Regione Toscana
Norma

 
MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI  
CIRCOLARE 8 febbraio 2011, n. 469
  D.P.C.M. 30 novembre 2010  . Concernente la "Programmazione transitoria dei flussi di ingresso per lavoratori extracomunitari non stagionali nel territorio dello Stato per l'anno 2010."  
 


 
  urn:nir:ministero.lavoro.politiche.sociali:circolare:2011-02-08;469

Direzione Regionali del Lavoro Loro Sedi

Direzioni Provinciale del Lavoro Loro Sedi

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Servizio per il Lavoro - Trieste

Regione Siciliana Assessorato del Lavoro - Uff. Reg. Lavoro - Ispett. Reg. Lavoro

Provincia Autonoma di Bolzano - Rip. 19 -Uff. Lavoro - Isp. Lavoro - Bolzano

Provincia Autonoma di Trento Dipartimento Servizi Sociali - Servizio Lavoro - Trento

e, per conoscenza: Ministero dell'Interno Dipartimento per le LIbertà Civili e l'Immigrazione Direz. Centrale per le Politiche dell'Immigrazione e dell'Asilo - ROMA

Ministero degli Affari Esteri D.G.P.I.E.M. - Uff. VI Centro Visti - ROMA

Assessorati Regionali al Lavoro - Loro Sedi

INPS - Direzione Generale - ROMA


 

Facendo seguito alle precedenti attribuzioni di quote provinciali di lavoro subordinato - per nazionalità privilegiate e per lavoro domestico altre nazionalità - effettuate con note del 1° e 3 febbraio u.s. con la presente si attribuisce una parte della quota prevista dall' art. 4 del decreto in oggetto  destinata a conversioni dei permessi di soggiorno per studio/tirocinio/formazione e lavoro stagionale in lavoro subordinato e conversioni di permessi di soggiorno CE di lungo periodo, in corrispondenza delle relative istanze pervenute agli Sportelli unici per l'immigrazione.

Si conferma che le quote d'ingresso che si riferiscono agli articoli 5   e 6  (lavoratori formati all'estero e lavoratori di origine italiana) non vengono ripartire a livello territoriale bensì restano nella disponibilità di questa Direzione Generale per essere assegnate sulla base delle specifiche richieste che perverranno agli sportelli unici per l'immigrazione e che saranno segnalate alla scrivente dalle direzione provinciali del lavoro, tramite le direzioni regionali territorialmente competenti.

 

Il Direttore Generale Natale Forlani



ALLEGATI:  
- Allegato 1   -

 
- Allegato 2   -