro nel 2009, nella Repubblica Italiana. La data ed il luogo dell'organizzazione della riunione saranno concordati per le vie diplomatiche.


Il presente Protocollo è fatto a Mosca, il 20 novembre 2007, in duplice copia, in lingua russa ed italiana, ambedue i testi facenti ugualmente fede.
 

Per la Parte italiana: Min.Plen. Salvatore CILENTO, Consigliere del Direttore Generale per la Promozione e Cooperazione Culturale Ministero degli Affari Esteri

Per la Parte russa: Ms. Alina LEVITSKAYA, Direttore Dipartimento Politiche Giovanili Ministero Istruzione e Scienze



ALLEGATI:  
- ALLEGATO 1   -

 

Composizione del Gruppo Misto italiano - russo di lavoro per gli Scambi Giovanili (Mosca, 19 - 20 Novembre 2007)

Per la Parte Italiana:

1. Min. Plen. Salvatore Cilento, Consigliere del Direttore Generale per la Promozione e la Cooperazione Culturale del Ministero degli Affari Esteri;

2. Olimpia Chianese, Capo Servizio per le Politiche Giovanili Internazionali del Ministero per le Politiche Giovanili e le Attività Sportive;

3. Gabriele De Stefano, Vice Capo Ufficio VI della Direzione Generale per la Promozione e la Cooperazione Culturale del Ministero degli Affari Esteri.

Per la Parte Russa:

1. Alina Levitskaya, Direttore del Dipartimento dell'Educazione, dell'Istruzione Complementare e della Difesa Sociale dei minori del Ministero dell'Istruzione e delle Scienze;

2. Zoya Poymanova, Capo Ufficio per le Politiche Giovanili del Dipartimento dell'Educazione, dell'Istruzione Complementare e della Difesa Sociale dei minori del Ministero dell'Istruzione e delle Scienze;

3. Georgiy Belozerov, Vice Capo Ufficio per le Politiche Giovanili del Dipartimento dell'Educazione, dell'Istruzione Complementare e della Difesa Sociale dei minori del Ministero dell'Istruzione e delle Scienze;

4. Alexander Zarubin, Esperto per il Coordinamento della Cooperazione Bilaterale del Dipartimento per la Cooperazione Internazionale del Ministero dell'Istruzione e delle Scienze;

5. Nosyat Shirinova, Capo Ufficio della Divisione per la Realizzazione dei Programmi Internazionali nel campo dell'Istruzione dell'Agenzia Federale dell'Istruzione;

6. Olga Stepanova, Esperto del Dipartimento I dell'Europa del Ministero degli Affari Esteri;

7. Gerenzala Sangadzhieva, Esperto della Divisione per la Realizzazione dei Programmi Internazionali nel campo dell'Istruzione dell'Agenzia Federale dell'Istruzione.