Regione Toscana
Protezione internazionale - Informazioni per operatori centri di accoglienza

Informazioni per gli Operatori dei Centri di accoglienza

(pagina realizzata in collaborazione con la Commissione territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale di Firenze)

 

1. Cosa fare dopo aver ricevuto la lettera di convocazione per un proprio ospite?

  • Accettare la PEC, consegnare la lettera di convocazione al richiedente e comunicargli a voce la data dell’audizione; dopodiché inviare la relata di notifica, come da guida, all’indirizzo PEC della Commissione (notificherifugiati.fi@pec.interno.it).
  • Comunicare alla Commissione territoriale eventuali esigenze del richiedente rispetto allo svolgimento dell’audizione (vulnerabilità, cambio lingua, eventuali impedimenti ad essere presente all’audizione, ritardi, ecc.).  

2. Cosa fare prima dell’audizione?

  • Aiutare il richiedente nella preparazione dei documenti che vuole consegnare alla Commissione, come ad esempio documenti personali (certificato di nascita, titoli di studio, denunce, ecc.), documentazione medica e documentazione relativa all’integrazione in Italia (attestati corsi di lingua italiana, attività di volontariato, corsi di formazione e avviamento al lavoro, contratti di lavoro, relazione del Centro di accoglienza).
  • Aiutare il richiedente, se lo vuole, a scrivere una memoria della sua storia, con l’aiuto di un mediatore culturale. Inviare la memoria alla Commissione almeno qualche giorno prima all’indirizzo rifugiati.firenze@interno.it (specificando nell’oggetto il nome del richiedente e l’ID Vestanet) e portarne una copia il giorno dell’audizione.

3. Cosa fare il giorno dell’audizione?

  • Accompagnare il richiedente o assicurarsi che sia in grado di arrivare autonomamente alla Commissione territoriale.
    Nel caso di richiedente asilo vulnerabile, accompagnare la persona e aspettare con lei fino al momento dell’audizione e comunicare al funzionario responsabile le eventuali esigenze del richiedente.
  • Comunicare alla Commissione eventuali cambiamenti dei contatti del centro in cui il richiedente è ospitato oppure se quest’ultimo ha lasciato l’accoglienza il nuovo indirizzo presso cui vive.

4. Cosa fare dopo l’audizione?

  • Entro un mese dalla data dell’audizione la Commissione inviare il decreto contenente l’esito della domanda di protezione internazionale al Centro di accoglienza tramite PEC; accettare la PEC, notificare il decreto al richiedente e inviare la relata di notifica all’indirizzo PEC della Commissione (notificherifugiati.fi@pec.interno.it).
  • Nel caso in cui l’esito dell’audizione non venga ricevuto entro un mese, anche ai fini di tranquillizzare il richiedente, contattare la Commissione (scrivendo a rifugiati.firenze@interno.it o rifugiati.firenze@pec.interno.it) e chiedere informazioni.
  • Nel caso in cui la domanda di protezione venga rigettata, il termine di 30 giorni per il ricorso dinanzi al Tribunale decorre dal momento in cui il decreto viene notificato al richiedente. Di questo deve essere informato il richiedente, il quale può essere messo in contatto con un ufficio/sportello legale.

Aggiornamento: maggio 2019