Regione Toscana
Percorso per eventi della vita
» Contenuti » Schede informative sui procedimenti » Conversione del permesso di soggiorno per studio, formazione o tirocinio in permesso di soggiorno per lavoro subordinato per studenti stranieri che abbiano raggiunto la maggiore età o conseguito in Italia la laurea o titoli di studio post-laurea.


Conversione del permesso di soggiorno per studio, formazione o tirocinio in permesso di soggiorno per lavoro subordinato per studenti stranieri che abbiano raggiunto la maggiore età o conseguito in Italia la laurea o titoli di studio post-laurea.

È necessaria per soggiornare in Italia per lavoro subordinato a studenti stranieri in possesso di un permesso per studio o formazione che abbiano raggiunto la maggiore età o conseguito in Italia la laurea o titoli di studio post-laurea.

*Scheda aggiornata alla Circolare del Ministero dell'Interno n. 5920 del 12 ottobre 2009*

Tempi del procedimento
Attivazione

All'occorrenza.

Durata

60 giorni dalla presentazione della richiesta.

Revoca
Titolare del procedimento
Responsabile
Nome: Dr. Daniele Colbertaldo
E-mail: daniele.colbertaldo@interno.it
Ente: Prefettura UTG
Ufficio: Sportello Unico Immigrazione di Prato
Accesso al servizio
Requisiti

del lavoratore straniero:

 

- aver raggiunto la maggiore età in Italia oppure aver conseguito presso le Università degli Studi italiani uno dei seguenti titoli di studio:

  • Laurea (3 anni, 180 crediti formativi universitari);
  • Laurea specialistica/magistrale (300 crediti, comprensivi dei 180 crediti universitari della Laurea o 180 CFU della Laurea oltre ai 120 CFU per la Laurea magistrale);
  • Diploma di specializzazione (minimo 2 anni);
  • Dottorato di ricerca (minimo 3 anni);
  • Master Universitario di 1°livello (durata minimo 1 anno - 60 crediti), cui si accede con la laurea;
  • Master universitario di 2° livello (minimo 60 crediti universitari) cui si accede con il diploma di laurea o con la laurea specialistica o con la laurea magistrale;
  • Attestato o Diploma di perfezionamento (durata annuale - 60 crediti) cui si accede con il Diploma di Laurea ex L. 341/90 o con laurea specialistica.

- essere in possesso di un permesso di soggiorno per studio, formazione o tirocinio in corso di validità;

- avere una proposta di contratto di lavoro subordinato della durata di almeno 6 mesi, con orario di lavoro settimanale minimo di 20 ore. per lavoro subordinato della durata di almeno 6 mesi, con orario di lavoro settimanale minimo di 20 ore 

 

del datore di lavoro:

  1. persona fisica, società o ente, italiano, comunitario o straniero regolarmente soggiornante in Italia.
Documentazione richiesta
  1. Ricevuta dell'imposta di bollo di 16,00 euro da pagare con modalità telematiche presso i rivenditori autorizzati;
  2. copia e originale in visione del permesso di soggiorno per studio in corso di validità;
  3. certificazione del titolo di studio;
  4. copia di valido documento d’identità del datore di lavoro;
  5. copia di valido documento d’identità del richiedente;
  6. contratto d'affitto registrato o cessione di fabbricato.
Come fare per...
Reperire i moduli

Per la presentazione della domanda non è necessario reperire alcun modulo cartaceo, dato che questa avviene completamente tramite una procedura telematica (vedi sotto "Presentare la domanda").

  1. Modulo da richiedere tramite il sito:  Modulo V2  
Presentare la domanda

Il servizio di inoltro telematico delle domande è attivo dal sito del Ministero dell'Interno all'indirizzo:

https://nullaostalavoro.interno.it/Ministero/index2.js

Dal sito https://nullaostalavoro.interno.it è possibile visualizzare lo stato della propria pratica

  • Per istruzioni più dettagliate sulla procedura di invio della domanda è possibile consultare il Manuale utente del Ministero dell’Interno o contattare l’help desk
  • Per avere a disposizione una connessione Internet o farsi assistere nella compilazione rivolgersi ad associazioni o ai patronati che hanno sottoscritto protocolli d'intesa con il Ministero dell'Interno. (A chi rivolgersi per la provincia di Firenze).
Per assistenza nella presentazione della domanda rivolgersi ai punti informativi della provincia di Prato
Ricevere il provvedimento

Il richiedente viene convocato dallo Sportello Unico per la sottoscrizione del contratto di soggiorno.
Al momento della convocazione il richiedente deve esibire la documentazione richiesta (vedi sopra “Accesso al servizio - Documentazione richiesta”).
Lo Sportello Unico procede all’accertamento della corrispondenza delle dichiarazioni rese informaticamente nella domanda con quelle della documentazione esibita.

Riferimenti normativi
  1. Circolare del Ministero dell'Interno n. 7438 dell'11 dicembre 2013 "Conversione del permesso di soggiorno per motivi di studio in permesso di soggiorno per motivi di lavoro, ovvero in permesso di soggiorno per attesa occupazione, ex art. 22 - comma 1-bis - del D.Lgs. n. 286/1998 , a seguito della novella operata dalla legge n. 99/13 (di conversione del DL n. 76/2013 ): richiesta chiarimenti applicativi".  
  2. Circolare del Ministero dell'Interno n. 6786 del 5 settembre 2011 "Studenti stranieri. Rilascio del permesso di un soggiorno per attesa occupazione".Studenti stranieri.
  3. Circolare del Ministero dell'Interno n. 5920 del 12 ottobre 2009 "Istanza di conversione del permesso di soggiorno per studio in permesso di soggiorno per lavoro. Art. 14 comma 5 del DPR n. 394/99 (Regolamento al Testo Unico per l'Immigrazione)".
  4. Circolare del Ministero dell'Interno n. 1280 dell'11 marzo 2009 "Istanza di conversione del permesso di soggiorno per studio in permesso di soggiorno per lavoro. Art. 14 comma 5 del DPR n. 394/99 (Regolamento al Testo Unico per l'Immigrazione)".
  5. Circolare del Ministero dell'interno n.2896 del 1 luglio 2008 “Quote conversione permessi di soggiorno per studio e tirocinio in permessi di soggiorno per lavoro subordinato. Competenza territoriale”
  6. D.P.C.M. 30 ottobre 2007 “Programmazione dei flussi d´ingresso dei lavoratori extracomunitari nel territorio dello Stato per l´anno 2006”.
  7. Artt. 5 bis e 6 decreto legislativo n. 286 del 25 luglio 1998 “Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero” e successive modifiche e integrazioni.
  8. Artt. 14 commi 5 e 6, 35 comma 1 e 38, comma 7 del D.P.R. 31 agosto 1999 n. 394 “Regolamento recante norme di attuazione del testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero, a norma dell'articolo 1, comma 6, del decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286” come modificato dal D.P.R. 18 ottobre 2004 n. 334.
  9. Circolare del Ministero dell’Interno n. 1 del 9 febbraio 2006.
  10. Circolare n. 2768 del 25 ottobre 2005 - Ministero Interno - Dipartimento Libertà Civili e l'Immigrazione.
Per saperne di più