Regione Toscana
Percorso per eventi della vita
» Contenuti » Schede informative sui procedimenti » Permesso di soggiorno per motivi familiari (con visto di ingresso per ricongiungimento al figlio minore) [Non comunitario o apolide]


Permesso di soggiorno per motivi familiari (con visto di ingresso per ricongiungimento al figlio minore) [Non comunitario o apolide]

È necessario per soggiornare in Italia per motivi familiari al genitore che si è ricongiunto con il figlio minore già soggiornante in Italia con l'altro genitore.

*Scheda informativa aggiornata alla sentenza n. 06095 del T.A.R. del Lazio

 

Tempi del procedimento
Attivazione

Entro 8 giorni dall'ingresso in Italia.

Durata

60 giorni dalla data della presentazione della richiesta.

Revoca
Titolare del procedimento
Responsabile
Nome:
E-mail:
Ente: Questura
Ufficio: Ufficio Immigrazione di Lucca
Accesso al servizio
Requisiti
  1. Aver fatto ingresso in Italia con visto di ingresso per ricongiungimento al figlio minore; (Il figlio deve essere già regolarmente soggiornante in Italia con l'altro genitore). Per ottenere il visto è necessario il "Nullaosta per ricongiungimento del genitore naturale al figlio minore già regolarmente soggiornante in Italia con l’altro genitore",
Documentazione richiesta
  1. n. 4 foto formato tessera;
  2. n. 1 marca da bollo da € 16,00;
  3. copia del passaporto o documento equipollente in corso di validità, limitatamente alle pagine scritte e timbrate (con particolare attenzione alla pagina su cui è apposto il visto d’ingresso) e originale in visione;
  4. estratto dell’atto di nascita con maternità e paternità rilasciato dal Comune (se il figlio è nato in Italia);
  5. estratto dell’atto di nascita con maternità e paternità tradotto, legalizzato e validato dall’Ambasciata d’Italia o apostillato (se il figlio è nato all’estero);
  6. pagamento di euro 30,46 (costo del permesso di soggiorno in formato elettronico);
  7. pagamento di euro 30,00 per costi di servizio postale;
  8. pagamento del contributo per il rilascio e il rinnovo del permesso di soggiorno
Come fare per...
Reperire i moduli

Non è necessario procurarsi il modulo, che sarà reso disponibile direttamente dallo Sportello Unico per l’Immigrazione di Firenze.

Occorre invece procurarsi i bollettini di c/c postali premarcati, che sono disponibili presso gli Uffici Postali abilitati alla ricezione delle domande (vedi "Ricerca strutture") e pagabili presso qualunque ufficio postale.

Presentare la domanda

Entro 8 giorni dall’ingresso in Italia il genitore che si è ricongiunto con il figlio minore, provvederà a chiamare lo Sportello Unico per l'Immigrazione per prendere l’appuntamento per sottoscrivere la richiesta del permesso di soggiorno.
I cittadini stranieri di età superiore ai 16 anni che fanno ingresso per la prima volta nel territorio nazionale e presentano domanda di rilascio del permesso di soggiorno di durata non inferiore a un anno sottoscrivono l'Accordo di integrazione
Il modulo per la richiesta del permesso di soggiorno viene stampato e compilato dallo Sportello Unico. L'interessato sottoscrive la richiesta del permesso di soggiorno e riceve la busta in cui inserire la richiesta.
La richiesta deve essere poi presentata in busta aperta dall'interessato presso gli Uffici Postali abilitati (vedi "Ricerca strutture") insieme alle ricevute dei bollettini di c/c postali premarcati.
Al momento della presentazione della richiesta allo sportello dell'ufficio postale abilitato, lo straniero verrà identificato con passaporto o altro documento equipollente.
L'operatore di Poste provvederà a consegnare allo straniero la ricevuta della raccomandata che dovrà essere conservata. Sulla ricevuta sono stampati due codici identificativi personali (user id e password) tramite i quali il richiedente potrà conoscere lo stato della pratica collegandosi a www.portaleimmigrazione.it.
L'operatore di Poste consegnerà anche la comunicazione della data di convocazione stabilita in cui dovrà presentarsi in Questura per il primo appuntamento, dove consegnerà 4 fotografie e si farà prendere le impronte digitali.

Per assistenza nella presentazione della domanda rivolgersi ai punti informativi della provincia di Lucca
Ricevere il provvedimento

Il richiedente riceverà un SMS con l'indicazione del giorno e dell'ora in cui presentarsi in Questura per ritirare il permesso di soggiorno.

(Le persone anziane, in stato di gravidanza, portatori di handicap o con salute precaria, hanno la precedenza nella fila per il ritiro del permesso).

Riferimenti normativi
  1. Circolare del Ministero dell'Interno n. 4848 del 27 luglio 2010 "Legge 15 luglio 2009 n. 94 , recante "Disposizioni in materia di sicurezza pubblica". Ingresso sul territorio nazionale per lavoratori altamente qualificati e ricongiungimento familiare del genitore naturale."
  2. Circolare del Ministero dell'Interno n. 4820 del 27 agosto 2009 "Legge 15 luglio 2009, n. 94 , recante "Disposizioni in materia di sicurezza pubblica";
  3. Artt. 5, 30, 34 comma 1 lett. b) e 29 comma 5 del D.Lgs. n. 286 del 25 luglio 1998 “Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero” e successive modifiche e integrazioni.
  4. Artt. 9, 11, 12, 13 e 14 comma 1 lett. c) e d), del D.P.R. n. 394 del 31 agosto 1999 “Regolamento recante norme di attuazione del testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero, a norma dell'articolo 1, comma 6, del decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286”, come modificato dal D.P.R. 334 del 18 ottobre 2004.
Per saperne di più